ISTITUTI DI CATECHETICA

 

ISTITUTI DI CATECHETICA

Il termine I. di catechetica indica istituzioni con finalità e compiti notevolmente diversi tra loro.

1.​​ Istituti di specializzazione cat. a livello non universitario, indirizzati a sacerdoti, religiosi e religiose, laici e laiche, con finalità di formazione cat. di base, di aggiornamento, di animazione. Per es. → “Lumen Vitae” (Bruxelles), “East Asian Pastoral Institute” (Manila). Il modello formativo di “Lumen Vitae” ha ispirato altri istituti, per es. quello di Butare (Ruanda).

Dopo il 1968, con la riforma degli studi ecclesiastici, alcuni di questi istituti hanno cercato convenzioni con facoltà di teologia per poter conferire titoli ecclesiastici.

2.​​ Istituti di specializzazione cat. a livello universitario, generalmente destinati a persone che hanno già espletato un ciclo di studi teologici. Per es. → “Institut Supérieur de Pastorale Catéchétique” (Paris 1950), “Istituto di catechetica” (Roma, UPS, 1954).

3.​​ Strettamente imparentati con la categoria precedente sono tutti gli istituti (o seminari) di catechetica che a livello universitario promuovono la formazione degli insegnanti di religione. Spesse volte vengono chiamati “Istituti di scienze religiose”. Si rivolgono principalmente a laici e laiche che percorrono un ciclo universitario (2 anni; 4 anni) che permette di insegnare la religione nelle scuole secondarie.

4.​​ Una particolare categoria sono gli istituti di studio, di promozione, di animazione e di aggiornamento. Per es. “Hoger Katechetisch Instituut” (Nijmegen), “Katechetisches​​ Institut” (Wien).

Per ulteriori informazioni consultare le voci che si riferiscono ai diversi paesi.

Joseph Gevaert

ISTITUTO DI CATECHETICA (Roma-UPS)

1.​​ Storia.​​ La nascita dell’IdC dell’Università Pontificia Salesiana di Roma (= UPS) risale al tempo del riconoscimento ufficiale (3-5-1940) dell’allora “Pontificio Ateneo Salesiano” con sede in Torino. Fu lo stesso fondatore dell’Ateneo Salesiano, don Pietro Ricaldone, 4° successore di san Giovanni Bosco, come Superiore generale della Società Salesiana, a volere una “speciale scuola di catechetica” nell’ambito dell’Istituto Superiore di Pedagogia. La scelta di inserire la catechetica nel quadro della pedagogia cristiana non è stata casuale, ma esprimeva la specifica presenza salesiana in questo settore. È significativo un intervento personale di san Giovanni Bosco nel​​ Io​​ Capitolo generale della Società Salesiana a proposito della redazione di un trattato di eloquenza sacra per gli studenti salesiani di teologia: “Bisogna che questo trattatello non riguardi esclusivamente la predicazione, sì bene anche l’educazione da darsi ai giovani. Bisogna incarnarvi il nostro sistema di educazione preventivo” (Memorie biografiche di San Giovanni Bosco,​​ vol. 13, Torino 1932, 292).

Per don P. Ricaldone tutto l’Ateneo Salesiano doveva avere una connotazione pastorale-catechetico-educativa (cf F. Rastello,​​ Don P. Ricaldone,​​ vol. II, Roma, Ed. SDB, 1976, 468s), mentre a livello di diffusione delle idee e dell’animazione pastorale delle diocesi doveva provvedervi il → Centro catechistico salesiano con annessa l’editrice LDC.

Gli anni della seconda guerra mondiale ritardano lo sviluppo dell’ambizioso progetto, e occorre attendere l’anno accademico 1954-1955 perché l’IdC metta in opera per la prima volta un programma organico di specializzazione in catechetica, peraltro ancora modesto: sono previsti corsi di teologia dell’educazione, catechetica I e II, storia della catechesi, psicologia della religione.

Il 2-7-1956 la S. Congregazione dei Seminari e delle Università erige canonicamente l’Istituto Superiore di Pedagogia (= ISP) con capacità di conferire i gradi accademici. Negli Statuti viene approvata la specializzazione in catechetica che contempla, dopo un biennio di “discipline comuni” di tipo pedagogico, le seguenti materie: metodologia catechetica, questioni monografiche di metodologia cat., sintesi della dottrina cattolica per l’istruzione cat., psicologia e sociologia della religione, pastorale giovanile, C. biblica e liturgica, storia della C.

Nel 1958 l’IdC, con gli altri Istituti dell’ISP, si trasferisce a Roma (via Marsala 42), e inizia un processo di vigoroso potenziamento sia con l’istituzione di nuove cattedre e l’arrivo di nuovi docenti, sia con l’avvio di attività di ricerca e di sperimentazione, soprattutto nel settore dell’IR. Da queste ricerche e sperimentazioni avrà origine un’ampia gamma di testi di religione come​​ La scoperta del Regno di Dio​​ e​​ Progetto uomo​​ (ed. LDC).

Nel 1965 l’Ateneo Salesiano si trasferisce, al completo delle sue 5 Facoltà, nella nuova sede di Piazza dell’Ateneo Salesiano, e il 24-5-1973 il papa Paolo VI con il motu proprio “Magisterium vitae” lo eleva al grado di Università ecclesiastica romana.

Gli Statuti dell’UPS del 1971 danno origine a un ulteriore ampliamento dei programmi di catechetica, mentre aumenta notevolmente il numero degli studenti iscritti per il curricolo triennale per la licenza (dopo la preparazione filosofico-teologica di base) e per il biennio del diploma, raggiungendo ogni anno il centinaio.

Con i nuovi Statuti dell’8-12-1982 viene istituita nell’UPS la “Struttura dipartimentale di pastorale giovanile e catechetica”, in cui collaborano pariteticamente la Facoltà di Teologia e di Scienze dell’Educazione. L’IdC ha, nella nuova struttura didattica, un particolare ruolo di competenza e di animazione, congiuntamente all’Istituto di Pastorale della Facoltà teologica.

2.​​ Ricerche, pubblicazioni, iniziative.​​ Le attività e le ricerche dell’Istituto di catechetica si trovano riflesse in numerose pubblicazioni:

— Per la​​ formazione dei catecheti​​ sono stati approntati successivamente studi di alta divulgazione, come il volume di P. Braido (ed.),​​ Educare. Sommario di scienze pedagogiche,​​ Torino, PAS, 1956. Nella seconda edizione (1960) il 2° volume è interamente dedicato alla catechetica. Così pure il 3° volume nella terza edizione (1964). Nel 1971, dopo le prime esperienze dei bienni estivi di “pedagogia catechistica”, prende il via l’ambiziosa collana “Quaderni di pedagogia catechistica” (usciranno in pochi anni ben 16 volumi presso l’ed. LDC), sostituita, a partire dal 1983, dalla nuova serie “Studi e ricerche di catechetica” (sono apparsi finora una decina di volumi).

— La teoria e la pratica​​ deWinsegnamento della religione​​ è stato uno dei settori particolarmente curati dallTdC. Oltre ai testi di religione già menzionati, sono da ricordare i sussidi per la scuola elementare (Viva la vita, 5​​ vol., 1977-1984, LDC),​​ Religione e Vangelo oggi in Italia​​ per la scuola media (3 vol., 1981-1983, LDC),​​ «Dossier giovani” (28 volumetti apparsi negli anni ’70). Sul piano della ricerca empirica e teoretica, l’Istituto ha promosso numerose indagini nelle scuole italiane (cf G. C. Milanesi,​​ Religione e liberazione,​​ Torino, SEI, 1971), documentazioni e confronti a livello internazionale (Scuola e religione.​​ Vol. I:​​ Una ricerca internazionale,​​ Leumann-Torino, LDC, 1971) e italiano (Scuola e religione.​​ Vol. II:​​ Situazione e prospettive in Italia,​​ ivi, 1973;​​ Insegnare la religione oggi,​​ 2 vol., ivi, 1977).

— I corsi non universitari di formazione catechetica​​ si susseguono ininterrottamente dal 1965 durante il periodo estivo (fino al 1973 al Passo della Mendola, successivamente in Val Badia-Bolzano). Dopo la formazione generale cat. sviluppata negli anni del dopo-Concilio, i corsi hanno ora un carattere piuttosto monografico a seconda delle richieste delle diocesi italiane: i’IR, la formazione dei catechisti, l’iniziazione cristiana con i preadolescenti e i giovani, ecc.

— A livello di​​ consulenza e di scambi internazionali,​​ i docenti dell’Istituto sono impegnati nella collaborazione con i Dicasteri competenti della Curia romana, con l’Ufficio cat. nazionale della​​ CEI,​​ con l’Équipe​​ européenne​​ de​​ catéchèse,​​ in seminari di studio bilaterali con gruppi di docenti tedeschi e spagnoli. A livello di studenti, hanno avuto un grande significato i viaggi di studio internazionali a Bruxelles, Nimega, Madrid, Parigi, Monaco, Lyon, Israele.

Bibliografia

J. Gevaert, 25​​ anni dell’Istituto di Catechetica...,​​ in “Orientamenti Pedagogici” 26 (1979) 724-731; G. Malizia – E. Alberich (ed.),​​ A servizio dell’educazione.​​ La Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Università Pontificia Salesiana, Roma, LAS, 1984.

Roberto Giannatelli

image_pdfimage_print

Related Voci

image_pdfimage_print