Home > Uncategorized > E(m) Vol. sesto (1878-1879), lett. 2666-3120

E(m) Vol. sesto (1878-1879), lett. 2666-3120

image_pdfimage_print

Accedi a Dropbox

1878

Lett. n. 2666. A don Michele Rua *Roma, 3 [gennaio 18]78 Chiede in quale giorno ebbero luogo le varie sedute del clero dell’arcidiocesi di Torino – ha aggiunto un nuovo segretario 33 <+>

Lett. n. 2667. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri *Roma, 7 gennajo 1878 Ringrazia della lettera ricevuta e del consiglio di evitare ogni pubblicazione circa la vertenza tra la congregazione salesiana e l’arcivescovo di Torino – espone con ampiezza i passi persecutori dell’arcivescovo contro la congregazione salesiana e lui stesso, che portano a gravi conseguenze – chiede un’altra breve udienza 33 <+>

Lett. n. 2668. A don Michele Rua [Roma, 7 gennaio 1878] Invia una proposta per il collegio di Lanzo, da presentarsi al cav. Alessio – chiede di scrivere a don Scappini affinché interpelli il sindaco di Lanzo per la validità delle convenzioni – risponderà appena ricevute le informazioni richieste 38 <+>

Lett. n. 2669. A don Michele Rua [Roma, poster. 7 gennaio 1878] Consiglia di allontanare don Barberis dalle sue occupazioni a motivo della sua malferma salute – ha scritto alla contessa Appiani per un aiuto ai Figli di Maria di Genova-Sampierdarena – scriverà alla contessa Bricherasio per una sovvenzione a favore della chiesa di S. Giovanni 39 <+>

Lett. n. 2670. Al padre domenicano Giovanni Tommaso Tosa *Roma, 11 gennajo 1878 Trasmette la copia del rescritto di concessione dei privilegi agli Oblati di Maria Vergine – chiede il suo intervento per la concessione di analoghi privilegi in favore della società salesiana – difficoltà nei rapporti con mons. Gastaldi – nuove norme diocesane sulle confessioni 40 <+>

Lett. n. 2671. Al conte Carlo Cays Roma, 12 [gennaio 18]78 Continuerà a pregare per l’anima del defunto conte Birago – migliorate le condizioni di salute del papa – parla della morte del re – accenni ai preparativi per le sue ordinazioni 41 <+>

Lett. n. 2672. A don Taddeo Remotti Roma, 12 [gennaio 18]78 Consigli riguardo il lavoro – manda saluti ai confratelli ed agli allievi che desiderano farsi salesiani 43 <+>

Lett. n. 2673. A don Michele Fassio Roma, 12 [gennaio 18]78 Dà suggerimenti per aiutarlo a superare momenti di inquietudine spirituale 43 <+>

Lett. n. 2674. A don Giuseppe Ronchail [Roma, poster. 12 gennaio 1878] Attende risposta da mons. Dupanloup per definire il Sermon de Charité – impossibile il regolamento di Cannes, conviene spostarsi a Saint-Cyr a Marsiglia – ringrazia i ragazzi per i loro auguri che ricambierà con una visita in febbraio – necessità di preti e chierici francesi 44 <+>

Lett. n. 2675. A don Giovanni Battista Francesia Roma, 13 [gennaio 18]78 Incoraggia nella difficoltà – avvisa di radunare una conferenza dei Cooperatori salesiani a Varazze – saluta tutti i confratelli e gli allievi del collegio inviando loro la benedizione del papa 45 <+>

Lett. n. 2676. A don Michele Rua *Roma, 13 [gennaio 18]78 Chiede di rinnovare il suo abbonamento ferroviario e quello di Rossi Giuseppe – desidera avere notizie di casa Clara e di casa Giusiana – domanda il nome di battesimo del dott. Albertotti 46 <+>

Lett. n. 2677. Al ministro della Marina Benedetto Brin *Roma, 16 genn[aio 18]78 Richiede alcune suppellettili fuori d’uso esistenti nei magazzini del Ministero della Marina, da utilizzare per il suo collegio di La Spezia in cui scarseggiano i mobili 47 <+>

Lett. n. 2678. Al papa Pio IX *[Romae] 19 jan[uarii] 1878 Supplica per la concessione ai direttori di case salesiane della facoltà di autorizzare i salesiani, impegnati nella pastorale, ad assolvere i penitenti nei casi previsti 48 <+>

Lett. n. 2679. Al papa Pio IX [Roma, 19 gennaio 1878] – A causa della povertà in cui trovasi la chiesa di S. Gaetano in Sampierdarena, gestita da – alcuni salesiani, supplica a voler accordare la riduzione del numero di messe da celebrarsi 49 <+>

Lett. n. 2680. Al papa Pio IX [Roma, 19 gennaio 1878] Supplica per la concessione di indulgenza plenaria per i visitatori di chiese o oratori in determinate festività – chiede indulgenza per i giovani delle case salesiane – estensione – a tutti i fedeli delle indulgenze già concesse ai Cooperatori salesiani 50 <+>

Lett. n. 2681. Al Segretario di Stato, cardinale Giovanni Simeoni *Roma, 20 gennajo 1878 – Alcuni pensieri religiosi manifestati dal Re Vittorio nell’ultimo giorno di vita dettati da un – suo domestico che gli prestava servizio 51 <+>

Lett. n. 2682. A don Michele Rua [Roma, 20 gennaio 1878] Approva il chierico Lucca come aiutante di don Barberis – chiede se durante la sua assenza sono venuti nuovi salesiani all’Oratorio – comunica di recarsi dal cav. Faja per ritirare del denaro – informa della partenza del giovane Palmieri che non vuole farsi salesiano 53 <+>

Lett. n. 2683. A don Michele Rua [Albano, 22 gennaio 1878] Avvisa di festeggiare da soli la festa di S. Francesco di Sales – manda un invito sacro – dice al coadiutore Pelazza di portare alla revisione l’edizione della vita di Domenico Savio – avvisa di non firmare più cambiali per il sig. Varetti – conferenza in Roma ai Cooperatori salesiani – ordini sacri al conte Cays – pubblicazioni di lettere di missionari sul – Bollettino Salesiano 54 <+>

Lett. n. 2684. Al chierico Francesco Bonora – *Albano Laziale presso al monumento degli Orazi e Curiazi, 22 gennaio [18]78 – Ringrazia per la lettera di augurio – desidera che lui, i suoi allievi e quelli di don Febbraro diventino fervorosi salesiani – chiede di salutare alcuni maestri, alunni e vari confratelli 55 <+>

Lett. n. 2685. A don Francesco Dalmazzo Albano, 23 [gennaio 18]78 – Ringrazia per gli auguri ricevuti dai suoi allievi – manda a tutti la benedizione del papa – chiede ed assicura preghiere 56 <+>

Lett. n. 2686. Alla contessa Teresa Mastai Ferretti *Roma, 23 genn[aio] 1878 – Torre de’ Specchi 36 – La lascia iscritta tra i Cooperatori salesiani senza alcuna obbligazione 57 <+>

Lett. n. 2687. A don Michele Rua Roma, 24 [gennaio 18]78 – Dispiaciuto per le malattie che molestano l’Oratorio, promette preghiere – è ancora in attesa di una sospirata udienza papale – chiede la nota dei Cooperatori di Roma ai quali – fu inviato e resta da inviare il diploma 58 <+>

Lett. n. 2688. A don Giovanni Bonetti [Roma, 24 gennaio 1878] Conferma di aver affidato a lui solo la redazione del Bollettino Salesiano con nessun altro incarico 59 <+>

Lett. n. 2689. A don Michele Rua [Roma, poster. 24 gennaio 1878] Chiede di convocare il Capitolo Superiore per trattare del collegio di Ceccano – inoltre può comunicare che le cose della Congregazione vanno bene – ringrazia don Riccardi e – don Branda della lettera di augurio 59 <+>

Lett. n. 2690. Circolare ai Cooperatori salesiani di Roma *Roma, 25 gennaio 1878 – Invito alla conferenza salesiana – raccolta di fondi per le missioni salesiane 61 <+>

Lett. n. 2691. Al papa Pio IX *Roma, 27 [gennaio 1878] Torre de’ Specchi 36 – Domanda onorificenze per insigni benefattori 62 <+>

Lett. n. 2692. A don Faustino Confortòla *Roma, 27 [gennaio 18]78 – Torre Specchi 36 – 2 – Conferma il suo assenso per l’entrata nella congregazione – ricorda che dovrà portare una lettera o il certificato di moralità del suo vescovo – auspicabile anche un contributo economico – utile un abboccamento personale 63 <+>

Lett. n. 2693. A don Michele Rua *Roma, 27 [gennaio 18]78 – Autorizza la stampa del catalogo della Società di S. Francesco di Sales – elenca i nomi dei membri del Capitolo Superiore – grande conferenza dei Cooperatori salesiani presieduta – dal cardinal Vicario 64 <+>

Lett. n. 2694. Alla contessa Emma Brancadoro Roma, 28 [gennaio 18]78 – Torre de’ Specchi 36 – 2 – La informa che rimarrà ancora a Roma – ha chiesto una benedizione apostolica per la sua famiglia – richiede offerta per i missionari 65 <+>

Lett. n. 2695. Al Segretario di Stato, cardinale Giovanni Simeoni *Roma, 28 genn[aio] 1878 – Torre de’ Specchi 36 – 2 – Presenta alcune suppliche indirizzate al papa – invito pressante per recarsi alla conferenza – dei Cooperatori 65 <+>

Lett. n. 2696. A don Michele Rua [Roma, 29 gennaio 1878] – Comunicherà i particolari della conferenza presieduta dal card. Vicario – chiede di aver – cura di don Bonetti e di don Barberis – chiede di nuovo il nome del dott. Albertotti 66 <+>

Lett. n. 2697. A don Michele Rua [Roma, 30 gennaio 1878] – Pur dovendo spendere denaro, riesce a mandarne anche a don Rua – informa che stanno – tutti bene 67 <+>

Lett. n. 2698. A don Michele Rua *Roma, 31 genn[aio] 1878 – Invia la lettera per mezzo del prof. Francesco Giovannardi Corelli, che desidera farsi salesiano – chiede di trattarlo come tale 68 <+>

Lett. n. 2699. A don Giuseppe Ronchail *Roma, 2 febbraio [18]78 – Torre Specchi 36 – Chiede di sollecitare una risposta alla sua lettera da parte di mons. Dupanloup – sospesa la pratica per l’affare del Laghetto – prima conferenza dei Cooperatori di Roma – annuncia partenza da Roma il 15 febbraio 68 <+>

Lett. n. 2700. Al giovane Vittorio Cesconi *Roma, 2 febb[raio 18]78 – Torre Specchi 36 – Ringrazia per l’offerta che gli ha inviato – appena gli sarà possibile parlerà con il papa sulla questione del cameriere segreto – chiede preghiere in suo favore – ricevuta la notizia della morte dello zio 69 <+>

Lett. n. 2701. Al ministro dell’Interno Francesco Crispi *Roma, 2 febbraio 1878 – Chiede una decorazione cavalleresca per il dott. Albertotti il quale da anni prestava gratuitamente la sua assistenza medica all’Oratorio – breve descrizione della sua carriera 70 <+>

Lett. n. 2702. Al primo segretario del re per l’Ordine Mauriziano, Cesare Correnti – [Roma, 2 febbraio 1878] – Chiede una decorazione cavalleresca per il dott. Albertotti (v. Lett. prec.) 72 <+>

Lett. n. 2703. Al primo segretario del re per l’Ordine Mauriziano, Cesare Correnti – [Roma, 2 febbraio 1878] – Chiede una decorazione mauriziana per l’impresario Felice Faja – breve resoconto delle – sue generosità 72 <+>

Lett. n. 2704. Al padre benedettino Gregorio Palmieri *Roma, 2 febbraio 1878 – Torre de’ Specchi 36 – Ringraziamento per l’offerta fatta come Cooperatore salesiano 73 <+>

Lett. n. 2705. Al pro-segretario della S. Congregazione dei VV. e RR., mons. Angelo Bianchi – *Roma, 4 febbrajo 1878 – Espone le difficoltà con l’arcivescovo di Torino e i suoi timori per le continue circolari emanate dallo stesso mons. Gastaldi – supplica il suo aiuto 74 <+>

Lett. n. 2706. Al commendatore Giovanni Battista Gazzolo Roma, 4 febbraio [18]78 – Torre de’ Specchi 36 – Lo informa che non è ancora riuscito a trovargli un’occupazione degna della sua personalità 76 <+>

Lett. n. 2707. A don Michele Rua Roma, 5 febbraio [18]78 – Serie di incarichi ed informazioni – chiede le fedi di nascita del chierico Franchini per la dispensa – richiesta papale di apertura di una casa in Roma – informazioni riguardanti i suoi contatti ed i suoi spostamenti – funerale in musica per il conte Luigi Giriodi – migliorata la salute del papa 77 <+>

Lett. n. 2708. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Roma, 7 febb[raio 18]78 – Torre de’ Specchi 36 – Titolo onorifico per il teol. Belasio – dispiacere per la morte del papa Pio IX – lettera pastorale di mons. Gastaldi sulla morte di re Vittorio Emanuele II non gradita alla Santa – Sede 78 <+>

Lett. n. 2709. Al vescovo di Susa Edoardo Rosaz Roma, 7 febb[raio 18]78 – Torre de’ Specchi 36 – Consigli preziosi riguardo la sua nuova missione di vescovo di Susa – annuncio (prematuro) della morte del papa 79 <+>

Lett. n. 2710. Al vescovo di Rio de Janeiro, Pietro Maria Lacerda *Roma, 8 febb[raio] 1878 – Lo informa della morte del generale Lamarmora, del re e del papa – ha ricevuto lettera da – Lisbona ove si desidera aprire una casa salesiana – è disposto ad aprire una nuova casa a – Rio de Janeiro 81 <+>

Lett. n. 2711. A don Felice Perucchetti *Roma, 8 febb[raio 18]78 – Torre de’ Specchi 36 – Accettazione all’Oratorio di un ex parroco – consiglia di farlo venire tra ottobre e aprile – per qualche settimana – ricevuti soldi per l’Opera di Maria Ausiliatrice 83 <+>

Lett. n. 2712. A don Michele Rua *Roma, 10 febbraio [18]78 – Sospese le pratiche relative alla congregazione – informa di non dare certificati di frequenza di confessione – si unisce al loro dolore per la perdita di alcuni allievi e di un confratello 83 <+>

Lett. n. 2713. A don Giovanni Bonetti *Roma, 14 febbraio [18]78 – Consiglia di non essere polemico negli articoli pubblicati sul Bollettino Salesiano – precisione senza esagerazione nei numeri dei salesiani sacerdoti usciti da Valdocco – commissioni varie – informazioni sul proprio programma di viaggio 84 <+>

Lett. n. 2714. A don Michele Rua Magliano, 18 febbraio [18]78 – Visita al seminario di Magliano – partirà per Genova dopo l’elezione del nuovo papa – consigli per la vendita della cartiera di Mathi – ha veduto la salma del papa 85 <+>

Lett. n. 2715. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Roma, 19 febb[raio 18]78 – Torre de’ Specchi 36 – Si è aperto il conclave per l’elezione del nuovo papa – gli invierà il diploma con la nomina di Cameriere segreto per il teol. Belasio – di ritorno al nord spera fargli visita 86 <+>

Lett. n. 2716. Alla contessa Teresa Cazzulini *Roma, 20 febbraio [18]78 – Ringrazia per la lettera ricevuta – pregherà per il figlio – sarà ad Alassio fra pochi giorni 87 <+>

Lett. n. 2717. Al ministro dell’Interno Francesco Crispi *Roma, 21 febb[raio] 1878 – Elenco delle località di Roma che potrebbero servire ai salesiani – promemoria sul sistema preventivo nell’educazione della gioventù 88 <+>

Lett. n. 2718. Al vescovo di Luni-Sarzana e Brugnato, Giuseppe Rosati – *Roma, 22 febb[raio 18]78 – Lo informa che rimarrà ancora alcuni giorni a Roma per trattare l’affare della casa di La – Spezia con il nuovo papa – spera di vederlo nel caso dovesse sostare a Sarzana nel ritorno 92 <+>

Lett. n. 2719. Al papa Leone XIII *Roma, 22 febbraio 1878 – Presenta, a nome di tutta la congregazione salesiana, l’omaggio per la sua elezione a capo supremo della Chiesa – chiede protezione per la congregazione 93 <+>

Lett. n. 2720. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Roma, 24 febb[raio] 1878 – Trasmette il brevetto di nomina a Cameriere segreto per il teol. Belasio 94 <+>

Lett. n. 2721. Al papa Leone XIII [Roma, 25] febbraio 1878 – Pensieri vari per il nuovo pontefice sulle necessità della Chiesa – cura particolare delle vocazioni e delle nuove congregazioni religiose di vita attiva 95 <+>

Lett. n. 2722. A don Michele Rua [Roma, poster 25 febbraio 1878] Avvisa di organizzarsi per fare una riunione di direttori a Sampierdarena a proposito delle deliberazioni del Capitolo Generale – ha domandato un’udienza al papa 96 <+>

Lett. n. 2723. Al Segretario di Stato, cardinale Giovanni Simeoni Roma, 27 febb[raio] 1878 – Torre de’ Specchi 36 – Ringrazia del permesso dato al padre Palmieri di copiare 14 lettere di S. Francesco di Sales – dagli originali conservati negli Archivi Vaticani – chiede l’autenticazione 97 <+>

Lett. n. 2724. A don Michele Rua *Roma, 28 febbraio [18]78 – Serie di informazioni e commissioni: avvisa che la sua partenza è stata rimandata per volere del papa – decida di comune accordo con don Cerruti circa don Cibrario – chiede il motivo della venuta a Roma dell’arcivescovo Gastaldi – don Bonetti prepari un articolo per il Bollettino salesiano sulla chiesa di S. Giovanni di cui gli offre cenni – benedizione – papale per tutti 98 <+>

Lett. n. 2725. Circolare ai benefattori *[Roma] Torino, marzo 1878 – Richiesta di offerte in favore dei lavori della casa di Nizza Monferrato – restauri del santuario della Madonna delle Grazie che si cambierà in una casa di educazione – si accetta qualsiasi tipo di offerte – assicura agli oblatori l’apostolica benedizione 100 <+>

Lett. n. 2726. A don Giovanni Branda *Roma, 2 marzo [18]78 – Ringrazia per le lettere scrittegli, le preghiere e le comunioni fatte in suo favore ed in favore della Chiesa – quando sarà ricevuto dal papa presenterà la corona di comunioni – fatta dagli artigiani – dà la sua benedizione 102 <+>

Lett. n. 2727. A don Michele Rua Roma, 2 marzo [18]78 – Serie di informazioni e di incarichi – momenti difficili per la Chiesa – mons. Cigolini – eletto Cameriere Segreto – morte dell’avv. Sertorio – trattative col papa 103 <+>

Lett. n. 2728. Alla signora Teresa Lyevre *Roma, 2 marzo 1878 – Manda saluti a mons. Galletti ed al can. Fassino – consiglia di scrivere al figlio raccomandandogli la fugacità della vita e la pratica della religione 104 <+>

Lett. n. 2729. A don Giovanni Bonetti *Roma, 6 marzo [18]78 – Chiede l’invio di una decina di copie di La figlia cristiana – lista di incarichi 105 <+>

Lett. n. 2730. A don Luigi Guanella Roma, 8 marzo [18]78 – Gioia per la ritrovata salute del comm. Dupraz, l’aumento del numero degli allievi e il buono spirito dei salesiani – raccomanda l’osservanza di alcune regole – date le strettezze finanziarie, chiede di fare economia 106 <+>

Lett. n. 2731. All’arciprete di Varzo Novarese, Antonio Stoppani *Roma, 8 marzo [18]78 – Dietro un’immagine di Maria Ausiliatrice scrive pensiero spirituale – conserva reliquia – di Pio IX per lui 108 <+>

Lett. n. 2732. A don Oddone Ternavasio *Roma, 8 marzo [18]78 – Autorizza la lettura dei libri proibiti se sarà utile al suo ministero 108 <+>

Lett. n. 2733. Al neosegretario di Stato, cardinale Alessandro Franchi *Roma, 8 marzo 1878 – Torre de’ Specchi 36 – Si congratula col nuovo Segretario di Stato – auspica che egli continui la benevolenza – ai salesiani 109 <+>

Lett. n. 2734. Al papa Leone XIII *[Roma] Torino, 10 marzo 1878 – Supplica per l’approvazione di una formula della benedizione di Maria Ausiliatrice, da lui composta 110 <+>

Lett. n. 2735. Al vescovo di Amelia Nicola Pace *Roma, 12 marzo 1878 – Torre de’ Specchi 36 – Si scusa per non aver risposto alla sua lettera che chiedeva informazioni sull’eventuale affidamento del locale seminario ai salesiani, sul modello dell’esperienza in corso a Magliano Sabina – chiede di inviargli un suo segretario per intendersi di varie questioni – spera – di poterlo ossequiare di persona 111 <+>

Lett. n. 2736. Al canonico Clément Guiol *Roma, 14 marzo 1878 – Torre de’ Specchi 36 – Spera di essere a Marsiglia al più presto – invia una foto di Pio IX – chiede di informare – il vescovo che ha portato il progetto di una nuova casa a Marsiglia al papa 112 <+>

Lett. n. 2737. Al conte Carlo Cays *Roma, 14 marzo [18]78 – Raccomanda l’attento controllo dell’edizione di un racconto storico del 3° secolo – ritardate le sue ordinazioni – invito a curarsi la salute – saluti a varie persone 113 <+>

Lett. n. 2738. A don Michele Rua *Roma, 14 marzo [18]78 – Informazioni e commissioni – sta ultimando le pratiche relative alla congregazione – annuncia che sarà a Sampierdarena il giorno 25 per trattare dei loro affari – chiede varie – cose e dà disposizioni 114 <+>

Lett. n. 2739. A don Oddone Ternavasio *Roma, 14 marzo [18]78 – Telegramma – autorizza la benedizione delle medaglie 115 <+>

Lett. n. 2740. Alla contessa Isabella Sclopis *Roma, 15 marzo [18]78 – Biglietto consolatorio (scritto dietro un’immaginetta con fiori essiccati) 116 <+>

Lett. n. 2741. Al papa Leone XIII [Roma, metà marzo 1878] – Supplica in cui chiede facoltà e mezzi economici per aprire un oratorio e un ospizio salesiano in Roma 116 <+>

Lett. n. 2742. Al papa Leone XIII [Roma, metà marzo 1878] – Indica le opere salesiane recentemente aperte e chiede sussidi per sostenerle 118 <+>

Lett. n. 2743. Al papa Leone XIII [Torino, metà marzo 1878] – Supplica per il rinnovo della dispensa dalle lettere testimoniali per i giovani che studiano – nelle case della congregazione 120 <+>

Lett. n. 2744. Al papa Leone XIII [Roma, metà marzo 1878] Supplica per la nomina del card. Luigi Oreglia come protettore della congregazione delle Missioni d’America, dei Cooperatori salesiani, dell’Opera di M. A. per le vocazioni ecclesiastiche e dell’Arciconfraternita di Maria Ausiliatrice 121 <+>

Lett. n. 2745. Al neoprefetto della Propagazione della Fede, cardinale Giovanni Simeoni – [Roma, poster. 16 marzo 1878] – Espone quanto già chiesto nel colloquio orale, ossia un Vicariato o Prefettura apostolica in Carmen di Patagones – informa di poter preparare 10 sacerdoti e 10 catechisti per un altro Vicariato apostolico in India 121 <+>

Lett. n. 2746. A don Giovanni Bonetti [Roma, 17 marzo 1878] Udienza con il papa che vuole essere Cooperatore salesiano – manda una speciale benedizione ai giovani – spera di essere a Sampierdarena come stabilito – domandata speciale – benedizione al papa, di cui riferire agli interessati 123 <+>

Lett. n. 2747. Al conte Francesco Viancino di Viancino *Roma, S. Giuseppe [19 marzo] 1878 – Invia un librettino da tradurre – è stato in udienza dal papa, che ha benedetto i salesiani ed – ha voluto annoverarsi tra i Cooperatori salesiani 128 <+>

Lett. n. 2748. Al papa Leone XIII [Roma, poster. 19 marzo 1878] Supplica per onorificenze pontificie a due benefattori: Emanuele Campanella e Giovanni Frisetti 129 <+>

Lett. n. 2749. A don Giovanni Bonetti *Roma, 20 marzo [18]78 – Chiede di preparargli una biografia del nuovo pontefice da pubblicare, insieme ad un articolo sulla morte di Pio IX 130 <+>

Lett. n. 2750. A don Giuseppe Lazzero *Roma, 23-24 marzo [18]78 – Lista di commissioni: ringrazia tutti quelli della Compagnia di S. Giuseppe delle preghiere fatte per lui – disposizioni per la sostituzione di Gastini – elenca varie commissioni per don Rua 131 <+>

Lett. n. 2751. A don Michele Rua [Roma, 25 marzo 1878] Lista di informazioni: comunica di andare avanti con le trattative per Chieri – non potrà essere a Sampierdarena all’ora precedentemente stabilita – buoni risultati dall’udienza papale 132 <+>

Lett. n. 2752. Al cardinale protettore Luigi Oreglia di S. Stefano *Roma, 25 marzo 1878 – Espone con precisione la difficile situazione creatasi tra la congregazione salesiana e l’arcivescovo di Torino – elenca i bisogni in cui essa si trova, fra cui la concessione dei sospirati “privilegi” – disponibilità del papa – chiede il suo consiglio 133 <+>

Lett. n. 2753. A don Giuseppe Ronchail *Sampierdarena, 27 marzo [18]78 – Invia una copia della circolare da stamparsi e diffondere fra i collettori di offerte – annuncia il suo arrivo a Nizza – porterà con sé don Rua e qualcun altro del Consiglio superiore 136 <+>

Lett. n. 2754. Circolare ai Cooperatori di Nizza Marittima [Sampierdarena, 27 marzo 1878] Si complimenta per il lavoro finora svolto – relazione sui bisogni speciali in cui versa il Patronato di S. Pietro – raccomanda a tutti i Cooperatori nicesi di procurare sussidi a – favore di tale istituto – nuovo pontefice annoverato fra i Cooperatori salesiani 137 <+>

Lett. n. 2755. Al barone Aimé Héraud *Nizza [Marittima], 12 apr[ile] 1878 – Ringrazia per la sua carità ai salesiani ed a tutto il Patronato di S. Pietro – assicura di pregare ogni giorno per lui e la moglie – don Ronchail attende la sua visita per alcuni consigli 139 <+>

Lett. n. 2756. All’avvocato Giovanni Battista Aluffi *Torino, 25 aprile 1878 – A proposito dell’onorificenza richiesta in favore del dott. Albertotti – chiede consiglio in merito al progetto ministeriale di apertura di case per fanciulli pericolanti – a Lanzo sarà accolto il ragazzo raccomandatogli – è tornato a Torino 140 <+>

Lett. n. 2757. Al conte Eugenio De Maistre *Torino, 25 aprile [18]78 – È felice per le condizioni di salute della contessa – chiede al conte di recarsi a Torino in occasione della benedizione della pietra angolare della chiesa di S. Giovanni Evangelista 141 <+>

Lett. n. 2758. Al segretario della S. Congregazione dei Riti, cardinale Placido Ralli – Torino, 29 aprile 1878 – Richiesta di restituzione di registro di raccomandazioni 142 <+>

Lett. n. 2759. Al Prefetto di Torino Camillo Caracciolo *Torino, 3 maggio 1878 – Risposta alla circolare sui provvedimenti contro la congiuntivite – supplica un appoggio presso il Consiglio Provinciale affinché lo aiuti ad effettuare i provvedimenti reclamati dall’igiene pubblica 143 <+>

Lett. n. 2760. Al sig. Domenico Varetti *Torino, 4 maggio 1878 – Proposta per risolvere la vertenza in corso per la cartiera di Mathi 145 <+>

Lett. n. 2761. Al Segretario di Stato, cardinale Alessandro Franchi [Torino, 8 maggio 1878] Promemoria per le onorificenze chiesta già al compianto Pio IX per il signor Giovanni Frisetti e l’ingegnere Emanuele Campanella 146 <+>

Lett. n. 2762. Al Segretario di Stato, cardinale Alessandro Franchi *Torino, 8 maggio 1878 – Autodifesa circa la costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista in memoria di Pio IX e il consenso dell’autorità ecclesiastica diocesana – difficoltà di avere Cooperatori salesiani nell’arcidiocesi – il Bollettino Salesiano si stampa fuori diocesi, a Genova 147 <+>

Lett. n. 2763. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 9 maggio 1878 – Ringrazia per aver ammesso i chierici alle ordinazioni nelle successive quattro tempora – assicura preghiere per la sua sanità – ha risposto al card. Franchi riguardo all’appello per – la Chiesa di S. Giovanni Evangelista – spera di vederlo il giorno di Maria Ausiliatrice 149 <+>

Lett. n. 2764. Circolare ai Cooperatori salesiani di Torino Torino, 10 maggio 1878 – Invito alla conferenza annuale dei Cooperatori fissata per il giorno 16 maggio 150 <+>

Lett. n. 2765. Circolare ai parroci Torino, [maggio 1878] – Manda il diploma di Cooperatore salesiano con ufficio di decurione 151 <+>

Lett. n. 2766. Alle loro maestà conte e contessa di Chambord [Torino, maggio 1878] – Invito ad accettare l’iscrizione all’Unione dei Cooperatori salesiani 151 <+>

Lett. n. 2767. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 12 maggio 1878 – Comunica la data delle cresime e il giorno in cui si terrà la conferenza dei Cooperatori salesiani 152 <+>

Lett. n. 2768. Circolare a parroci [Torino], Allì 14 maggio 1878 – Informa del bisogno di sante messe da celebrarsi – lo prega di volerlo favorire quanto possibile di offerte di celebrazioni eucaristiche 153 <+>

Lett. n. 2769. Al prefetto di Torino [Quintino Movizzo] Torino, 14 maggio 1878 – Assicura di aver provveduto a quanto disposto dopo la visita sanitaria all’Oratorio – non – si è ancora avuta altra visita di controllo – elenca i provvedimenti attuati 153 <+>

Lett. n. 2770. Al canonico Francesco Della Valle *Torino, 17 maggio [18]78 – Chiede un’eventuale petizione in favore della nomina vescovile del Rettore del seminario di Albenga sottoscritta da canoni e parroci – si impegna personalmente a farla pervenire – nelle mani del papa 155 <+>

Lett. n. 2771. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 18 maggio 1878 – Non avendo l’arcivescovo potuto accogliere l’invito per la festa di Maria Ausiliatrice, domanda il permesso di poter invitare il vescovo di Alessandria – chiede di scegliere un – giorno festivo per le cresime – supplica per l’apertura della chiesa e scuola in Chieri 156 <+>

Lett. n. 2772. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, [19 maggio 18]78 – Supplica per permettere l’alloggio delle Figlie di Maria Ausiliatrice nell’edificio con cappella di S. Teresa in Chieri – chiede di delegare una persona per la benedizione della cappella 157 <+>

Lett. n. 2773. Al cavaliere Marco Gonella *Torino, 19 maggio [18]78 – Chiede di accettare l’uffizio di Priore per la festa di Maria Ausiliatrice 157 <+>

Lett. n. 2774. Alla marchesa Marianna Zambeccari *Torino, 19 maggio [18]78 – La invita a fargli visita in occasione della festa di Maria Ausiliatrice 158 <+>

Lett. n. 2775. Al sindaco di Torino Luigi Ferraris Torino, 21 maggio 1878 – Supplica di continuare a concedergli il sussidio per le scuole elementari serali – ne spiega brevemente la storia 159 <+>

Lett. n. 2776. Al dottor Ottavio Losana *Casa [Torino], 22 maggio 1878 – Richiesta di prestazione del servizio medico ai suoi ragazzi per rispondere alle esigenze – della commissione sanitaria 161 <+>

Lett. n. 2777. Circolare a sacerdoti Torino, Festa di Maria Ausiliatrice [24 maggio] 1878 – Propone la celebrazione di un certo numero di sante messe lungo il corso di un anno cedendo a lui la relativa elemosina in favore della chiesa di S. Giovanni Evangelista 162 <+>

Lett. n. 2778. Al giovane Pietro Radicati *Torino, 24 maggio [18]78 – Comunica di accettarlo tra i suoi figli salesiani 163 <+>

Lett. n. 2779. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 25 maggio 1878 – Onde evitare prevedibili proteste, gli domanda se può accettare nell’Oratorio il chierico – Guanti di Chieri come aspirante della congregazione salesiana 163 <+>

Lett. n. 2780. Al segretario dei Brevi Apostolici, mons. Domenico Jacobini – [Torino, post. 27 maggio 1878] – Supplica a voler promuovere un duplicato del Breve di nomina di Giovanni Frisetti a cavaliere dell’Ordine di S. Gregorio 164 <+>

Lett. n. 2781. Al Segretario di Stato, cardinale Alessandro Franchi *Torino, 28 maggio 1878 – Dà nuovi chiarimenti in merito all’accusa fatta dall’arcivescovo di Torino relativa all’articolo pubblicato sul Bollettino per la Chiesa di S. Giovanni – chiede la sua protezione per – la congregazione salesiana 165 <+>

Lett. n. 2782. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Torino, 1° giugno 1878 – Rinnova i chiarimenti già dati al Segretario di Stato in merito al suo invito a desistere dal raccogliere elemosine presso i Cooperatori Salesiani per i lavori della chiesa di S. Giovanni – eretta in onore di papa Pio IX 167 <+>

Lett. n. 2783. A don Luigi Guanella *Torino, 2 giugno [18]78 – Consiglia di continuare a seguire tranquillamente la sua vocazione per il triennio previsto, – poi si vedrà – chiede il suo futuro aiuto per l’opera salesiana in Europa ed in America 169 <+>

Lett. n. 2784. Circolare *Torino, 2 giugno 1878 – Invito al servizio religioso in suffragio dell’anima del marchese Domenico Fassati 170 <+>

Lett. n. 2785. Al marchese Paolo Solaroli *Torino, 11 giugno 1878 – Lo invita a collocare la pietra angolare della chiesa di San Giovanni Evangelista 170 <+>

Lett. n. 2786. A don Valentino Cassinis Torino, 12 giug[no 18]78 – Informato del suo cattivo stato di salute, gli raccomanda di riguardarsi – prega di scrivergli con il cuore in mano – se necessario cercherà di fargli trascorrere un periodo in Europa 171 <+>

Lett. n. 2787. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino, poster. 12 giugno 1878] – Rientra da Nizza Monferrato – ringrazia di aver accettato l’invito a celebrare la Messa – nella Chiesa di Maria Ausiliatrice il giorno di S. Luigi 172 <+>

Lett. n. 2788. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Torino, 18 giugno 1878 – Spiega ampiamente le ragioni canoniche per cui accordò la dispensa al conte Cays dal compiere un anno di noviziato incorporandolo prima di tale termine alla congregazione salesiana 172 <+>

Lett. n. 2789. A don Michele Rua [Torino, 22 giugno 1878] Appunti per una lettera da inviare da don Rua al sig. Domenico Varetti a riguardo della cartiera di Mathi 175 <+>

Lett. n. 2790. A don Michele Rua *Torino, 24 giugno 1878 – Informa che il signor Pietro Spriano pagherà un capitale annuo affinché un ragazzo sia accolto 176 <+>

Lett. n. 2791. Al responsabile della S. Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari, cardinale Camillo Di Pietro Torino, 25 giugno 1878 – Chiede che la benevolenza usata verso di lui sia usata verso il Vicario generale di Montevideo 176 <+>

Lett. n. 2792. A don Giuseppe Bologna *Torino, 25 giugno [18]78 – Commissioni varie per il neodirettore 177 <+>

Lett. n. 2793. Al canonico Clément Guiol *Torino, 26 giugno [18]78 – Informa che invierà don Bologna con altro personale per il loro progetto della casa di Marsiglia – necessità di indipendenza per poter avere un futuro sicuro – saluti al giovane – Victor e suo istitutore 178 <+>

Lett. n. 2794. Al Vicario generale di Lucca, Pietro Quilici *Torino, 26 giugno 1878 – Lo informa del prossimo arrivo del vice rettore di Torino-Valsalice con un chierico e un coadiutore – lo prega di tenerlo informato 179 <+>

Lett. n. 2795. Alla signora Zeglia Cesconi *Torino, 28 giugno [18]78 – Ringrazia per la lettera e gli auguri inviatigli – assicura le sue preghiere per gli esami di – Victor – ringraziamenti per l’offerta a favore del Bollettino Salesiano 180 <+>

Lett. n. 2796. Al conte Costantino Radicati Talice di Passerano Torino, 28 giugno 1878 – Offre un quadro della Beata Vergine del Moncalvo 181 <+>

Lett. n. 2797. Al papa Leone XIII Roma, [29 giugno 1878] Presenta l’omaggio di tutti i salesiani in occasione della festività di san Pietro – implora l’apostolica benedizione 182 <+>

Lett. n. 2798. Al vescovo di Acqui Giuseppe Sciandra *Varazze, 1° luglio 1878 – Dà informazioni sul chierico G. Riccagno – accettazione di un chierico a Sampierdarena 182 <+>

Lett. n. 2799. Al padre benedettino Gregorio Palmieri *Torino [?], 2 luglio 1878 – Ringrazia per le lettere ricevute – è in attesa della risposta di mons. Rosi per la pubblicazione delle lettere di S. Francesco di Sales – manda saluti al P. Abate – invita lui ed altri all’Oratorio 183 <+>

Lett. n. 2800. A don Pietro Perrot *Torino [?], 2 luglio [18]78 – Incoraggiamento ad assumere la carica di direttore dell’orfanotrofio S. Giuseppe de La – Navarra 185 <+>

Lett. n. 2801. Al teologo Giacomo Margotti *Lanzo, 6 luglio 1878 – Avviso di ricevuta di una somma di denaro da L’Unità Cattolica da parte di una pia persona, destinata a colui che scriverà meglio la vita di S. Paolo Apostolo 185 <+>

Lett. n. 2802. A don Francesco Serenelli *Lanzo, 6 luglio [18]78 – Ringrazia dell’offerta ricevuta – si scusa per la brutta grafia 186 <+>

Lett. n. 2803. Al Segretario di Stato, cardinale Alessandro Franchi *Lanzo, 7 luglio 1878 – Deciso l’invio di sei salesiani alla Repubblica di S. Domingo – si attendono le occorrenti facoltà richieste alla S. Congregazione dei VV. e RR. – chiede appoggio presso la Santa – Sede 187 <+>

Lett. n. 2804. Al papa Leone XIII *Lanzo, 7 luglio 1878 – Supplica per la conferma dei privilegi concessi da Pio IX alla congregazione salesiana – ne elenca le motivazioni tracciando una breve storia di essi 188 <+>

Lett. n. 2805. Al conte Giuseppe Rovasenda *Lanzo, 8 luglio [18]78 – In ringraziamento per l’aiuto dato nei periodi di bisogno continua a pregare per la conservazione in salute della sua famiglia 190 <+>

Lett. n. 2806. Al direttore delle Ferrovie Alta Italia, Mattia Massa *Lanzo, 9 luglio 1878 – Chiede di rinnovargli il “libretto di favore” per sé e per il suo segretario Giuseppe Rossi 191 <+>

Lett. n. 2807. A don Luigi Guanella *Torino, 15 luglio [18]78 – Ringrazia lui ed i confratelli di Trinità degli auguri onomastici – chiede se desidera prendere parte alla spedizione dei missionari in Santo Domingo 192 <+>

Lett. n. 2808. Al chierico Giovanni Battista Grosso *Torino, 17 luglio [18]78 – Informazioni e raccomandazioni varie 193 <+>

Lett. n. 2809. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR, cardinale Innocenzo Ferrieri – *Torino, 17 luglio 1878 – Espone le ragioni per cui concesse la dispensa al conte Cays di entrare nella congregazione salesiana prima di aver compiuto l’anno di noviziato – chiede la sanatoria 194 <+>

Lett. n. 2810. Dichiarazione *Torino, 17 luglio 1878 – Dichiarazione di procura rilasciata al salesiano Giuseppe Rossi in partenza per la Francia 195 <+>

Lett. n. 2811. Al sindaco di Torino Luigi Ferraris Torino, 18 luglio 1878 – Chiede la sua presenza alla cerimonia per la posa della pietra angolare dell’edificio in costruzione presso l’erigenda chiesa di San Giovanni Evangelista 196 <+>

Lett. n. 2812. Al novizio Giovanni Battista Fabrici *Torino, 19 luglio [18]78 – Incoraggiamento a seguire la vocazione 196 <+>

Lett. n. 2813. A don Giulio Barberis [Torino, luglio 1878] – Consigli riguardo al comportamento dei novizi nei confronti dell’arciprete di Caselle 197 <+>

Lett. n. 2814. Ad una signora non identificata *Torino, 22 luglio [18]78 – Dà l’orario di una possibile visita – benedizione su tutta la sua famiglia 198 <+>

Lett. n. 2815. A don Giovanni Marenco *Torino, 22 luglio [18]78 – Assicura l’invio di personale all’Oratorio di S. Croce a Lucca – consiglia di scrivere ai benefattori assicurando che si fanno per loro preghiere all’altare di Maria Ausiliatrice 198 <+>

Lett. n. 2816. Alla signora Amalia Giuseppa Crosa (dichiarazione) *Torino, 23 luglio 1878 – Ha ricevuto l’offerta dei fratelli Casanova per la costruzione della Chiesa S. Giovanni – Evangelista per mano della signora Amalia Giuseppa Crosa – ringraziamenti 199 <+>

Lett. n. 2817. Al ministro dell’Interno Giuseppe Zanardelli *Torino, 23 luglio 1878 – Chiede se gli è stato trasmesso il promemoria sul sistema preventivo – resta in attesa di risposta 200 <+>

Lett. n. 2818. Al ministro dell’Interno Giuseppe Zanardelli *Torino, 23 luglio 1878 – Rinnova la supplica in favore del dottor Albertotti affinché conceda una pubblica onorificenza 201 <+>

Lett. n. 2819. Al conte Cesare Sardi *Torino, 25 luglio [18]78 – Ringraziamento della carità e benevolenza prestata a tutti i salesiani – lo raccomanderà – ogni giorno con un memento speciale nella santa messa – chiede di fargli visita 202 <+>

Lett. n. 2820. Alla signora Annetta Fava Bertolotti – *[Caselle] Giorno di S. Anna, [26 luglio] 1878 – In occasione del suo onomastico risponde alla sua lettera – invia una reliquia di Pio IX 203 <+>

Lett. n. 2821. All’avvocato Ferdinando Fiore *Caselle, 26 luglio [18]78 – Chiede il suo aiuto per l’erezione di una eventuale società anonima proprietaria degli immobili salesiani 203 <+>

Lett. n. 2822. Circolare [Torino, poster. 26 luglio 1878] – Circolare con cui informa che la direzione della cartiera di Mathi passa dal sig. Domenico Varetti al sig. Giuseppe Buzzetti 204 <+>

Lett. n. 2823. A don Luigi Guanella *Villa S. Anna [Caselle], 27 luglio [18]78 – Comunica che i suoi quaderni si possono dare alla tipografia – lo incoraggia a proseguire – il suo lavoro da salesiano 205 <+>

Lett. n. 2824. Alla contessa Alessandra Tettù di Camburzano Torino, 28 luglio [18]78 – Assicura le sue preghiere per il viaggio che sta per compiere – per l’affare del giovane – Muratori se ne occuperà lui – durante il mese sono state aperte cinque case salesiane, ed – altre quattro lo saranno in agosto 206 <+>

Lett. n. 2825. Al vescovo di Luni-Sarzana e Brugnato, Giuseppe Rosati *Torino, 28 luglio 1878 – Chiede un’ordinazione extra tempus – indica il chierico prescelto motivando la scelta stessa – spera di fare una visita a La Spezia – tratta del locale che il municipio ha messo – in vendita 207 <+>

Lett. n. 2826. Al canonico Clément Guiol *Torino, 31 luglio 1878 – Progetti per l’apertura di un noviziato in Francia – elenca i giovani che entreranno nel chiericato nell’anno corrente 208 <+>

Lett. n. 2827. Al sig. Ignazio Lemoyne Torino, 31 luglio [18]78 – Esprime il proprio parere riguardo ad un matrimonio nel quale la sposa avrebbe portato in – dote solamente un buon corredo di virtù 209 <+>

Lett. n. 2828. Al papa Leone XIII *Torino, 31 luglio 1878 – Supplica per dispensa dall’età canonica dei diaconi Francesco Bonora e Secondo Amerio – fa lui stesso da garante 210 <+>

Lett. n. 2829. A don Michele Fassio [Torino, luglio-agosto 1878] – È contento per il suo stato di salute – assicura preghiere 211 <+>

Lett. n. 2830. Al vescovo di Rio de Janeiro, Pietro Maria Lacerda *Torino, 1° agosto 1878 – Informa che i salesiani andranno a Rio de Janeiro – gli manderà il progetto di don Cagliero – chiede di scrivere una lettera al papa per convincerlo a sostenere l’apertura di – nuove case 211 <+>

Lett. n. 2831. All’arciprete di Farigliano Luigi Mellonio *Torino, 3 ag[osto 18]78 – Lo invita ad andare a parlare con il vescovo di Mondovì e a fargli conoscere l’esito dell’incontro 213 <+>

Lett. n. 2832. A don Guglielmo Garelli Torino, 3 agosto [18]78 – Consiglia di scegliere una delle quattro parrocchie proposte se non desidera più farsi salesiano 214 <+>

Lett. n. 2833. Al chierico Carlo Baratta *Torino, 4 ag[osto 18]78 – Consiglia di rimandare il ritorno a casa – lo incoraggia a seguire la vocazione religiosa – saluti a don Marenco 214 <+>

Lett. n. 2834. A don Giovanni Battista Lemoyne *Torino, 6 agosto [18]78 – Avvisa della sua visita a Mornese per il giorno 16 agosto 215 <+>

Lett. n. 2835. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 6 agosto 1878 – Comunica che il banchiere Giuseppe Ceriana ha accettato il suo invito per il collocamento della pietra angolare nella chiesa di S. Giov. Evangelista – domanda se può venire per la benedizione – chiede l’esonero dal nuovo esame per le confessioni per i direttori che dovessero cambiare casa nella stessa archidiocesi 215 <+>

Lett. n. 2836. Al cardinale Vicario di Roma, Raffaele Monaco La Valletta – *Torino, 6 agosto 1878 – Propone di mettere a sua disposizione i numerosi salesiani di Albano sotto impegnati – chiede il suo appoggio per l’apertura di un ospizio in Roma – passerà mons. Jacobini per prendere il beneplacito 217 <+>

Lett. n. 2837. A don Taddeo Remotti [Torino, 7 agosto 1878] – Dà consigli e lo incoraggia 219 <+>

Lett. n. 2838. Alla signora Sofia Bruschetti *Torino, 8 ag[osto 18]78 – Ricevuta la sua lettera ha subito ordinato preghiere all’altare di Maria Ausiliatrice – la – esorta a continuare nelle preghiere 219 <+>

Lett. n. 2839. Al neosegretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 10 agosto 1878 – Congratulazioni per la nomina a Segretario di Stato 220 <+>

Lett. n. 2840. A don Giacomo Costamagna *Torino, 12 agosto [18]78 – Risponde alla sua lettera riguardo alla terribile burrasca nell’Oceano Atlantico incoraggiandolo – saluta don Rabagliati ed altri confratelli – lo informa della visita del fratello e del – nipote 221 <+>

Lett. n. 2841. Circolare *Torino, 12 agosto 1878 – Invito alla cerimonia di benedizione e collocamento della pietra angolare della chiesa di S. Giovanni Evangelista – si conserva una copia della circolare indirizzata a: “M. R. Sig. Savorani D. Giovanni/Prefetto Seminario Vescovile/Torino” 222 <+>

Lett. n. 2842. A don Giuseppe Vespignani *Torino, 12 agosto [18]78 – Chiede notizie dell’ospizio – saluta don Milanesio – manda la benedizione su tutti 223 <+>

Lett. n. 2843. Circolare a sacerdoti – Torino, Festa dell’Assunzione Maria Vergine [15 agosto] 1878 – Propone la celebrazione di sante messe e di cedere a lui l’elemosina in favore della chiesa – di S. Giovanni Evangelista 224 <+>

Lett. n. 2844. A don Giuseppe Ronchail [Torino, 15 agosto 1878] Incarichi vari – accetta le suore terziarie di S. Francesco di Tolone – ha bisogno di loro per un periodo di tempo a Mornese – benedetta la pietra angolare della chiesa di – S. Giovanni Evangelista 225 <+>

Lett. n. 2845. Al chierico Tommaso Pentore *Torino, 15 ag[osto 18]78 – Comunica che per il momento non può recarsi a Marsiglia – spera di parlare con lui agli esercizi spirituali – invia saluti a Bianchi, a Nasi e a don Bologna 226 <+>

Lett. n. 2846. Al conte Cesare Balbo *Torino, 23 ag[osto 18]78 – Ha ricevuto la sua lettera in ritardo – lo terrà informato riguardo all’apertura della casa – di Nizza Monferrato 227 <+>

Lett. n. 2847. Circolare [Torino], 28 agosto 1878 – Invito alla distribuzione dei premi ai giovani dell’Oratorio 228 <+>

Lett. n. 2848. A don Giuseppe Lazzero *Crabbia, 28 agosto [18]78 – Invia una lettera da far pervenire al Prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini – sottolinea di non lasciare inoperoso chi entrasse nell’Oratorio soprattutto se prete o professore 228 <+>

Lett. n. 2849. Circolare ai parroci [Torino, agosto-settembre] 1878 – Invito a mandare fanciulle al nuovo istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Nizza-Monferrato – allega programma 229 <+>

Lett. n. 2850. A don Giuseppe Monateri *Torino, 4 sett[embre 18]78 – Lo incarica di occuparsi delle trattative per l’affidamento del collegio di Ceccano da parte – del marchese Berardi 230 <+>

Lett. n. 2851. Al sig. Michele Bariggi *Lanzo Torinese, 6 sett[embre 18]78 – Ringrazia per l’offerta ricevuta – elenca le opere bisognose che ha in attivo – spera – in una sua visita 231 <+>

Lett. n. 2852. Alla contessa Carlotta Callori Torino, 15 sett[embre 18]78 – Informa del gran lavoro che don Cagliero sta facendo per la spedizione di suore FMA – in America – è dispiaciuto per i ragazzi malati di Vignale nel collegio di Lanzo – spera – di fare al più presto colà una gita – chiede sussidi per le molte necessità in cui si trova 232 <+>

Lett. n. 2853. Al Prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini *Torino, 15 sett[embre] 1878 – Comunica la sua disponibilità per una visita igienica del dott. Polto nell’Oratorio 234 <+>

Lett. n. 2854. Al canonico Clément Guiol *Sampierdarena, 17 sett[embre 18]78 – Lo informa che don Bologna partirà presto con altri due preti e un chierico – è impossibilitato di andare a Marsiglia – chiede di aiutare economicamente don Bologna nel caso – in cui ne avesse bisogno – informa della visita ricevuta di don Roussel 235 <+>

Lett. n. 2855. A don Gioachino Berto *S[an] P[ier] d’Arena, 17 settembre [18]78 – Elenco di commissioni 237 <+>

Lett. n. 2856. All’avvocato Alfonso Fortis *Sampierdarena, 22 sett[embre 18]78 – Celebrazione della prima Messa del conte Cays – lo aspetta per gli esercizi spirituali a – Lanzo 237 <+>

Lett. n. 2857. Al barone Carlo Ricci des Ferres *Torino, 24 sett[embre 18]78 – Ringrazia per la lettera con l’offerta per la celebrazione di sante Messe – si fanno preghiere – per la figlia suora ammalata 238 <+>

Lett. n. 2858. Alla signora Maria Giuseppa Armelonghi *Lanzo, 26 sett[embre 18]78 – Alcuni consigli spirituali 239 <+>

Lett. n. 2859. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi – *Lanzo, 26 sett[embre 18]78 – La mancanza di tempo non gli permette di fargli visita – accetta il giovane Mortara ed altri due chierici – desidera sapere come comportarsi se chiedono di farsi salesiani – saluti del teol. Belasio 240 <+>

Lett. n. 2860. Al chierico Antonio Massara *Lanzo, 26 sett[embre 18]78 – Risponde a problemi di coscienza 241 <+>

Lett. n. 2861. All’ispettore scolastico di Acqui, Domenico Porta *Lanzo, 28 settembre 1878 – Comunica l’intenzione di aprire una scuola elementare femminile, con annesso convitto – allega programma e documenti richiesti 242 <+>

Lett. n. 2862. Al barone Carlo Ricci des Ferres [San Benigno Canavese], 3 ott[obre 187]8 – Ordinate preghiere per il giovane infermo 242 <+>

Lett. n. 2863. A don Paolo Taroni Torino, 4 ott[obre] 1878 – Accusa ricevuta dell’offerta – assicura di celebrare le messe richieste e di pregare per – il sacerdote malato – invia una reliquia di Pio IX 243 <+>

Lett. n. 2864. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Torino, 6 ott[obre 18]78 – Ha accettato i giovani raccomandati senza distinzioni credendo che il teol. Belasio agisse sempre d’accordo con lui – ora si atterrà alle sue disposizioni – schiaffo morale dell’arcivescovo Gastaldi – ringrazia per il suo appoggio 244 <+>

Lett. n. 2865. Alla contessa Emma Brancadoro *Becchi di Castelnuovo, 7 ott[obre 18]78 – È contento di aver ricevuto sue notizie – ringrazia vivamente per l’offerta ricevuta 245 <+>

Lett. n. 2866. A don Giuseppe Ronchail *Torino [?], 15 ott[obre 18]78 – Manda una lettera per don Cauvin – chiede di trovare qualcuno che parli per lui al Prefetto a proposito dell’autorizzazione della casa in Nizza – domanda di tenerlo informato – saluti vari 246 <+>

Lett. n. 2867. A don Antonio Cauvin *Torino [?], 15 ott[obre 18]78 – Ringrazia di un’offerta 247 <+>

Lett. n. 2868. A don Angelo Bordone *Torino-Oratorio [?], [lì 16 ottobre 1878] – È impossibilitato di andare a fargli visita – si trova in necessità economiche, per cui ha – ridotto i lavori in corso 248 <+>

Lett. n. 2869. A don Benedetto Barili *Torino, 17 ott[obre 18]78 – Esprime il suo compiacimento per l’intenzione di farsi salesiano – per conservare la buona armonia con l’arcivescovo lo prega di domandargli il consenso – chiede porti con – sé qualche ragazzo desideroso di studiare 249 <+>

Lett. n. 2870. Al chierico Antonio Massara *Torino, 17 ott[obre 18]78 – Lo invita a passare la novena dei Santi con lui 250 <+>

Lett. n. 2871. All’avvocato Alfonso Fortis Torino, 18 ott[obre] 1878 – Avvisa che le sue classi sono pronte per l’insegnamento di filosofia e lettere 250 <+>

Lett. n. 2872. Al commendatore Giacomo Malvano *Torino, 19 ott[obre 18]78 – Chiede il suo appoggio alla domanda inoltrata al Ministero di Pubblica Istruzione per far riconoscere le scuole di Valdocco quali scuole di carità – invia saluti dai due professori – (don) Durando e prof. Pechenino 251 <+>

Lett. n. 2873. A don Matteo Pugnetti *Torino, 20 ott[obre 18]78 – Chiede di recarsi da un ammalato in fin di vita per prepararlo a morire bene 252 <+>

Lett. n. 2874. Alla contessa Gabriella Corsi *Torino, 22 ott[obre 18]78 – Trovandosi in molte occupazioni non sa se potrà recarsi a Nizza Monferrato per la festa di apertura della chiesa Madonna delle Grazie – chiede di ringraziare il conte per la questua istituita per alleviare le spese della congregazione – continua a pregare per la sua salute 252 <+>

Lett. n. 2875. Alla marchesa Maria Fassati *Torino, 23 ott[obre 18]78 – Supplica di un soccorso a favore delle nuove case salesiane 254 <+>

Lett. n. 2876. A un parroco di Forlì non identificato *Torino, 25 ott[obre] 1878 – Ringrazia per l’offerta ricevuta – lo incoraggia a continuare il lavoro parrocchiale 255 <+>

Lett. n. 2877. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Torino, 27 ott[obre 18]78 – Questioni riguardanti i chierici della sua diocesi 255 <+>

Lett. n. 2878. A don Paolo Taroni *Torino, 27 ott[obre 18]78 – Accetta di ricevere il giovane Rambelli all’Oratorio se desiderasse farsi salesiano – nel – caso volesse solo continuare gli studi può andare ad Alassio 257 <+>

Lett. n. 2879. Al papa Leone XIII *Torino, 27 ottobre 1878 – Chiede di concedere agli attuali membri del Capitolo Superiore di poter continuare in carica – fino al settembre del 1880, quando avrà luogo il Capitolo Generale 257 <+>

Lett. n. 2880. Al geometra Francesco Bocca *Torino, 28 ott[obre 18]78 – Notizie sulla mediazione fatta per appianare la controversia tra Giuseppe Sandrone, proto esterno della tipografia salesiana, e la sorella – avrebbe piacere di incontrarlo personalmente 258 <+>

Lett. n. 2881. Al papa Leone XIII *Torino, 30 ottobre 1878 – Supplica per dispensa dall’età canonica dei diaconi Carlo Pane, Michele Borghino, Giovanni Bianchi, Lorenzo Giordano – li raccomanda alla sua clemenza 260 <+>

Lett. n. 2882. A don Giulio Barberis [Torino,] 31 ott[obre 1878?] Riguardo al breviario comunica che, insieme a don Nai, per motivi di salute possono continuare a limitarsi alla recita del vespro e della compieta 261 <+>

Lett. n. 2883. Ai sacerdoti Francesco Paglia e Siro Meriggi, suddiacono Stefano Febbraro e accolito Luigi Piscetta *Augustae Taurinorum die 31 octobris 1878 – Autorizzazione a un gruppo di studenti di sostenere gli esami di dottorato in teologia – raccomandazione all’arcivescovo per l’ammissione degli stessi agli esami 262 <+>

Lett. n. 2884. Al ministro della Pubblica Istruzione Michele Coppino – *Torino, 1° novembre 1878 – Chiede di concedere una tolleranza di almeno tre anni, durante i quali possano, nelle scuole dell’Oratorio, insegnare anche professori senza titoli adeguati – ne dà le ragioni storico-economico-sociali 262 <+>

Lett. n. 2885. Al commendatore Giacomo Malvano *Torino, 1° nov[embre 18]78 – Raccomanda alla sua carità la domanda già presentata il 3 settembre, sperando che giunga a destinazione 264 <+>

Lett. n. 2886. Al chierico Luigi Cartier *Torino, 1° novembre [18]78 – Ha ricevuto con piacere la sua lettera ed è contento della sua condotta – raccomanda la pratica delle regole – non ci sono difficoltà per l’ammissione ai voti 264 <+>

Lett. n. 2887. Circolare ai salesiani *Torino, 1° novembre 1878 – Presentazione delle deliberazioni più notevoli prese nel primo Capitolo Generale (1877) 265 <+>

Lett. n. 2888. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 1° novembre [18]78 – Dispiaciuto per l’aggravamento della malattia del sig. Delpiano, promette di pregare per lui e gli invia una reliquia di Pio IX – andrà a fargli visita dopo la partenza dei missionari – saluti vari 267 <+>

Lett. n. 2889. Al Prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini *Torino, 2 novembre 1878 – In seguito alle disposizioni del Consiglio Scolastico Provinciale di chiusura delle scuole elementari per esterni presso l’Oratorio, spiega le condizioni ed esprime la sua volontà di continuare la propria opera 268 <+>

Lett. n. 2890. Al sig. Giacomo Grandis [Torino], al 3 novembre 1878 – In segno di riconoscenza per il generoso concorso prestato nell’acquisto del palazzo detto – Ca’ Pesaro assicura preghiere per lui e per la sua famiglia – invia polizza privata 269 <+>

Lett. n. 2891. Al conte Carlo Reviglio della Veneria *Torino, 3 novembre 1878 – Nel giorno del suo onomastico faranno preghiere affinché Dio lo conservi a lunghi anni di – vita felice – manda una reliquia di Pio IX 270 <+>

Lett. n. 2892. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 4 novembre 1878 – Domanda se può accogliere in prova a Valdocco l’ex seminarista del seminario di Torino Giovanni Baravalle di Carmagnola e di voler annoverare tra gli ordinandi alcuni chierici dell’Oratorio 271 <+>

Lett. n. 2893. Alla signora Clotilde Varetto *Torino, 4 novembre [18]78 – Non volendo vendere, se non a prezzi di convenienza, la cartiera di Mathi che gli era stata ceduta per generosità dalla signora, intende mandarvi a dirigerla due suoi salesiani ben preparati 272 <+>

Lett. n. 2894. Al papa Leone XIII *Torino, 6 novembre 1878 – Supplica a voler concedere in via straordinaria un extra tempus in cui per tre giorni festivi possano essere presentati per le ordinazioni alcuni chierici salesiani 273 <+>

Lett. n. 2895. Al sig. Francesco Maria De Simoni *Torino, 7 nov[em]bre [18]78 – Ringrazia per l’offerta inviata – invia una reliquia di Pio IX – lo raccomanderà nella – santa Messa ogni giorno 274 <+>

Lett. n. 2896. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 8 novembre [18]78 – Chiede di mandare personale nelle case francesi – annuncia l’arrivo di un quadro di Leone – XIII – vuol sapere se ci saranno ordinazioni – sarà a Nizza ai primi di gennaio 1879 274 <+>

Lett. n. 2897. Alla signora Teresa Vallauri *Torino, 8 novembre [18]78 – Esprimendo il suo dispiacere per il male che lo affligge – assicura le sue preghiere e – quelle dei giovani per una completa guarigione – spera di passare a salutarla 275 <+>

Lett. n. 2898. Circolare ai cardinali *Torino, 8 novembre 1878 – Lettera di accompagnamento del libro Il più bel fiore del Collegio Apostolico inviato a tutti – i cardinali 276 <+>

Lett. n. 2899. A don Giovanni Battista Francesia *Torino, 8 novembre [18]78 – In assenza di don Rua si trova con molte passività urgenti – chiede di mandargli tutto – il denaro disponibile 277 <+>

Lett. n. 2900. A don Nicola Cibrario *Torino, 8 novembre [18]78 – Prega di occuparsi dell’arrivo del chierico Allavena per la visita militare – chiede notizie – della pratica Migone e della trattativa Cobagni – invia saluti – domanda preghiere 278 <+>

Lett. n. 2901. Ad una signora di Lucca non identificata *Torino, 11 novembre [18]78 – Consigli per una buona educazione del figlio – assicura le sue preghiere 279 <+>

Lett. n. 2902. Al papa Leone XIII *Torino, 11 novembre 1878 – Invia copia del nuovo libro sulla recente elezione papale e sui cardinali che elessero papa – Leone XIII 279 <+>

Lett. n. 2903. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 14 novembre [18]78 – Serie di incarichi – condoglianze alla moglie del compianto Delpiano – consiglia di invitarla a passare qualche giorno con le suore al Patronage – professioni religiose con inviti – dei benefattori alla solenne cerimonia – altre questioni relative ad ordinazioni sacerdotali 281 <+>

Lett. n. 2904. Alla Madre Superiora del Monastero di S. Margherita, suor Leopoldina Montemerlo – *Torino, 15 novembre 1878 – Pensieri spirituali 282 <+>

Lett. n. 2905. Al conte (don) Carlo Cays *Torino, 16 novembre [18]78 – Ha ricevuto le lettere di don Rua da Lione e da Parigi – non aveva dubbi sull’accoglienza che don Roussel avrebbe dato a lui e don Rua – dà poteri decisionali ai due inviati – contento per l’appoggio delle autorità diocesane parigine – il noviziato di Parigi ha priorità rispetto a Marsiglia – altri impegni per la casa di Marsiglia 283 <+>

Lett. n. 2906. A don Michele Rua *Torino, 16 novembre [18]78 – Precisa le condizioni di accettazione dell’opera salesiana a Parigi 284 <+>

Lett. n. 2907. A don Biagio Foeri *Torino, 17 nov[embre 18]78 – Chiede di mandare in America un missionario a sue spese poiché la spedizione è fissata, ma – non c’è denaro per poterla effettuare 285 <+>

Lett. n. 2908. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 18 novembre 1878 – Aumentato il numero delle case e degli allievi – tutti stanno bene di salute – pregano tutti per lei e per la sua famiglia ogni giorno – ha in programma di passare a casa sua per celebrarvi una santa messa – grande sviluppo dell’opera salesiana 286 <+>

Lett. n. 2909. Al canonico Clément Guiol Torino, 22 novembre 1878 – Ringrazia della sua bontà verso i salesiani – si sta insegnando la lingua francese in tutte – le case – si recherà a Marsiglia dopo la partenza dei missionari 287 <+>

Lett. n. 2910. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 25 novembre [18]78 – Ha problema di vista – manda la benedizione ed augura salute e santità 288 <+>

Lett. n. 2911. A don Giuseppe Persi Torino, 25 novembre [18]78 – Ringrazia dell’offerta che giunge nel momento di grande bisogno – non ci sono difficoltà – se vuole farsi salesiano definitivamente 289 <+>

Lett. n. 2912. Al Prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini *Torino, 28 novembre 1878 – Chiede il permesso per poter fare una nuova lotteria a favore dei ragazzi di Valdocco – allega la documentazione necessaria 290 <+>

Lett. n. 2913. A don Giuseppe Persi Torino, 29 nov[embre] 1878 – Comunica di passare a prendere il denaro per portarlo a Torino o di mandarlo a prendere 291 <+>

Lett. n. 2914. Al teologo Bartolomeo Giuganino *Torino, 30 novembre [18]78 – Chiede di mandargli del denaro trovandosi in gravi bisogni 291 <+>

Lett. n. 2915. Al primo segretario del re per l’Ordine Mauriziano, Cesare Correnti – [Torino, fine novembre 1878] – Supplica per la concessione di un’onorificenza ad un benefattore salesiano 292 <+>

Lett. n. 2916. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi – *Torino, 1° dicembre [18]78 – Ringrazia per il suo interessamento per la congregazione nel suo viaggio a Roma – illustra come avvenne la sanatoria del conte Cays – continue questioni con mons. Gastaldi per – le lettere testimoniali 293 <+>

Lett. n. 2917. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 4 dicembre 1878 – Esprime gratitudine per le lettere del papa che infondono incoraggiamento morale – i salesiani e loro allievi innalzano particolari preghiere per il Santo Padre 294 <+>

Lett. n. 2918. Alle Figlie di Maria Ausiliatrice – *Torino, Festa dell’Immacolata Concezione [8 dicembre] 1878 – Informa che a seguito del loro sviluppo ha fatto stampare altre copie delle loro Costituzioni – aggiunge una sua presentazione – chiede che vengano osservate – invita alla costante preghiera ricordando in essa anche il loro primo direttore, don Pestarino 295 <+>

Lett. n. 2919. Al conte Tommaso Gallarati Scotti *Torino, 18 dic[embre] 1878 – Chiede sussidi per i missionari che sono partiti e che partiranno per l’America – assicura preghiere 297 <+>

Lett. n. 2920. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 19 dic[embre] 1878 – Chiede notizie della sua salute ed augura buone feste 297 <+>

Lett. n. 2921. Alla signora Susanna Saettone Prato *Torino, 20 dic[embre] 1878 – Auguri di buone feste – i suoi occhi sono migliorati molto 298 <+>

Lett. n. 2922. Circolare Torino, addì 23 dicembre [1878] Le celebrazioni del Natale si faranno come sempre a porte chiuse – per partecipare occorre entrare dalla porta dell’ospizio – concessa indulgenza plenaria dal papa a chi partecipa alle – celebrazioni – augura buone feste 299 <+>

Lett. n. 2923. All’ispettore don Francesco Bodrato *Torino, 31 dicembre 1878 – Promette di rispondere a tutti i confratelli di Buenos Aires e fa alcune raccomandazioni 299 <+>

Lett. n. 2924. A don Giacomo Costamagna *Torino, 31 dicembre 1878 – Ha ricevuto le sue lettere che piacquero molto – il nipote è all’Oratorio e desidera farsi salesiano 300 <+>

Lett. n. 2925. A don Giuseppe Vespignani Torino, 31 dicembre 1878 – Chiede notizie di sé, del noviziato e studentato – è contento della sua buona condotta 301 <+>

Lett. n. 2926. A don Michele Fassio *Torino, 31 dicembre 1878 – È contento di lui e lo raccomanda ogni giorno al Signore 302 <+>

Lett. n. 2927. A don Taddeo Remotti *Torino, 31 dicembre 1878 – Alcune raccomandazioni sul suo comportamento 302 <+>

Lett. n. 2928. Al chierico Giovanni Botta *Torino, 31 dicembre 1878 – Si rallegra per la sua venuta in congregazione 303 <+>

Lett. n. 2929. A don Valentino Cassinis *Torino, 31 dicembre [18]78 – Si compiace per le buone notizie che ha sempre ricevuto riguardo la sua santità e lavoro – lo esorta a continuare su questa strada, ad avere pazienza con tutti – lo raccomanderà – al Signore nella santa messa 304 <+>

Lett. n. 2930. A don Giovanni Allavena *Torino, 31 dicembre 1878 – Non può andare a trovarlo in missione – ringrazia per le lettere ricevute – assicura preghiere 304 <+>

Lett. n. 2931. Al coadiutore Benvenuto Graziano [Torino, 31 dicembre 1878] – Pensiero spirituale 305 <+>

Lett. n. 2932. A don Domenico Milanesio *Torino, 31 dicembre 1878 – Parole di consolazione e speranza – loda il suo proposito di fare spese solo strettamente necessarie – consiglia di andare d’accordo con i superiori – consigli spirituali 306 <+>

Lett. n. 2933. Al chierico Pietro Rota Torino, 31 dicembre 1878 – Ha sempre ricevuto buone notizie dai superiori – lo incoraggia a pregare per superare – le difficoltà 306 <+>

Lett. n. 2934. Al coadiutore Giuseppe Viola *Torino, 31 dicembre 1878 – Consigli spirituali e benedizione 307 <+>

Lett. n. 2935. Al chierico Antonio Massara [Torino, dicembre 1878] – Consiglia di assicurarsi del suo stato di salute prima di partire per Valdocco – raccomanda – di prepararsi per l’esame di metodo 308 <+>

Lett. n. 2936. All’Economo Generale dei benefici vacanti [Torino, fine 1878] Supplica la concessione di un sussidio governativo per le due scuole in Vallecrosia che versano in gravi difficoltà economiche 309 <+>

Lett. n. 2937. A don Giovanni Battista Francesia [Torino, 1878] – Vari richiami sul comportamento di un direttore di una comunità – attenzione speciale – per i coadiutori 310 <+>

Lett. n. 2938. (Avvisi vari) A don Giuseppe Lazzero [Torino, 1878] 311 <+>

Lett. n. 2939. Alla direttrice delle suore di S. Teresa a Chieri, suor Felicita Mazzarello – [Torino, 1878] – Presentazione della maestra Benedetta Savio 312 <+>


1879

Lett. n. 2940. Circolare ai Cooperatori salesiani [Torino/Roma, gennaio 1879] Lettera di capodanno: ringrazia i benefattori – elenca le opere compiute durante l’anno trascorso – indica le opere da realizzare lungo il nuovo anno – esorta alla preghiera e alla – carità – lancia una piccola lotteria 315 <+>

Lett. n. 2941. Circolare per la lotteria Torino/[Roma], 1° gennaio 1879 – Chiede interessamento per l’acquisto e lo smercio dei biglietti della lotteria 318 <+>

Lett. n. 2942. A monsignor Augusto Negrotto *Sampierdarena, 3 gennaio 1879 – Dichiara di aver ricevuto la lettera e l’offerta per i missionari e ringrazia – esprime rincrescimento per la morte della madre – parlerà con lui a Roma circa il suo desiderio di entrare nella congregazione salesiana 319 <+>

Lett. n. 2943. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Alassio 3 gennajo 1879 – Risponde all’invito promettendo di mandare dieci salesiani e dieci Figlie di Maria Ausiliatrice in Paraguay 320 <+>

Lett. n. 2944. All’avvocato Ferdinando Fiore *Marsiglia, addì 9 gennaio [18]79 – Parlerà con mons. Alimonda per la questione della duchessa di Galliera – accenni riguardanti le difficoltà per la casa di Marsiglia 321 <+>

Lett. n. 2945. A don Giovanni Branda [Marsiglia, 9 gennaio 1879] Ringrazia affettuosamente per gli auguri inviatigli – parla della presenza di sessanta ragazzi che si faranno seguaci degli artigiani di Valdocco – chiede di continuare nelle preghiere 322 <+>

Lett. n. 2946. A don Giulio Barberis [Marseille, 10 gennaio 1879] Notizie della casa e di alcuni ascritti – don Ronchail scriverà altre notizie – chiede a don Deppert di santificare la sacrestia e ad altri collaboratori di continuare nel loro lavoro 323 <+>

Lett. n. 2947. A don Giovanni Battista Lemoyne [Marsiglia, 10 gennaio 1879] Invia uno scritto per le Figlie di Maria Ausiliatrice – avvisa della sua partenza per La Navarra e poi per Nizza 324 <+>

Lett. n. 2948. A don Giulio Barberis [Marsiglia, 11 gennaio 1879] – Racchiude una lettera di don Fusconi con la relativa risposta che dovrà comunicargli 325 <+>

Lett. n. 2949. A don Michele Rua [Marsiglia, 11 gennaio 1879] Distribuisce vari compiti e dà alcune comunicazioni – chiede preghiere per la buona riuscita delle stesse – avvisa che non potrà tornare per la festa di S. Francesco di Sales e – chiede di incontrarsi ad Alassio o Sampierdarena 326 <+>

Lett. n. 2950. Al (conte) don Carlo Cays Marsiglia, 20 genn[aio] 1879 – Lo informa che l’abate Roussel ha firmato il progetto – chiede di vendere qualche cascina di S. Anna – riferisce le sue condizioni di salute – domanda di ossequiare da parte sua – alcune persone 328 <+>

Lett. n. 2951. A don Michele Rua Marsiglia, 21 gennaio 1879 – Varie commissioni – ringraziamenti per il signor Scanagatti – manda la sua benedizione a don Remondini – migliorano le sue condizioni di salute – le cose vanno bene, ma raccomanda di pregare 329 <+>

Lett. n. 2952. Alla signora Matilde Sigismondi [Marsiglia], 21 gennaio 1879 – Visiterà le case di Francia e partirà per Roma dove passerà alcuni giorni con lei ed il marito 331 <+>

Lett. n. 2953. A don Michele Rua [Marsiglia], 24 gennaio 1879 – Comunicazioni varie – differita la conferenza dei direttori – avvisa della partenza per – Saint-Cyr dove riscuoterà una somma dai benefattori – comunica altri spostamenti 332 <+>

Lett. n. 2954. A don Michele Rua Marsiglia, 27 gennaio [18]79 – Invia una lettera da presentare ai signori Catlinetti – andrà ad Aix con il canonico Guiol – per convenzioni economiche – poi partirà per Saint-Cyr e la Navarre 333 <+>

Lett. n. 2955. A don Michele Rua [Marsiglia], 28 gennaio – Nizza, 2 febbrajo 1879 – Lunga serie di commissioni – si ammetta don Remondino ai voti perpetui – domanda notizie di don Vallauri e di sua sorella Teresa – ultimate le cose di Marsiglia, ha visitato – Saint-Cyr e La Navarra – vari altri incarichi 334 <+>

Lett. n. 2956. Al comm. Jules Rostand Alassio, 7 febbraio 1879 – Descrive la situazione delle case di Saint-Cyr e de La Navarra – ne esalta l’importanza ma indica alcune precise decisioni da prendere al riguardo – a Roma chiederà una particolare benedizione al papa per la società Beaujour 336 <+>

Lett. n. 2957. A don Pietro Vallauri Alassio, 9 febb[raio] 1879 – Chiede di recapitare una lettera alla sorella – lo invita ad aver molta cura della sua salute – è in partenza per Roma su richiesta del papa 338 <+>

Lett. n. 2958. Alla signora Teresa Vallauri Alassio, 9 feb[braio] 1879 – È dispiaciuto per le cattive notizie sulla sua salute portategli da don Rua – assicura preghiere per la sua guarigione 338 <+>

Lett. n. 2959. Al chierico Eugenio Armelonghi *Alassio, 9 febb[ruari 18]79 – Esorta all’osservanza delle regole – saluta i suoi allievi 339 <+>

Lett. n. 2960. Al Priore della Cattedrale di Foligno, mons. Antonio Onofri – *Spezia, 20 febbraio 1879 – Informa dell’impossibilità costituzionale di mandare i due sacerdoti richiesti – propone – invece l’apertura di una casa di poveri fanciulli – informa che si recherà a Foligno 340 <+>

Lett. n. 2961. A don Giulio Barberis *Lucca, 25 febbrajo 1879 – Chiede di rivolgersi a don Rua in merito ad alcune cose richieste – si rallegra dei presumibili buoni risultati scolastici degli ascritti – saluti a tanti confratelli e novizi – alcune indicazioni 341 <+>

Lett. n. 2962. A don Michele Rua Lucca, 25 febbrajo 1879 – Chiede consiglio riguardo al trasferimento dell’ascritto Burlamacchi – autorizza la stampa delle biografie dei salesiani – conferenza dei Cooperatori salesiani alla presenza dell’arcivescovo 342 <+>

Lett. n. 2963. Al chierico Alessandro Mora *Lucca, 25 febb[raio] 1879 – Raccomanda la distribuzione dei biglietti della lotteria 343 <+>

Lett. n. 2964(a). Al papa Leone XIII Roma, fine febbraio 1879 – Supplica per aprire un noviziato a Marsiglia 344 <+>

Lett. n. 2964(b).Al papa Leone XIII Roma, fine febbraio 1879 – Supplica per aprire un noviziato a Parigi 345 <+>

Lett. n. 2964(c). Al papa Leone XIII [Roma, fine febbraio 1879] – Richiesta di poter aprire due noviziati in Francia, a Marsiglia e a Parigi 345 <+>

Lett. n. 2965. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – [Roma, fine febbraio 1879] – Informa della sospensione dei sacerdoti salesiani dal ricevere le confessioni da parte dell’arcivescovo di Torino – descrive l’ultima riguardante don Bonetti 346 <+>

Lett. n. 2966. All’avvocato Ferdinando Fiore *Roma, 2 marzo 1879 – Avvisa del suo arrivo a Roma 348 <+>

Lett. n. 2967. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Roma, 4 marzo 1879 – Informa del parere positivo del vescovo di Marsiglia per l’apertura di un noviziato in città 348 <+>

Lett. n. 2968. Al canonico Clément Guiol *Roma, 4 marzo 1879 – Ha ricevuto la sua lettera – a proposito dell’acquisto della casa vicino all’Oratorio per il noviziato – lo informa della prossima partenza di don Cerruti per la Francia – afferma di possedere una tenuta in vendita e con il ricavato potrà regolarizzare i suoi affari 349 <+>

Lett. n. 2969. Circolare per la lotteria ai Cooperatori salesiani di Roma Roma, 7 marzo 1879 – Raccomanda la distribuzione dei biglietti della lotteria a favore dell’Oratorio di S. Francesco – di Sales 350 <+>

Lett. n. 2970. Al papa Leone XIII *Roma, 7 marzo 1879 – Chiede che le varie indulgenze concesse da Pio IX ai Cooperatori salesiani vengano estese – a tutti i componenti dei diversi collegi e case salesiane 351 <+>

Lett. n. 2971. Circolare ai direttori salesiani [Roma], al 10 marzo 1879 – Istituzione formale delle Ispettorie – prolungamento del mandato dei Consiglieri dell’anno precedente 352 <+>

Lett. n. 2972. Al sindaco di San Benigno Canavese, Giovanni Bobbio *Roma, 10 marzo 1879 – Informa della destinazione a pubblica utilità del palazzo abbaziale di S. Benigno – ne – indica tutti gli scopi – possibili ulteriori progetti per il personale salesiano 354 <+>

Lett. n. 2973. Al papa Leone XIII *Roma, 10 marzo 1879 – Richiesta di onorificenze per i benefattori 355 <+>

Lett. n. 2974. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Giovanni Simeoni – *Roma, 12 marzo 1879 – Chiede il suo appoggio per le missioni e le case salesiane in aree frequentate da protestanti 356 <+>

Lett. n. 2975. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Giovanni Simeoni – *Roma, 12 marzo 1879 – Breve storia delle missioni salesiane – scopi di tali missioni – chiede il suo appoggio per – le missioni e case salesiane – ne indica le necessità concrete 357 <+>

Lett. n. 2976. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Giovanni Simeoni – *Roma, 12 marzo 1879 – Impegno contro la propaganda protestante – elenco e spiegazione delle opere salesiane aperte per contrastarla – richiesta di sussidi materiali e appoggio morale per tre case di – Torino-S Giovannino, La Spezia e Ventimiglia 360 <+>

Lett. n. 2977. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Roma, 14 marzo 1879 – Lettera di presentazione dello “stato morale e materiale della congregazione salesiana” 361 <+>

Lett. n. 2978. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – [Roma, 14 marzo 1879] – “Esposizione alla S. Sede dello stato morale e materiale della Pia Società di S. Francesco di – Sales” – precede una rapida storia della Società stessa, della sua organizzazione interna, – dei suoi scopi 362 <+>

Lett. n. 2979. Al ministro degli Interni Agostino Depretis *Roma, 15 marzo 1879 – Richiesta di intervento presso il ministro della Pubblica Istruzione perché conceda la facoltà di mettere nelle classi dell’Oratorio docenti senza titoli legali – allega Promemoria 365 <+>

Lett. n. 2980. All’arcivescovo di Brindisi e Ostuni Luigi Maria Aguilar Roma, 19 marzo 1879 – Torre de’ Specchi N. 3 b. 2° p. – Informa dell’arrivo a Brindisi di don Durando e don Cagliero – chiede di aiutarli nei loro eventuali bisogni 367 <+>

Lett. n. 2981. Al cavaliere Carlo Fava Roma, 19 marzo 1879 – In ringraziamento per la benevolenza usata ai suoi ragazzi assicura di continuare a pregare – per la salute di tutta la famiglia e per le persone raccomandate 368 <+>

Lett. n. 2982. A don Giovanni Marenco [Roma, 19 marzo 1879] Ringrazia per l’affetto dimostrato – assicura preghiere per lui e i suoi allievi ai quali raccomanda lo studio e la pratica della religione 369 <+>

Lett. n. 2983. Al papa Leone XIII *Roma, 20 marzo 1879 – Supplica per ottenere sussidi alle case di vocazioni missionarie da parte delle due massime istituzioni di assistenza alle missioni: l’Opera della Propagazione della Fede e l’Opera della – Santa Infanzia 370 <+>

Lett. n. 2984. Al papa Leone XIII [Roma, 20 marzo 1879] – Richiede la nomina di un cardinale protettore per la congregazione salesiana 371 <+>

Lett. n. 2985. Al duca Pio Grazioli *Roma, 27 marzo 1879 – Ringrazia di aver acquistato le cartelline della lotteria 371 <+>

Lett. n. 2986. Al canonico Clément Guiol *Firenze, 29 marzo [18]79 – Ha ricevuto l’opuscolo di don Mendre – informa che il papa ha concesso un’onorificenza per lui e per il signor Rostand – è in viaggio per Torino – richiede altre copie dell’opuscolo 372 <+>

Lett. n. 2987. Al pro Sostituto della Segreteria di Stato, monsignor Serafino Cretoni – *Firenze, 30 marzo 1879 – Ringrazia della nomina del card. Nina quale protettore della Congregazione – diretto ad – Este vorrebbe consegnare personalmente l’onorificenza al benefattore Benedetto Pelà 373 <+>

Lett. n. 2988. A don Paolo Francesco Migone *Milano, 6 aprile 1879 – Invia due diverse bozze del documento di cessione di un terreno a Vallecrosia – ne riassume brevemente i contenuti, disponibile ad eventuali modifiche 374 <+>

Lett. n. 2989. A don Giovanni Bonetti *Torino, 9 aprile [1879] – Raccomandazioni varie 376 <+>

Lett. n. 2990. Al cavaliere Carlo Fava Torino, 10 aprile 1879 – Speciale benedizione concessa dal papa a lui, alla moglie e alla figlia – augura buone feste 377 <+>

Lett. n. 2991. Al console Annibale Strambio *Torino, 15 aprile 1879 – Espone la situazione di abbandono di molti giovani del litorale da Ventimiglia a Marsiglia – domanda un sussidio governativo per l’ingrandimento della casa di Marsiglia che accoglie ragazzi per lo più italiani 378 <+>

Lett. n. 2992. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 20 aprile 1879 – Per mano di don Dalmazzo trasmette i documenti necessari per ottenere una commendatizia presso l’Opera della Propagazione della Fede e della Santa Infanzia (v. Lett. 2983) 380 <+>

Lett. n. 2993. Al papa Leone XIII *Torino, 20 aprile 1879 – Rapida relazione sulla storia delle missioni salesiane con le facoltà concesse dalla Santa Sede in varie occasioni – supplica precisazioni circa la Congregazione vaticana cui fare riferimento – approvazione formale delle missioni salesiane onde poter ricevere contributi economici – comunicazione della partenza di due missionari per recarsi fra gli indios della Pampas-Patagonia condannati allo sterminio 381 <+>

Lett. n. 2994. Al professore don Dardi *Torino, 29 aprile 1879 – Consiglia due norme da mettere in pratica per alleviare le sue tribolazioni spirituali 384 <+>

Lett. n. 2995. A don Giovanni Marenco *Torino, 11 maggio 1879 – Manda la lettera per le suore Agostiniane – è felice che i confratelli stiano bene e crescano – nella loro vocazione 385 <+>

Lett. n. 2996. Al Segretario dei Memoriali, cardinale Teodolfo Mertel *Torino, 13 maggio 1879 – Ringrazia dell’offerta ricevuta – assicura preghiere 385 <+>

Lett. n. 2997. Circolare ai Cooperatori salesiani *Torino, 16 maggio 1879 – Invito alla Conferenza salesiana separata dei Cooperatori e delle Cooperatrici – la questua – in favore della erigenda chiesa di San Giovanni Evangelista 386 <+>

Lett. n. 2998. Al Prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini [Torino, 18 maggio 1879] – Un primo memoriale in difesa del ginnasio di Valdocco a seguito del decreto di chiusura – storia dell’Oratorio 387 <+>

Lett. n. 2999. Al canonico Clément Guiol *Torino, 20 maggio 1879 – Spera in una sua visita – si è liberato dal progetto della casa di Anteuil a Parigi – altre proposte di case a Parigi che non può prendere ora in considerazione 389 <+>

Lett. n. 3000. Circolare per la lotteria Torino, 24 maggio 1879 – Si raccomanda l’acquisto di biglietti della lotteria che sta volgendo al termine 390 <+>

Lett. n. 3001. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 13 giugno 1879 – Supplica che siano concessi alla Congregazione salesiana i privilegi già concessi ad altri – Ordini religiosi – chiede il rinnovo per tre anni di tre favori già concessi precedentemente – allega testo per il papa 391 <+>

Lett. n. 3002. Al papa Leone XIII Augustae Taurinorum die decima tertia mensis junii 1879 – Precisa le ragioni per cui la Congregazione salesiana ha bisogno del rinnovo ad tempus o inperpetuum di facoltà già concesse anteriormente da papa Pio IX (v. Lett. prec.) 392 <+>

Lett. n. 3003. Agli allievi del collegio di Borgo San Martino *Torino, 17 giugno 1879 – Consigli sulla scelta dello stato ecclesiastico o secolare e relative norme da seguire in base – al tipo di scelta 394 <+>

Lett. n. 3004. Alla suora visitandina Maria Luisa Bartolazzi [Torino] 17 giugno 1879 – Non può contribuire alle spese di un’opera nella chiesa della Visitazione se prima non – riceve le informazioni necessarie 395 <+>

Lett. n. 3005. Al signor F. Vassalli *Torino, 18 giugno 1879 – Ringrazia dell’offerta ricevuta sperando nella ricompensa di Dio – avverte che il triduo – è stato fatto – assicura preghiere 396 <+>

Lett. n. 3006. Al cardinale Luigi Oreglia Torino, 19 giugno 1879 – In occasione del suo onomastico tutti i salesiani lo ricorderanno nella santa messa ed i giovani offriranno la comunione – avverte delle condizioni di salute del fratello barone 397 <+>

Lett. n. 3007. Al Prefetto di Torino, Giovanni Minghelli Vaini Torino, 20 giugno 1879 – Elenca i nomi dei professori che insegnano nell’anno scolastico in corso 398 <+>

Lett. n. 3008. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina Torino, 21 giugno [18]79 – Invia copia di un decreto pontificio privo di una firma – il governo ha intimato il decreto – di chiusura delle scuole dell’Oratorio di Valdocco 399 <+>

Lett. n. 3009. Ai Cooperatori salesiani di Chieri *Torino, 25 giugno 1879 – Invito alla conferenza dei Cooperatori 400 <+>

Lett. n. 3010. Al ministro della Pubblica Istruzione Michele Coppino *Torino, 26 giugno [18]79 – Richiesta di revoca del decreto di chiusura del ginnasio di Valdocco 400 <+>

Lett. n. 3011. Al prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini *Torino, 26 giugno 1879 – Informa che farà ricorso all’autorità superiore contro il decreto di chiusura del ginnasio – nel frattempo prega di sospendere tale decreto 401 <+>

Lett. n. 3012. Al ministro della Pubblica Istruzione Michele Coppino – [Torino, 27-28 giugno 1879] – Non potendo procedere alla chiusura delle scuole ginnasiali in pochi giorni, domanda l’annullamento degli effetti legali del decreto o di indicare ulteriori incombenze cui dare seguito 402 <+>

Lett. n. 3013. All’avvocato Carlo Comaschi *Torino, 29 giugno [18]79 – Chiede notizie, non avendo ricevuto la sua visita 404 <+>

Lett. n. 3014. Al prefetto di Torino Giovanni Minghelli Vaini *Torino, 30 giugno 1879 – Informa che l’insegnamento ginnasiale è cessato come stabiliva il decreto 404 <+>

Lett. n. 3015. Al sindaco di Acireale Giuseppe Grassi Russo *Torino, 30 giugno 1879 – Richiesta di sussidio comunale per l’eventuale riapertura di un collegio di educazione in città 405 <+>

Lett. n. 3016. Al principe Placido Gabrielli [Torino, fine giugno 1879] Ringrazia per l’intenzione di affidare alla congregazione salesiana la direzione e l’educazione dei giovani dell’ospizio di S. Michele a Ripa – espone le basi del Regolamento – spiega in breve il sistema preventivo 406 <+>

Lett. n. 3017. Al signor Antonio Venturini *Torino, 2 luglio [18]79 – Parla dell’onorificenza conferita dal papa al sig. Benedetto Pelà – prega per la guarigione del figlio Domenico 408 <+>

Lett. n. 3018. Alla signora Zeglia Cesconi *Torino, 2 luglio [18]79 – Ringrazia per gli auguri che gli ha inviato, insieme al figlio Victor, per il suo onomastico e – per le offerte ricevute – la invita ad incontrarlo nel caso fosse di passaggio a Torino 409 <+>

Lett. n. 3019. Al conte Filippo Celebrini Torino, 3 luglio 1879 – Esprime il suo dispiacere per il mancato incontro durante la propria visita a Nizza e il passaggio del conte a Torino – assicura preghiere per la moglie ammalata 410 <+>

Lett. n. 3020. Al canonico Clément Guiol *Torino, 3 luglio [18]79 – Chiede l’ora del suo arrivo per poterlo andare a prendere alla stazione e ospitarlo assieme – a chiunque l’accompagni 411 <+>

Lett. n. 3021. Al ministro della Pubblica Istruzione Michele Coppino – [Torino, poster. 3 luglio 1879] – Ampi e particolareggiati schiarimenti riguardo al decreto ministeriale che ordinava la chiusura delle scuole ginnasiali di Valdocco – osservazioni al decreto e sua illegalità 412 <+>

Lett. n. 3022. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 4 luglio [18]79 – Ringrazia i salesiani di Nizza delle preghiere e degli auguri – manda loro la sua benedizione – chiede notizie riguardo ai biglietti della lotteria in corso 418 <+>

Lett. n. 3023. Al ministro degli Interni Agostino Depretis *Torino, 5 luglio 1879 – Attestato in favore del barone Antonio Nasi 419 <+>

Lett. n. 3024. Al re Umberto I *Torino, 6 luglio 1879 – Supplica un suo intervento per revoca del decreto ministeriale che sanciva la chiusura delle – scuole ginnasiali dell’Oratorio 420 <+>

Lett. n. 3025. Al ministro della Real Casa Giovanni Giacomo Visone *[Torino], 8 luglio 1879 – Telegramma di supplica di un intervento per evitare di mandare in strada 300 ragazzi a – causa del decreto di chiusura delle scuole di Valdocco 421 <+>

Lett. n. 3026. Al ministro della Real Casa Giovanni Giacomo Visone *[Torino], 8 luglio 1879 – Telegramma con cui ringrazia, a nome dei giovanetti, per l’interessamento alla revoca del decreto per la chiusura delle scuole di Valdocco 421 <+>

Lett. n. 3027. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 8 luglio 1879 – Avverte della sospensione del decreto di chiusura delle scuole grazie al ricorso fatto presso – il re 422 <+>

Lett. n. 3028. Alla contessa Emma Brancadoro *Torino, 8 luglio [18]79 – Informa di non poter aprire una casa nelle Marche per mancanza di mezzi economici 423 <+>

Lett. n. 3029. Al ministro della Real Casa Giovanni Giacomo Visone *Torino, 10 luglio 1879 – Chiede intervento per la revoca del decreto che obbliga a mettere sulla strada i ragazzi di – Valdocco 423 <+>

Lett. n. 3030. Al pro Sostituto della Segreteria di Stato, monsignor Serafino Cretoni – *Torino, 12 luglio 1879 – Confidenzialmente sollecita le onorificenze pontificie già richieste per i benefattori Rostand, – Guiol, Héraud e Pelà – ha bisogno del loro apporto finanziario 424 <+>

Lett. n. 3031. Al senatore Fedele Lampertico Torino, 13 luglio 1879 – Ringrazia e loda il figlio che gli ha fatto visita – lo invita ad andarlo a trovare 426 <+>

Lett. n. 3032. Al direttore de l’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Casa [Torino], 13 luglio [18]79 – Chiede la pubblicazione di un articolo scritto dal prof. Allievo in merito alla chiusura delle scuole di Valdocco – è in preparazione un altro sul limite che la legge pone all’autorità scolastica agli istituti privati 427 <+>

Lett. n. 3033. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 14 luglio [18]79 – Chiede di parlare con l’abate Cauvin per un mutuo a favore della casa di Marsiglia – desidera sapere se i salesiani Pirro e Macheraud sono già sacerdoti – ringrazia tutti per – gli scritti ricevuti 428 <+>

Lett. n. 3034. Al ministro degli Interni Tommaso Villa [Torino], 15 luglio 1879 – Omaggio al nuovo ministro dell’Interno – gli affida la protezione dei giovani dell’Oratorio 429 <+>

Lett. n. 3035. Al vescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Torino, 16 luglio [18]79 – Ringrazia per l’offerta inviata – sta studiando il modo per superare le difficoltà fatte dai – Provveditori degli studi ai Vescovi per gli insegnanti delle scuole nei seminari 429 <+>

Lett. n. 3036. Al barone Aimé Héraud *Torino, 19 luglio [18]79 – Accusa ricevuta del denaro già speso per don Fagnano in partenza per il Paraguay per – la fondazione della prima parrocchia 430 <+>

Lett. n. 3037. Al teologo Angelo Rho *Torino, 20 luglio 1879 – Ha ricevuto la sua lettera dal teol. Margotti – dà schiarimenti intorno alle scuole salesiane – e alla visita del Provveditore Gioacchino Rho 431 <+>

Lett. n. 3038. All’avvocato Giovanni Battista Aluffi *Torino, 20 luglio 1879 – Raccomanda il prof. Allievo e il prof. don Durando che si recano a Roma per la questione – della chiusura delle scuole ginnasiali di Valdocco 433 <+>

Lett. n. 3039. Al ministro degli Interni Tommaso Villa *Torino, 20 luglio 1879 – Supplica il suo appoggio per la revoca del decreto di chiusura delle scuole di Valdocco – rapido resoconto dei recenti avvenimenti – gli allievi dovranno essere messi sulla strada 434 <+>

Lett. n. 3040. Al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Paolo Perez – [Torino, 20 luglio 1879] – Spiega al nuovo titolare del ministero i motivi per cui chiede di sospendere gli effetti legali al decreto sulla chiusura delle scuole ginnasiali di Valdocco – contenuto analogo alla Lett. prec. 436 <+>

Lett. n. 3041. Al canonico Clément Guiol *Torino, 20 luglio [18]79 – Le fotografie dell’Oratoire St. Léon son terminate – si è concluso il contratto di vendita di una delle cascine di Caselle, per cui si potrà aiutare economicamente la casa di Marsiglia – è rimasto molto contento della sua visita a Torino 437 <+>

Lett. n. 3042. Al direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – Torino, 20 luglio [18]79 – Invia la lettera del teol. Rho e la sua risposta per la pubblicazione – avverte della partenza – per Roma di don Durando e del prof. Allievo 438 <+>

Lett. n. 3043. A un collaboratore de L’Unità Cattolica [Torino, 20 luglio 1879] – Allega la lettera precedente, per non arrecare diretto disturbo al teologo Margotti 439 <+>

Lett. n. 3044. A don Celestino Durando [Torino, 22 luglio 1879] Per qualsiasi difficoltà dovesse nascere a proposito delle scuole di Valdocco, lo invita a chiedere la verifica al delegato del Governo 440 <+>

Lett. n. 3045. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 22 luglio 1879 – Riferisce circa la spedizione dei salesiani a Villaricca nel Paraguay – informa delle difficoltà ancora presenti per le scuole all’Oratorio – propone apertura di ospizi per fanciulli abbandonati a Roma 440 <+>

Lett. n. 3046. Al principe Placido Gabrielli *Torino, 23 luglio 1879 – Ha ritardato nel rispondere alla sua lettera – don Durando è a Roma e per qualsiasi cosa – può mettersi in contatto con lui 441 <+>

Lett. n. 3047. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 23 luglio [18]79 – Prega di fare ricerche della lettera spedita a don Bianchi che è andata smarrita – saluti – ai ragazzi di Damasco 442 <+>

Lett. n. 3048. Al teologo Angelo Rho *Torino, 24 luglio 1879 – Intende replicare con il silenzio all’ultima lettera polemica del destinatario – dispiaciuto che il teologo disprezzi i sacerdoti dell’Oratorio – intende comunque mantenere la sua amicizia 443 <+>

Lett. n. 3049. All’avvocato Giovanni Battista Aluffi Torino, 26 luglio [18]79 – Chiede il suo aiuto per la revoca del decreto del prefetto per lo sfratto dei ricoverati in Valdocco 444 <+>

Lett. n. 3050. Al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Paolo Perez – [Torino, 26 luglio 1879] – Riespone una serie di ragioni già espresse in precedenza (v. Lett. 3040) – chiede di riconoscere l’illegalità del decreto emanato dall’ex ministro Coppino per la cessazione dell’insegnamento ginnasiale 444 <+>

Lett. n. 3051. A don Biagio Rumiano *Torino, 27 luglio [18]79 – Invoca la benedizione divina su di lui e ringrazia della carità – attende con piacere una – sua visita 447 <+>

Lett. n. 3052. Al canonico Clément Guiol *Torino, 29 luglio 1879 – Informa che vuole fare una bella festa per la commenda di S. Gregorio Magno concessa – dal papa al sig. Rostand 447 <+>

Lett. n. 3053. Al direttore della Gazzetta del Popolo *Torino, 2 agosto 1879 – Espone una precisa narrazione dei fatti, da pubblicarsi a correzione di vari articoli apparsi – sul giornale circa la chiusura delle scuole dell’Oratorio a Valdocco 448 <+>

Lett. n. 3054. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Torino, 3 agosto 1879 – Ha ricevuto copia dei rilievi fatti dalla Congregazione dei Vescovi e Regolari sull’Esposizione dello stato morale e materiale della società di S. Francesco di Sales – dà gli schiarimenti richiesti 450 <+>

Lett. n. 3055. Al direttore della Gazzetta del Popolo *Torino, 4 agosto 1879 – Chiede una rettifica da pubblicare nella Gazzetta del Popolo a riguardo la chiusura delle – scuole dell’Oratorio 455 <+>

Lett. n. 3056. Al direttore del L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Torino, 9 agosto 1879 – Ringrazia della benevolenza anche a nome dei giovani – chiede di sospendere le polemiche giornalistiche – ha fiducia nell’autorità scolastica e spera quanto prima di poter ricominciare le lezioni 456 <+>

Lett. n. 3057. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 15 agosto 1879 – Trasmette un indirizzo di saluto al papa da parte dei missionari – don Costamagna dà notizie della missione in Patagonia – indispensabile una fondazione salesiana a Carmen 457 <+>

Lett. n. 3058. Al papa Leone XIII *Torino, 16 agosto 1879 – Richiede la dispensa per la mancanza di età richiesta per il diacono Davide Pirro 459 <+>

Lett. n. 3059. Alla signora Sofia Bonola Maffei *Torino, 19 agosto [18]79 – Promette di continuare a pregare per l’anima del figlio defunto – farà speciali preghiere – per lei, per il marito e tutta la famiglia – accusa ricevuta dell’offerta 459 <+>

Lett. n. 3060. Alla contessa Alessandra Tettù di Camburzano *Torino, 19 agosto [18]79 – Ha celebrato la santa messa ed i giovani hanno ricevuto la santa comunione in suffragio dell’anima del conte Vittorio – consiglia la partenza per le acque termali di Saint-Vincent – pregherà per lei e la sua Filomena 460 <+>

Lett. n. 3061. Al rettore del seminario irlandese di Roma, Toby Kirby *Torino, 20 ag[osto 18]79 – Ringrazia della sua benevolenza e carità – assicura preghiere – la situazione delle scuole di Valdocco si è ricomposta con il cambiamento del Ministero – l’opera missionaria nella Patagonia procede bene 461 <+>

Lett. n. 3062. Al sindaco di Lanzo Giuseppe Druetti *Nizza Monferrato, 23 agosto 1879 – Chiede di prendere provvedimenti in merito ai lavori di restauro dell’edificio del collegio – di Lanzo – ricorda la scadenza della convenzione con il municipio 462 <+>

Lett. n. 3063. A don Nicola Cibrario *Nizza Monferrato, 24 ag[osto 18]79 – Chiede che parli con il canonico Cassini ed altri – per la costruzione di Vallecrosia elenca compiti da svolgere e di cui comunicargli l’esito 463 <+>

Lett. n. 3064. Al papa Leone XIII [Nizza Monferraro, poster. 24 agosto 1879] Domanda la facoltà di assolvere don Serafino Machet della diocesi di Susa dalle riserve, pene e censure in cui era incorso, in quanto pronto a sottomettersi alle penitenze che gli – saranno richieste – chiede che la notizia della ritrattazione non venga divulgata 464 <+>

Lett. n. 3065. Alla contessa Gabriella Corsi *Nizza, 27 ag[osto 18]79 – Notizie circa la muta di esercizi tenuta alla casa di Nizza Monferrato (Madonna delle Grazie) – avvisa della rapida diffusione del vaiolo – don Cagliero e don Lemoyne sono stanchi per le molte occupazioni 465 <+>

Lett. n. 3066. Al vescovo di Acqui Giuseppe Maria Sciandra *Torino, 28 ag[osto 18]79 – Dopo aver parlato con il seminarista Torieli riguardo alla sua vocazione, consiglia di mandarlo alcuni mesi presso un parroco ed attendere la sua relazione 466 <+>

Lett. n. 3067. A don Giacomo Costamagna *Torino, 31 ag[osto 18]79 – Bisogna iniziare le trattative per l’apertura di una casa a Carmen di Patagones – chiede di descrivere l’accoglienza ricevuta dai cacicchi – domanda se è pervenuta la spedizione – di cera a Buenos Aires 467 <+>

Lett. n. 3068. Circolare ai Cooperatori salesiani [Torino, settembre 1879] – Ringrazia per il contributo fornito alla lotteria appena conclusasi – assicura preghiere 468 <+>

Lett. n. 3069. Al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Paolo Perez – *Torino-Lanzo, settembre 1879 – Chiede di nuovo di considerare l’Oratorio di San Francesco di Sales come provvidenziale rifugio a tanti giovani diseredati dalla fortuna – dunque non è strettamente tenuto alla legislazione per i ginnasi privati veri e propri – al ministro aveva già scritto antecedentemente – (Lett. 3040, 3050) 469 <+>

Lett. n. 3070. Al ministro degli Interni Tommaso Villa *Torino-Lanzo, settembre 1879 – Domanda che l’istituto di Valdocco venga riconosciuto quale opera di beneficenza, quindi – non sottoponibile alle leggi di ginnasi privati 471 <+>

Lett. n. 3071. Al commendatore Jules Rostand [Lanzo], 8 settembre 1879 – Ampia ricostruzione delle trattative per la fondazione della casa di Marsiglia – divergenze – tra la società Beaujour (don Guiol) e i salesiani riguardo ai servizi parrocchiali 472 <+>

Lett. n. 3072. Al giovane Vittorio Cesconi *Lanzo Torinese, 9 sett[embre 18]79 – Lo invita a partecipare agli imminenti esercizi spirituali di Lanzo 475 <+>

Lett. n. 3073. A don Michele Rua *Lanzo, 11 sett[embre 18]79 – Gli ricorda di dare denaro a don Francesco Rebaudi e a don Antonio Pagani 475 <+>

Lett. n. 3074. Al ministro degli Interni Tommaso Villa Lanzo, 12 sett[embre] 1879 – Chiede di prendere in considerazione la supplica diretta al ministro della Pubblica Istruzione 476 <+>

Lett. n. 3075. All’arcivescovo di Buenos Aires, Léon Federico Aneyros – Lanzo, 13 settembre 1879 – Ringrazia per l’offerta formale della missione della Patagonia e della parrocchia di Carmen come centro della missione stessa – gradito il pieno appoggio del governo argentino che dal gennaio 1880 avrebbe offerto un sussidio economico – chiede all’ispettore di mettere a disposizione personale salesiano già in Argentina, mentre lui ne prepara un altro in Italia – immediatamente si manda un sacerdote e un maestro – auspica un collegio per ragazze indigene tenuto dalle Figlie di Maria Ausiliatrice – seguiranno salesiani coadiutori disponibili per scuola di agricoltura e mestieri più comuni 476 <+>

Lett. n. 3076. Al canonico Clément Guiol Lanzo Torinese, 15 sett[embre 18]79 – Espone le obbligazioni convenute con lui dai salesiani per l’opera di Marsiglia così come aveva fatto precedentemente al sig. Rostand (Lett. 3071 – la situazione attuale non era prevista e non è sostenibile 478 <+>

Lett. n. 3077. Al papa Leone XIII *Lanzo, 16 sett[embre] 1879 – Implora la dispensa dal difetto di sei mesi per il diacono Enrico Morganti 481 <+>

Lett. n. 3078. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Lanzo, 16 sett[embre 18]79 – Chiede di “dare un’occhiata” alla lettera per il papa – domanda un appoggio alla richiesta avanzata 482 <+>

Lett. n. 3079. Al papa Leone XIII *Lanzo, 16 settembre 1879 – Supplica una benedizione apostolica per chi concorre alla costruzione della chiesa in Vallecrosia – lo chiedono il vescovo di Ventimiglia e la commissione di beneficenza appositamente costituita 482 <+>

Lett. n. 3080. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Lanzo, 16 settembre 1879 – Informa che due salesiani, destinati a partire da Buenos Aires per il Paraguay, furono consigliati a differire la partenza – prossima spedizione dall’Europa – difficoltà per le spese 483 <+>

Lett. n. 3081. Circolare ai cattolici [Lanzo, 16-17 settembre 1879] Richiesta di offerte in favore di un’opera salesiana a Vallecrosia posta a difesa della fede cattolica 485 <+>

Lett. n. 3082. All’Economo generale dei Benefici vacanti [Lanzo, 16-17 settembre 1879] Supplica la concessione di un sussidio per le due scuole in Vallecrosia che versano in gravi difficoltà economiche 486 <+>

Lett. n. 3083. Al presidente del Consiglio dell’Opera di Propagazione della Fede di Lione, [B. Desgariel] *Lanzo, ce 17 settembre 1879 – Resoconto sulle missioni salesiane in Argentina – chiede sostegno economico 488 <+>

Lett. n. 3084. A don Domenico Tomatis *Alassio, 30 sett[embre 18]79 – Dà alcuni avvisi in merito alla direzione del collegio di S. Nicolás de los Arroyos 490 <+>

Lett. n. 3085. All’avvocato Giovanni Battista Aluffi *Alassio, 1° ott[obre 18]79 – Affida l’incarico di portare avanti le trattative in corso per l’Ospizio di S. Michele a Ripa a – Roma 491 <+>

Lett. n. 3086. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Alassio, 4 ottobre 1879 – È costretto a ritirare don Guidazio dal seminario di Montefiascone per mancanza di professori nelle case salesiane – ricevuta offerta del papa 491 <+>

Lett. n. 3087. A monsignor Santo Giuseppe Masnini *Vignale, 12 ott[obre 18]79 – Offre ospitalità a Torino o altrove 493 <+>

Lett. n. 3088. Al conte Eugenio De Maistre *Torino, 15 ott[obre 18]79 – Lettera di cordoglio per la morte della moglie 493 <+>

Lett. n. 3089. Al papa Leone XIII Datum Augustae Taurinorum die 16 octobris 1879 – Dopo l’approvazione della congregazione salesiana fu chiesta la comunicazione dei privilegi, ottenuti solo in parte e per un certo tempo – scaduti i termini, urge il rinnovo temporaneo e, possibilmente, definitivo 494 <+>

Lett. n. 3090. A don Giuseppe Briata *Torino, 17 ottobre 1879 – Gli comunica che a Torino-Valsalice è tutto pronto per il suo arrivo – può passare in – Oratorio a Valdocco per avere un incontro con lui – prega di salutargli i sigg. Callori 496 <+>

Lett. n. 3091. Al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Paolo Perez – *Torino, 19 ottobre 1879 – Alla vigilia del nuovo anno scolastico, supplica di prendere in considerazione gli allievi dell’Oratorio – attende l’autorizzazione per riaprire scuole ginnasiali – riespone leggi, – fatti ed interpretazioni 496 <+>

Lett. n. 3092. All’arcivescovo di Messina Giuseppe Guarino *Torino, 19 ottobre 1879 – Presenta un drappello di salesiani di passaggio verso Randazzo – in caso di bisogno chiede di aiutarli economicamente – avrebbe rimborsato ogni spesa – invito a visitarlo a – Torino 497 <+>

Lett. n. 3093. Circolare ai giovani [Torino, 20 ottobre 1879] – Fioretti per ogni giorno della novena dei Santi 498 <+>

Lett. n. 3094. Al cardinale Vicario di Roma, Raffaele Monaco La Valletta – *Torino, 22 ottobre 1879 – In occasione del suo onomastico assicura preghiere e la celebrazione di una santa messa all’altare di Maria Ausiliatrice 499 <+>

Lett. n. 3095. Al signor Giovanni Rivara *Torino, 24 ottobre 1879 – Chiede di condonare almeno in parte la somma data in prestito per l’acquisto dell’Ospizio di Sampierdarena – per la generosa offerta gli aveva fatto avere da papa Pio IX la decorazione di cavaliere di S. Gregorio 500 <+>

Lett. n. 3096. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina Torino, 28 ottobre 1879 – Attestato di ottima condotta religiosa e pastorale in favore di don Giovanni Bonetti 501 <+>

Lett. n. 3097. Al segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 29 ottobre 1879 – Presenta una lettera indirizzata al papa che esprime la totale adesione dei salesiani alla recente enciclica ed a qualsiasi disposizione della Santa Sede 502 <+>

Lett. n. 3098. Alla signora Luigia Pavese Dufour *Torino, 2 novembre 1879 – Ringraziamento per l’offerta – benedizione e preghiere per tutta la sua famiglia 503 <+>

Lett. n. 3099. Al segretario generale dell’Università Cattolica di Lione, monsieur Gousian – *Turin, 4 novembre 1879 – Offre il concorso dei suoi salesiani, votati all’educazione della gioventù povera ed abbandonata, per il patronato e corsi serali di cui il destinatario ha la direzione a Lione 504 <+>

Lett. n. 3100. All’avvocato Massimiliano Gardini *Torino, 20 novembre [18]79 – Lo informa che i biglietti inviati erano di una lotteria terminata da circa 15 anni – manda – il diploma di Cooperatore ed ossequi ai signori Lanzarini 505 <+>

Lett. n. 3101. All’avvocato Giovanni Battista Aluffi Torino, 25 nov[embre 18]79 – Ringrazia dell’interessamento per il progetto dell’ospizio di S. Michele in Roma 506 <+>

Lett. n. 3102. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 25 novembre 1879 – Istanza presso la competente S. Congregazione per ottenere la reintegrazione nella comunione cattolica del sac. Serafino Machet seguace dei Vecchi Cattolici 506 <+>

Lett. n. 3103. Agli allievi del collegio di Alassio [Torino, 25 novembre 1879] – Indicazioni per la novena dell’Immacolata Concezione 507 <+>

Lett. n. 3104. A don Giuseppe Monateri *Torino, 27 novembre [18]79 – Lo invita ad avere pazienza e ad intendersi con don Francesia 508 <+>

Lett. n. 3105. A don Giuseppe Monateri [Torino, novembre 1879] – Lettera confidenziale in cui espone al neodirettore di Varazze regole di comportamento 509 <+>

Lett. n. 3106. Al Provveditore di Torino Gioacchino Rho *Torino, 29 novembre 1879 – Dichiara che il suo è un Istituto di beneficenza e non un ginnasio privato, quindi non soggetto all’art. 246 della legge Casati – comunque comunica il nome di un maestro patentato in sostituzione di un altro rifiutato – sospeso il corso di matematica per mancanza di docente con titolo legale 509 <+>

Lett. n. 3107. All’avvocato Alfonso Fortis *Torino, 29 novembre [18]79 – Assicura preghiere speciali per tutto il mese di dicembre per la salute di tutta la famiglia – chiede di fare altrettanto e di avere fiducia 511 <+>

Lett. n. 3108. Al cavaliere Carlo Fava *Torino, 4 dic[embre 18]79 – Avvisa della sua intenzione d’impiegare l’offerta per vestire i suoi ragazzi – don Branda notifica la condotta del giovane Peano 512 <+>

Lett. n. 3109. Al (conte) don Carlo Cays *Torino, 12 dic[embre] 1879 – Per l’eventuale chiusura della scuola di Challonges non resta che aspettare le decisioni del – Pretore – suggerisce di mantenere decisamente attivo l’oratorio festivo e le scuole di carità 513 <+>

Lett. n. 3110. Ai salesiani e ai loro allievi [Torino], 13 dicembre 1879 – Fioretti dei singoli giorni della novena di Natale per i salesiani e i loro allievi 514 <+>

Lett. n. 3111. Alla signora Rostand Torino, 15 dicembre 1879 – Ringrazia per le opere di carità fatte ai poveri giovani dell’Oratorio di Marsiglia – promette di celebrare una santa messa all’altare di Maria Ausiliatrice secondo la sua intenzione – auguri di buon Natale e felice anno nuovo 515 <+>

Lett. n. 3112. Alla signora Agathe Jacques *Torino, 15 dicembre 1879 – Assicura la celebrazione della santa messa, preghiere e comunioni secondo la sua intenzione – auguri di buon natale e felice anno 515 <+>

Lett. n. 3113. Alla signora Anne Noilly-Prat *Torino, 15 dicembre 1879 – In segno di gratitudine per la carità fatta ai poveri giovani dell’Oratorio di San Leone di Marsiglia, celebrerà la santa messa e si faranno preghiere secondo la sua intenzione – auguri di buon natale e felice anno nuovo 516 <+>

Lett. n. 3114. Al canonico Clément Guiol *Torino, 22 dicembre 1879 Auguri di buone feste natalizie e di capodanno – annuncia il suo prossimo arrivo a Marsiglia – crede opportuno una conferenza di Cooperatori salesiani 517 <+>

Lett. n. 3115. All’avvocato Nicola Galvagno *Torino, 22 dicembre [18]79 Augura buone feste di natale e di inizio anno – promessa di preghiere secondo la sua intenzione e per la salute di tutta la sua famiglia 518 <+>

Lett. n. 3116. Alla signora Susanna Saettone Prato *Torino, 22 dic[embre 18]79 Augura buone feste e buon capodanno – assicura di fare ogni mattina un particolare memento nella santa messa per la conservazione della sua salute 519 <+>

Lett. n. 3117. Al conte Prospero Balbo *Torino, 26 dicembre [18]79 Augurio di buon capodanno 519 <+>

Lett. n. 3118. Circolare ai salesiani e loro allievi *Torino, 26 dicembre 1879 Strenna ai salesiani e loro allievi: augurio per l’anno 1880 520 <+>

Lett. n. 3119. A suor Maria Massimina (Annetta Pelazza) *Torino, 29 dic[embre 18]79 Pensiero di perseveranza nel servire Dio 520 <+>

Lett. n. 3120. Al Segretario di Stato, cardinale Lorenzo Nina *Torino, 30 dicembre 1879 Auguri per il nuovo anno – unisce lettere anche per il papa – si espande la missione salesiana in Patagonia – a giorni si stabilirà a Roma un Procuratore Generale 521 <+>

You may also like...