Home > Uncategorized > E(m) Vol. quinto (1876-1877), lett. 2244-2665

E(m) Vol. quinto (1876-1877), lett. 2244-2665

image_pdfimage_print

Accedi a Dropbox

1876

Lett. n. 2244. Al ministro dei Lavori Pubblici, Silvio Spaventa Torino, lì [gennaio] 1876 Domanda l’emanazione di un secondo decreto di esproprio del terreno Morglia per poter iniziare la costruzione dell’Ospizio e della Chiesa di S. Giovanni Evangelista in Torino 33 <+>

Lett. n. 2245. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia [Paolo Amilhau] – [Torino, gennaio 1876] – Supplica di continuare ad avere biglietto di favore per sé e per un suo compagno 35 <+>

Lett. n. 2246. Al papa Pio IX [Torino, gennaio 1876] Supplica di estendere a tutti i salesiani la facoltà di comunicare ai benefattori tutti i favori, indulgenze e grazie spirituali, a lui già concessi precedentemente – chiede altre facoltà per – sé e per i salesiani 36 <+>

Lett. n. 2247. Al presidente della Pia Opera di S. Paolo, Gustavo Ponza di S. Martino – *Torino, genn[aio] 1876 – Supplica di elargire un soccorso economico a favore delle quattro chiese in Torino da lui aperte al culto 37 <+>

Lett. n. 2248. Ai salesiani e agli allievi del collegio di Lanzo *Torino, 3 [gennaio 18]76 Ringrazia dell’affettuosa accoglienza ricevuta da tutti i residenti del collegio e promette di ricordarli ogni giorno nella S. Messa 38 <+>

Lett. n. 2249. A don Giovanni Battista Francesia *Torino, 10 [gennaio 18]76 Chiede notizie del personale insegnante, assistente e di servizio – esprime i suoi sentimenti – di affetto verso i giovani di Varazze 39 <+>

Lett. n. 2250. Al Segretario di Stato, cardinale Giacomo Antonelli *Torino, 10 gennajo 1876 Offre una fotografia del gruppo dei missionari – augura buona salute nel nuovo anno 40 <+>

Lett. n. 2251. Circolare ai salesiani Torino, 12 gennajo 1876 Informazione sullo stato della congregazione – necessità di salesiani missionari chiamati ovunque nel mondo – raccomandazioni e mezzi per coltivare le vocazioni e lo spirito di pietà – attenzione a non eccedere in contatti fisici e confidenze con i giovani – norme di valida ascesi e di sana prudenza 41 <+>

Lett. n. 2252. A don Carlo Secondo Ellena *Torino, 12 [gennaio 18]76 Indulgenze concesse dal papa a pie persone 46 <+>

Lett. n. 2253. All’avvocato Nicola Galvagno [Torino], 12 [gennaio 18]76 Cortese richiesta di aiuto per dare indumenti pesanti a centinaia di ragazzi che ne sono privi – nel rigore della stagione invernale 46 <+>

Lett. n. 2254. All’agente delle tasse di Villanova d’Asti, Giacomo Comio – *Torino, 13 gennajo 1876 – Chiede di cancellare l’imposta che grava su un fabbricato non esistente e di rimborsare i pagamenti fatti negli anni precedenti 47 <+>

Lett. n. 2255. A don Giovanni Cagliero [Torino, poster. 13 gennaio 1876] – Un saluto personale e a tutti i missionari – comunica la morte di madre Galeffi – annuncia l’invio di altri salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice ad ottobre – saluti per il comm. Gazzolo ed il sig. Benitez 48 <+>

Lett. n. 2256. Al vescovo di Acqui Giuseppe Maria Sciandra *Mornese, 14 gennaio 1876 Notizie dell’istituto di Maria Ausiliatrice in Mornese – supplica (collettiva) per l’approvazione diocesana dello stesso e delle relative costituzioni – apertura di nuove case 49 <+>

Lett. n. 2257. Circolare ai salesiani *Torino, 16 gennaio 1876 Invito per le “conferenze di S. Francesco di Sales” 51 <+>

Lett. n. 2258. Alla contessa Emma Brancadoro [Torino, poster. 17 gennaio 1876] Assicura preghiere per varie intenzioni – ringrazia per l’anello offerto da una benefattrice 52 <+>

Lett. n. 2259. Al conte Federico Callori *Casa [Torino], 18 [gennaio 18]76 Tutti pregano per la guarigione della moglie – invia dei pomidoro di Alassio 53 <+>

Lett. n. 2260. Al conte Ottavio Gianazzo di Pamparato [Torino, 18 gennaio 1876] – Fa umili auguri – omaggia delle primizie di Alassio 54 <+>

Lett. n. 2261. Alla signora Zeglia Cesconi *Torino, 19 [gennaio 18]76 Ringrazia per l’offerta che gli ha inviato a favore delle “Letture Cattoliche” e dei ragazzi di Valdocco – saluti al figlio Victor ed al suo maestro – quando sarà a Roma chiederà al papa una benedizione per la famiglia 54 <+>

Lett. n. 2262. Al senatore Giuseppe Cataldi Torino, 26 gennajo 1876 Richiesta di sussidio per l’istituto di Genova-Sampierdarena 55 <+>

Lett. n. 2263. Alla signora Marina Pavese [Torino], 26 [gennaio 18]76 Supplica il suo aiuto per un pagamento urgente di fatture della casa di Genova-Sampierdarena 56 <+>

Lett. n. 2264. Al giovane artigliere Benvenuto Graziano [Lanzo Torinese, fine gennaio 1876] Esprime grande consolazione per la sua volontà di ritornare all’Oratorio al termine del servizio militare 57 <+>

Lett. n. 2265. Al dottore Giovanni Mazzotti *[Torino], 1° febb[raio 18]76 Esprime il suo giudizio positivo riguardo al progetto di una biblioteca e ne indica le condizioni 58 <+>

Lett. n. 2266. Alla contessa Carlotta Callori *Casa [Torino], 3 febbraio [18]76 – Le offre alcuni uccelli – le augura sanità 59 <+>

Lett. n. 2267. Alla signora Matilde Sigismondi – Oratorio di S. Francesco di Sales – Torino, 5 febbraio [18]76 Assicura di fare preghiere per lei e per il marito – condoglianze per la morte del padre – domanda ospitalità in occasione del suo prossimo viaggio a Roma – prossima apertura di cinque case salesiane 59 <+>

Lett. n. 2268. Al dottor Giovanni Mazzotti *Torino, 8 febbraio [18]76 Consiglia di promuovere non più un comitato ma una semplice associazione per la diffusione di buoni libri 61 <+>

Lett. n. 2269. Al Segretario di Stato, cardinale Giacomo Antonelli [Torino], 12 febbrajo 1876 Chiede di nominare il teologo Francesco Molinari come successore del canonico barone Borsarelli 62 <+>

Lett. n. 2270. A don Giovanni Cagliero [Torino, 12 febbraio 1876] Esprime compiacimento per le lettere inviategli, che sono state pubblicate sui giornali – ha ricevuto anche quelle di don Fagnano da S. Nicolas de los Arroyos – attende istruzioni per l’invio di altri missionari e missionarie – offre suggerimenti per tranquillizzare don Tomatis che vorrebbe rientrare in Italia – annuncia apertura di case salesiane – invia saluti alle autorità e benefattori locali e trasmette quelli degli amici e benefattori italiani 63 <+>

Lett. n. 2271. A don Giovanni Bonetti *Torino, 14 febbraio [18]76 Ha scritto al cav. Rho come indicatogli – propone di mandare una decina di giovani nel collegio di Lanzo dove c’è più spazio 66 <+>

Lett. n. 2272. A don Giovanni Cagliero [Torino], 14 febbraio [18]76 Raccomanda il nipote del can. Vogliotti in arrivo a Buenos Aires – parla della rappresentazione teatrale svoltasi all’Oratorio – don Cibrario e don Ronchail danno buone notizie delle loro case 67 <+>

Lett. n. 2273. A don Nicolao Cibrario *Torino, 19 febbraio [18]76 Ha ricevuto con piacere le sue lettere – ritiene ardua l’impresa che hanno tra le mani, per questo ha affidato la piccola carovana al direttore della chiesa di M. A. – possono incontrarsi a Ventimiglia 68 <+>

Lett. n. 2274. Alla contessa Emma Brancadoro Nizza [Marittima], 24 febbraio [18]76 E felice per la guarigione del piccolo Ignazio – suggerisce alcuni nomi per il prossimo nascituro – assicura preghiere 69 <+>

Lett. n. 2275. A don Nicolao Cibrario *Nizza [Marittima], 29 febbraio [18]76 Comunica il suo arrivo a Ventimiglia da Nizza – appena giunto si recherà subito dal vescovo – gli chiede di essere possibilmente presente al colloquio 70 <+>

Lett. n. 2276. Al barone Amato Héraud [Nizza, 1 marzo 1876] – ore 7 di sera – Conclusione del contratto di acquisto di una casa a lire 90.000 71 <+>

Lett. n. 2277. A don Michele Rua [Nizza, 2 marzo 1876] Annuncia che è in partenza per Ventimiglia – ha concluso il contratto, chiede di preparare – il denaro – invia saluti ed assicura preghiere al giovane Seghesio che è molto malato 71 <+>

Lett. n. 2278. A don Giovanni Battista Lemoyne [Nizza, 2 marzo 1876] Risponde alla sua domanda di andare in America – saluta gli allievi – ha acquistato una casa – a Nizza 72 <+>

Lett. n. 2279. A don Giovanni Bonetti [Ventimiglia, 3 marzo 1876] Risponde ai bisogni di alcuni allievi 73 <+>

Lett. n. 2280. A don Michele Rua *Alassio, 4 marzo [18]76 Serie di comunicazioni e di impegni da assolvere – chiede di dare esecuzione al decreto di espropriazione Morglia – per i lavori della chiesa si dovrà stabilire un capitolato con Buzzetti – cominci a pagare i legati S. Biagio 74 <+>

Lett. n. 2281(a). Al papa Pio IX [Torino, 4 marzo 1876] – Prima minuta di supplica di benedizione e indulgenze per la nascente Associazione dei Cooperatori salesiani 75 <+>

Lett. n. 2281(b). Al papa Pio IX [Torino, 4 marzo 1876] Seconda minuta di supplica di benedizione e indulgenze per la nascente Associazione dei Cooperatori salesiani 77 <+>

Lett. n. 228l(c). Al papa Pio IX *Torino, 4 marzo 1876 Terza minuta di supplica di benedizione e indulgenze per la nascente Associazione dei Cooperatori Salesiani 77 <+>

Lett. n. 2281(d). Al papa Pio IX *Torino, 4 marzo 1876 – Supplica di benedizione e indulgenze per la nascente Associazione dei Cooperatori Salesiani 78 <+>

Lett. n. 2282. Al papa Pio IX *Torino, 4 marzo 1876 Supplica al papa in favore dell’Opera di Maria Ausiliatrice per le vocazioni dello stato ecclesiastico 80 <+>

Lett. n. 2283. Al papa Pio IX *Torino, 4 marzo 1876 Supplica a voler concedere benedizione e indulgenze per le nascenti istituzioni dei Cooperatori salesiani e dell’Opera di Maria Ausiliatrice 81 <+>

Lett. n. 2284. A don Giulio Barberis *[Alassio], 5 marzo [18]76 Comunica di consegnare uno dei quadernetti del suo manuale al prof. Lanfranchi per iniziarne la stampa – invia saluti ai novizi che gli hanno scritto, a don Guanella e ad Antonio Bruno 82 <+>

Lett. n. 2285. A don Michele Rua Varazze, 6 marzo 1876 Chiede di mandargli le dimissorie dei chierici ordinandi 84 <+>

Lett. n. 2286. A don Domenico Tomatis *Alassio, 7 marzo [ 18]76 Consigli sul come comportarsi con un salesiano coadiutore antipatico – quella che deve regnare è la carità verso tutti – altre comunicazioni 84 <+>

Lett. n. 2287. A don Valentino Cassinis * Varazze, 7 marzo [18]76 Si dichiara dispiaciuto per la sofferenza del viaggio – lo esorta al lavoro e a tener presente che Dio darà un gran premio a chi lavora per Lui – gli chiede di ripassare gli appunti che gli – ha scritto 85 <+>

Lett. n. 2288. Al seminarista Pietro Pozzan * Varazze, 8 marzo [18]76 Incoraggiamento ad andare avanti nello stato ecclesiastico – raccomanda la diffusione delle “Letture Cattoliche” 86 <+>

Lett. n. 2289. A don Michele Rua – *Ospizio di S. Vincenzo [Genova-Sampierdarena], 9 marzo [18] 76 Lo invita ad andare con lui a pranzo da don Vallauri 87 <+>

Lett. n. 2290. Al Prefetto della provincia di Torino, Vittorio Zoppi *Torino, 11 marzo 1876 Invia la documentazione relativa alla costruzione dell’Ospizio e della Chiesa di S. Giovanni Evangelista e chiede di dare disposizioni per la pubblicazione del decreto di esproprio – descrizione del terreno da espropriarsi 87 <+>

Lett. n. 2291. A don Giovanni Cagliero *Varazze, 12 marzo [18]76 Soddisfazione per il buon andamento delle case sulla riviera che sta visitando – ottimo l’avvio della casa di Bordighera in funzione antiprotestante – chiede invio di notizie sullo stato materiale e spirituale dell’opera salesiana – trascorrerà il mese di aprile a Roma 88 <+>

Lett. n. 2292. Alla signora Matilde Sigismondi Torino, 12 marzo [18]76 Le assicura preghiere in occasione dell’onomastico non potendo essere suo ospite in Roma – saluti al marito in attesa di incontrarsi in aprile 90 <+>

Lett. n. 2293. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 15 marzo 1876 Domanda l’autorizzazione a benedire la nuova cappella di S. Luigi nell’omonimo oratorio 90 <+>

Lett. n. 2294. Al direttore della casa di. *Torino, giorno di San Giuseppe [19 marzo] 1876 Ricordi Confidenziali dati dal Sac. Gio. Bosco al direttore della casa 91 <+>

Lett. n. 2295. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 22 marzo 1876 Chiede di poter stabilire una scuola di ragazze povere di Valdocco – manda copia delle costituzioni delle Figlie di Maria Ausiliatrice che se ne farebbero carico 97 <+>

Lett. n. 2296. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 22 marzo 1876 Supplica a voler delegare una persona per visitare l’Oratorio femminile di Valdocco 97 <+>

Lett. n. 2297. A don Giuseppe Ronchail [Torino, poster. 22 marzo 1876] – Indica il modo di trovare i mezzi necessari per il patronato di S. Pietro a Nizza 98 <+>

Lett. n. 2298. Al canonico Edoardo Martini *Torino, 24 marzo [18]76 Accetta volentieri l’offerta della celebrazione di sante messe 100 <+>

Lett. n. 2299. A don Giovanni Cagliero *Torino, 30 marzo 1876 Comunica l’avvenuta benedizione della cappella per le suore in casa Catellino – invia i saluti di molte persone di cui fa elenco – fa sapere che si è stabilita l’apertura di una casa a Trinità – progetto di una casa a Roma 101 <+>

Lett. n. 2300. Alla contessa Girolama Uguccioni [Roma, 7 aprile 1876] – Spera di fermarsi a Firenze nel suo viaggio di ritorno da Roma – sta cercando un “casolare” per l’apertura di una casa salesiana a Firenze – prega per la sua famiglia e per il defunto marito 102 <+>

Lett. n. 2301. Al papa Pio IX [Roma], 9 aprile 1876 – Solenn. delle Palme 1876 – Segnala due cattolici della repubblica argentina, José Francesco Benitez e don Pietro G. B. Ceccarelli e supplica di accordare al primo il titolo di Commendatore e al secondo quello di Cappellano 103 <+>

Lett. n. 2302. Al papa Pio IX [Roma, poster. 9 aprile 1876] Supplica di voler concedere onorificenze a due insigni benefattori dell’Ospizio di Genova-Sampierdarena 105 <+>

Lett. n. 2303. Al papa Pio IX [Roma, poster. 9 aprile 1876] – Supplica di voler permettere ai parroci della diocesi genovese per un triennio di cedere a vantaggio della casa di Genova-Sampierdarena l’elemosina delle messe domenicali prò popido 106 <+>

Lett. n. 2304. A don Giuseppe Ronchail *Roma, 12 aprile [18]76 Dà consigli in merito all’acquisto di casa Gauthier ed all’affare del Laghetto – invia ringraziamenti al parroco di S. Giovanni in Villafranca per aver preso parte ai loro bisogni – altre comunicazioni 107 <+>

Lett. n. 2305. Al direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – Roma, 13 aprile 1876 – Storia della casa di Nizza – beneficenza papale – allega relativa lettera del card. Antonelli ai soci della Società di San Vincenzo di Nizza 109 <+>

Lett. n. 2306. Al direttore de II Cittadino di Genova [Roma, 13 aprile 1876] Lettera analoga alla precedente: storia della casa di Nizza – beneficenza papale – allega relativa lettera del card. Antonelli ai soci della società di San Vincenzo di Nizza 110 <+>

Lett. n. 2307. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi [Roma, anter. 15 aprile 1876] Comunica che per un eventuale vicariato nelle Indie ha già avviato a Torino le scuole di lingua inglese Ili <+>

Lett. n. 2308. A don Giulio Barberis [Roma, 16 aprile] Pasqua [18]76 Notizie riguardo l’udienza papale del giorno precedente – raccomandazioni di Pio IX per le vocazioni 112 <+>

Lett. n. 2309. A don Luigi Guanella Roma, Pasqua [16 aprile 18]76 Il papa ha letto le lettere dei Figli di Maria – manda loro la sua benedizione e concede molte indulgenze 113 <+>

Lett. n. 2310. A don Michele Rua *[Roma] Pasqua [16 aprile 18]76 Ha parlato con il papa il quale si è dimostrato favorevole alla congregazione salesiana – gli chiede di occuparsi dell’organizzazione della novena a Maria Ausiliatrice – tutti stanno bene 114 <+>

Lett. n. 2311. A don Michele Rua e alla comunità di Valdocco *Roma, Pasqua [16 aprile] 1876 Descrive l’udienza avuta con il papa il giorno precedente 116 <+>

Lett. n. 2312. Alla contessa Gabriella Corsi *[Roma, 16 aprile] Pasqua [ 18]76 Benedizione del papa per la sua famiglia – rincrescimento per la morte di una benefattrice 118 <+>

Lett. n. 2313. A don Giuseppe Ronchail [Roma, 16 aprile 1876] Informa delle grazie spirituali concesse dal papa ai benefattori delle opere salesiane – comunicherà da Roma le concessioni di altri favori individuali per le persone più benemerite 119 <+>

Lett. n. 2314. Al ministro degli Affari Esteri, Luigi Amedeo Melegari [Roma, 16 aprile 1876] Promemoria al ministro degli esteri sulla convenienza di una Colonia italiana nella Patagonia 119 <+>

Lett. n. 2315. Alla signora Giuseppina Fortis *Roma, 19 aprile [18]76 Promette di occuparsi del giovane Fantini – consegnerà personalmente una croce benedetta – al papa, con vari favori spirituali annessi 121 <+>

Lett. n. 2316. Al papa Pio IX [Roma, anter. 21 aprile 1876] – Supplica per la concessione di alcuni privilegi – importante quello della possibilità di poter – presentare chierici alle ordinazioni extra tempora – lo otterrà anche se per un periodo determinato 122 <+>

Lett. n. 2317. Al conte Eugenio De Maistre *Roma, 21 aprile [18]76 Disposte preghiere all’altare di Maria Ausiliatrice per la salute della mamma – speciale benedizione concessa da Pio IX a tutta la famiglia – ringraziamento per la sua carità 123 <+>

Lett. n. 2318. Alla baronessa Azelia Fassati Ricci *Roma, 21 aprile [18]76 Richiesta una speciale benedizione al papa per tutta la sua famiglia – desidera ricevere notizie sulla salute della cont.ssa De Maistre 124 <+>

Lett. n. 2319. A don Giuseppe Ronchail *Roma, 22 aprile [18]76 Serie di comunicazioni – invia una speciale benedizione del papa e la concessione di molti favori spirituali – invita a diffondere il Giovane Provveduto fra i benefattori francesi – consiglia di accettare il patronato di S. Luigi 125 <+>

Lett. n. 2320. A don Giovanni Battista Lemoyne *Roma, 22 aprile [18]76 Risponde alla sua lettera rassicurandolo per la morte del giovane Arisio – comunica che le cose a Roma vanno bene e che ha chiesto al papa la benedizione per tutti loro 126 <+>

Lett. n. 2321. A don Michele Rua e don Giuseppe Lazzero *Roma, 25 aprile [18]76 Serie di comunicazioni – desidera che Gastini ed i suoi amici possano fare la festa di S. Giuseppe all’Oratorio, cui spera di non mancare – consente che il coadiutore Dogliani stampi delle musiche – invita a prendersi somma cura della salute di don Chiala – buone e cattive notizie da Roma – comunicherà il suo arrivo – (All. minuta: chiede di recarsi dal Vesc. di Biella per il locale delle monache nel Seminario – nessuna porta comunicante con il seminario – possibilmente separate anche per le pratiche religiose – suggerimenti per il contratto) 127 <+>

Lett. n. 2322. A don Giovanni Cagliero *Roma, 27 aprile [18]76 Lunghissima serie di informazioni – il papa soddisfatto delle missioni salesiane in Argentina, disponibile a sostenerle – concessi loro vari privilegi – concessione di onorificenze al sig. Benitez e don Ceccarelli da consegnare con una cerimonia solenne – proposti dal papa tre Vicariati Apostolici in India, Cina ed Australia, ha accettato il primo, che affiderà allo – stesso Cagliero – quasi certa una casa salesiana a Roma – avviare le missioni in Patagonia – morte delle signore Orsello e Monti – prossima apertura di una casa delle FMA a Biella e dei salesiani a Trinità di Mondovì – tanti altri progetti – saluti da tutti i comuni amici di Roma – chiede informazione sullo stato finanziario e sull’arrivo degli oggetti spediti – invito a trasmettere le notizie agli altri salesiani che saluta di cuore 129 <+>

Lett. n. 2323. A don Michele Rua [Roma, poster. 27 aprile 1876] – Le trattative romane per i privilegi sono ancora in corso – attende risposta della march. Bricherasio, perché sia priora della festa di Maria Ausiliatrice – chiede di preparare la musica per quel giorno 132 <+>

Lett. n. 2324. Al papa Pio IX [Roma, anter. 28 aprile 1876] Supplica di voler concedere varie facoltà al Superiore generale e ai soci salesiani, fra cui quella di leggere i libri proibiti 133 <+>

Lett. n. 2325. Al rettore del seminario irlandese di Roma, Toby Kirby *Roma, 30 ap[rile 18]76 Invia una copia del progetto per i Cooperatori salesiani approvato dal papa Pio IX 135 <+>

Lett. n. 2326. A don Michele Rua [Roma], 30 aprile [18]76 Autorizza a mandare alcuni allievi bisognosi di riposo presso famiglie – a Roma stanno tutti bene – avviserà del giorno del suo ritorno – chiede di pregare molto 136 <+>

Lett. n. 2327. A don Michele Rua [Roma, maggio 1876] Ottenuta una speciale benedizione per varie persone, chiede di comunicarla loro – avviata la pratica per l’inventore Giuseppe Rua – le cose della Congregazione seguono bene – programma di ritorno 137 <+>

Lett. n. 2328. A don Michele Rua [Roma, maggio 1876] Invia le commendatizie richieste – comunica che il papa ha concesso indulgenza plenaria in articulo mortis con la benedizione apostolica a tutti i giovani dell’Oratorio 138 <+>

Lett. n. 2329. Al Maestro di Camera, monsignor Luigi Macchi *Torino, maggio 1876 Dichiara che i signori Tommaso Frascara e Margarita Garelli si recano a Roma per ricevere la benedizione del papa e si raccomandano al suo aiuto per poterla ricevere 139 <+>

Lett. n. 2330. A don Clemente Messidonio *Roma, 1° maggio [18]76 Assicura preghiere – spera di andarlo a trovare prima del 15 maggio 139 <+>

Lett. n. 2331. A don Francesco Dalmazzo *Roma, 5 maggio [18]76 Il papa invia ai giovani del collegio di Valsalice la benedizione apostolica da estendere anche ai parenti – al suo rientro a Torino parleranno di tutto – invia saluti a tutta la comunità 140 <+>

Lett. n. 2332. A don Giovanni Battista Lemoyne *Roma, 7 maggio [18]76 Comunica di aver consegnato l’offerta del collegio di Lanzo al papa, che manda a tutti gli allievi di Lanzo l’apostolica benedizione con indulgenza plenaria – concesse anche altre indulgenze per parenti ed amici 141 <+>

Lett. n. 2333. Al parroco don Giuseppe Perino *Roma, 8 maggio 1876 Si congratula per la sua promozione a parroco di Piedicavallo – lascia precise raccomandazioni spirituali – raccomanda la diffusione delle “Letture Cattoliche” e di fargli visita all’Oratorio 142 <+>

Lett. n. 2334. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi *Roma, 10 maggio 1876 Promemoria per un progetto di diffusione del Vangelo nella Patagonia 143 <+>

Lett. n. 2335. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi *Roma, 11 maggio 1876 Lettera di presentazione del suddetto promemoria per un progetto di evangelizzazione della Patagonia 149 <+>

Lett. n. 2336. A don Michele Rua *Roma, 12 maggio [18]76 Programma di viaggio – chiede di raggiungerlo a Genova-Sampierdarena – scriverà al novizio Bodrato al quale dice di non portar via oggetti della casa – invita ad aver cura della sua sanità, di quella di don Chiala e di don Guidazio 150 <+>

Lett. n. 2337. A don Giulio Barberis *Pisa, 14 maggio [18]76 Chiede un ragguaglio sulla Patagonia – saluti a don Chiala e tutti i suoi ascritti 150 <+>

Lett. n. 2338. Al vescovo di Luni-Sarzana e Brugnato, Giuseppe Rosati – * [Torino], 21 maggio 1876 – Chiede il beneplacito del vescovo e l’assistenza religiosa per le Figlie di Maria Ausiliatrice che vanno al mare a Sestri Levante ad assistere le ragazze scrofolose 152 <+>

Lett. n. 2339. Al signor Vincenzo Baldioli *Torino, 23 maggio 1876 Ricevuta della “caparra di un corpo di casa” 153 <+>

Lett. n. 2340. Ai collettori e collettrici del Patronato di San Pietro di Nizza Marittima – *Torino, 24 maggio giorno di Maria Ausiliatrice 1876 Comunica i favori spirituali concessi dal S. Padre ai collettori del Patronato di S. Pietro in Nizza Marittima 153 <+>

Lett. n. 2341. A don Giovanni Bonetti *Torino, 26 maggio [18]76 Ringrazia per il gustoso dolce alle fragole ricevuto per la festa di Maria Ausiliatrice – pensieri per alcuni allievi del collegio di Borgo S. Martino – guarigione di una suora salesiana a Mornese 155 <+>

Lett. n. 2342. A don Giovanni Cagliero [Torino], 30 maggio 18[76] Comunica che il papa è intenzionato a lanciare qualche iniziativa missionaria in Patagonia e nei Pampas – il comm. Gazzolo farà una relazione in proposito – imminente una nuova spedizione di missionari 156 <+>

Lett. n. 2343. A don Giuseppe Ronchail *Torino, 5 giugno [18]76 Precise direttive per le pratiche relative all’acquisto della nuova casa a Nizza Marittima 158 <+>

Lett. n. 2344. All’ingegnere Emanuele Campanella *Torino, 5 giugno [18]76 – È in attesa di risposta dal cav. Carlo Comaschi di Milano 159 <+>

Lett. n. 2345. Alla signora Zeglia Cesconi [Borgo San Martino], 26 giugno [18]76 Ha ricevuto con piacere le buone notizie sulla sua famiglia – ringrazia per l’offerta inviatagli – assicura le sue preghiere per tutta la famiglia, in particolare per il figlio 160 <+>

Lett. n. 2346. A don Giovanni Cagliero *Torino, S. Pietro [29 giugno 18]76 Sequenza di comunicazioni varie – notizie dei familiari – decesso di don Chiala – invia dei diplomi per Benitez e Ceccarelli – il papa insiste per la fondazione di una missione a Dolores – sono in partenza 12 missionari 161 <+>

Lett. n. 2347. Circolare *Torino, luglio 1876 Solito invito agli esercizi spirituali per signore e maestre nell’Istituto delle FMA a Mornese – spese, itinerario per raggiungerlo, modalità di iscrizione 163 <+>

Lett. n. 2348. Agli alunni del collegio di San Nicolás de los Arroyos *Torino, Io luglio 1876 Ringrazia dei saluti ed auguri ricevuti per l’onomastico – fa delle raccomandazioni spirituali – manda a tutti loro l’apostolica benedizione impartita dal papa con due indulgenze plenarie 164 <+>

Lett. n. 2349. Al papa Pio IX [Torino, poster. Io luglio 1876] Supplica di concedere la facoltà di aprire una casa di noviziato in Argentina – progressivo sviluppo colà delle opere missionarie salesiane 165 <+>

Lett. n. 2350. Al Prefetto della provincia di Torino, Angelo Bargoni *Torino, 4 luglio 1876 Domanda di dichiarazione di esproprio della striscia di terreno Morglia – unisce la dichiarazione provvisoria del versamento a complemento del prezzo determinato dal perito 167 <+>

Lett. n. 2351. Al cardinale Giuseppe Berardi *Torino, 9 luglio 1876 Notizie sui missionari salesiani in America – progetto di apertura di un collegio a Montevideo per il quale chiede la benedizione del papa 168 <+>

Lett. n. 2352. Alla contessa Olimpia di Pamparato Casa [Torino], 10 luglio [18]76 Accetta la persona raccomandatagli 169 <+>

Lett. n. 2353. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 12 luglio 1876 Terminata la stampa, invia copia del fascicolo “Cooperatori Salesiani” chiedendone la sua benedizione e l’autorizzazione a scriverne il nome, dopo quello del papa, fra i promotori 169 <+>

Lett. n. 2354. A don Giovanni Cagliero Torino, 13 luglio [18]76 Per il noviziato in America è stata fatta domanda al papa e non ci sono problemi – invito a procedere nell’apertura di case missionarie – favorire le vocazioni di ragazzi indi ed eventualmente mandarle in Italia a formarsi – ad ottobre arriveranno 20 salesiani – i progetti delle Indie e Australia non devono turbare quelle argentine – apertura di una casa a Trinità 170 <+>

Lett. n. 2355. Al marchese Domenico Fassati *Torino, 16 luglio 1876 Richiesta di sussidio per i chierici che devono indossare l’abito ecclesiastico e per la missione argentina 172 <+>

Lett. n. 2356. Alla contessa Gabriella Corsi *Albissola, 19 luglio [18]76 Chiede notizie della malattia di don Guidazio – tappe del suo viaggio 173 <+>

Lett. n. 2357. A don Giuseppe Ronchail *Alassio, 20 luglio [18]76 Notizie lieti e tristi di famiglia – comunica i passi da fare riguardo l’acquisto della casa Gauthier a Nizza – speranze di sussidi economici da parte di benefattori, vescovo compreso, – per i quali prepara uno speciale diploma 174 <+>

Lett. n. 2358. A don Michele Rua *Alassio, 20 luglio [18]76 Ha autorizzato don Ronchail a fare il compromesso per la Villa Gauthier – itinerario dei giorni successivi – chiede l’invio di alcune circolari missionarie – chiede l’opinione su alcuni candidati direttore – comunica la .richiesta di tre fondazioni in Cile 175 <+>

Lett. n. 2359. A don Michele Rua [Varazze, poster. 20 luglio 1876] – Serie di comunicazioni – situazione economica difficile in tutte le case – annuncia la data – del suo ritorno a Torino – richiesta una schiera di salesiani nella Patagonia 177 <+>

Lett. n. 2360. A don Joseph-Marie Timon-David [Varazze, poster. 20 luglio 1876] Richiesto di aprire una casa salesiana a Marsiglia, ne precisa le condizioni – si augura di poterne parlare di persona nel corso di un previsto viaggio 178 <+>

Lett. n. 2361. A don Giovanni Battista Lemoyne S. Pierdarena, 25 luglio [18]76 Autorizza ad accogliere in collegio la cerimonia ufficiale di inaugurazione della ferrovia Torino-Lanzo – notizie dalle missioni 179 <+>

Lett. n. 2362. A don Michele Rua *[Genova] S. Pierdarena, 27 luglio [18]76 Invia la lettera del principe Chigi, riguardante i certificati di don Cibrario e don Bodrato – unisce la lettera di don Ronchail – chiede di raccogliere il denaro da mandare – lo invita a raggiungerlo al suo ritorno a casa di don Vallauri per il pranzo 180 <+>

Lett. n. 2363. Al Segretario di Stato, cardinale Giacomo Antonelli – *[Genova] Sampierdarena, 29 luglio 1876 Invito a far pervenire al papa una supplica in favore di un’onorificenza al console Giovanni Gazzolo per meriti acquisiti 181 <+>

Lett. n. 2364. Al papa Pio IX [Genova-Sampierdarena], 29 luglio 1876 Supplica per onorificenza al console Giovanni Gazzolo, di cui alla Lett. prec 182 <+>

Lett. n. 2365. Al vescovo di Concepción (Cile) Giuseppe Ippolito Salas – *Augustae Taurinorum in Italia die 29 julii 1876 Come superiore generale presenta i salesiani che hanno già aperto opere in Argentina – chiede informazioni, consigli e benevolenza per spingersi ad evangelizzare gli Indi nella Patagonia Occidentale 184 <+>

Lett. n. 2366. A don Giovanni Cagliero *Torino, Io ag[osto 18]76 Comunica di aver ricevuto la sua lettera e come tante altre è stata pubblicata – attende un suo cenno per l’invio di altri missionari – per Villa Colón è pronto il direttore e gli altri salesiani 185 <+>

Lett. n. 2367. Al canonico Tommaso Chiuso [Torino], Io agosto 1876 Risponde alla lettera inviatagli dall’arcivescovo riguardo la stampa del fascicolo sui Cooperatori salesiani e sull’utilizzo della banda musicale in chiesa 187 <+>

Lett. n. 2368. Al cavaliere Francesco Faà di Bruno [Torino, Io agosto 1876] – Vivi ringraziamenti – raccomanda il candidato don Luigi Rocca affinché possa essere promosso agli esami universitari 189 <+>

Lett. n. 2369. All’ingegnere Emanuele Campanella *Torino, 2 agosto 1876 Problemi di eredità – invia lettera ricevuta dall’avv. Alessio – modifiche ai portici dell’Ospizio di Sampierdarena 189 <+>

Lett. n. 2370. Al Vicegerente di Roma, monsignor Giulio Lenti [Torino], 7 agosto 1876 Presenta e raccomanda Francesco Faà di Bruno perché sia aiutato nelle necessarie pratiche – al fine di ottenere l’ordinazione sacerdotale quanto prima 190 <+>

Lett. n. 2371. Al segretario generale del Ministero degli Affari Esteri, comm. Giacomo Malvano – *Torino, 12 agosto 1876 – Ringraziamenti per i suggerimenti dati intorno alla Patagonia ed agli autori che ne trattano – continua a contare sull’offerta del suo appoggio anche economico per quest’opera non facile 191 <+>

Lett. n. 2372. Al ministro degli Affari Esteri, Luigi Amedeo Melegari [Torino, 12 agosto 1876] Notizie dell’opera salesiana in Argentina – domanda la concessione di un sussidio per sostenere le spese di corredo e del viaggio a 20 salesiani in partenza per quella terra 192 <+>

Lett. n. 2373. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Casa [Torino], 12 ag[osto 18]76 Chiede l’autorizzazione per l’amministrazione della Cresima ai giovani dell’Oratorio da parte del vescovo di Vercelli 193 <+>

Lett. n. 2374. Al direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Torino, 12 agosto [18]76 Chiede se è possibile la pubblicazione di due lettere dei missionari salesiani 194 <+>

Lett. n. 2375. A don Giovanni Cagliero *Torino, 13 agosto [18]76 – Lo informa sui preparativi per la seconda partenza dei missionari 195 <+>

Lett. n. 2376. Al conte Federico Callori *Torino, 14 ag[osto 18]76 Richiesta di sussidi per la vestizione dei chierici 196 <+>

Lett. n. 2377. Al papa Pio IX *Torino, 16 agosto 1876 Supplica di concedere la dispensa di età ad alcuni diaconi della congregazione per presentarsi all’ordinazione sacerdotale 197 <+>

Lett. n. 2378. Al segretario della S. Congregazione dei VV. e RR., mons. Enea Sbarretti – *Torino, 17 agosto 1876 Supplica di presentare al papa la richiesta di cui alla Lett. prec 198 <+>

Lett. n. 2379. All’avvocato Nicola Galvagno *[Torino] S. Bernardo dottore, [20 agosto] 1876 Richiesta di sussidi per i missionari salesiani 199 <+>

Lett. n. 2380. Al cavaliere Francesco Faà Di Bruno *Torino, 22 agosto [18]76 Risponde alla sua lettera sperando che mons. Lenti l’abbia accolto bene – lo tranquillizza ed assicura preghiere 200 <+>

Lett. n. 2381. Alla contessa Olimpia di Pamparato *Torino, 22 ag[osto] 1876 Ringrazia per l’offerta ricevuta per i missionari – assicura di fare preghiere per il marito e – per la madre inferma 201 <+>

Lett. n. 2382. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi [Torino], 23 agosto 1876 Notizie sulle missioni salesiane della Patagonia 201 <+>

Lett. n. 2383. A don Giovanni Battista Lemoyne *Torino, 23 agosto [18]76 Comunichi al chierico Antonio Varaja di iniziare i suoi esercizi spirituali e di recarsi a Borgo San Martino 204 <+>

Lett. n. 2384. Circolare ai benefattori Torino, 25 agosto 1876 Richiesta di offerte per la prossima spedizione missionaria in Argentina 204 <+>

Lett. n. 2385. All’Uditore del papa, mons. Francesco Latoni *Torino, 26 agosto 1876 Ringrazia il papa per aver concesso che potessero essere tre i salesiani in Ariccia e non sei ha inviato al card. Di Pietro il progetto riguardo al ginnasio di Albano – chiede la benedizione apostolica 208 <+>

Lett. n. 2386. Circolare [Torino], 28 agosto 1876 Invito alla cerimonia di distribuzione dei premi ai giovani dell’Oratorio 210 <+>

Lett. n. 2387. Al signor Giuseppe Turri *Torino, 29 agosto [18]76 Ringrazia per l’aiuto economico dato ai missionari – notizie del teol. Marengo 210 <+>

Lett. n. 2388. A don Giuseppe Fagnano *Torino, 30 agosto [18]76 Notizie varie – saluta tutti gli allievi 211 <+>

Lett. n. 2389. Circolare ai benefattori Torino, [settembre] 1876 Ringraziamento per l’offerta inviata in favore dei missionari 212 <+>

Lett. n. 2390. Circolare ai salesiani, allievi e amici *Torino, settembre 1876 Invito agli esercizi spirituali 213 <+>

Lett. n. 2391. A don Giovanni Cagliero *Torino, 1 settembre 18]76 Ragguagli per la raccolta del denaro per la partenza dei missionari – per il 15 settembre spera di definire il personale per Villa Colón 213 <+>

Lett. n. 2392. A don Michele Rua [Torino, poster. 1° settembre 1876] Avvisa che l’avvocato Sertorio porterà 2000 fr. – chiede di spedire 3 sacchi di meliga a – don Ronchail 214 <+>

Lett. n. 2393. Al papa Pio IX *Torino, 3 settembre 1876 Chiede di concedere la dispensa al diacono Oberti per essere ordinato sacerdote 215 <+>

Lett. n. 2394. Al dottor Lorenzo Peverotti Torino, 6 settembre] 1876 Esprime gratitudine per la sua lettera e la sottoscrizione dei Cassinesi – riguardo ai locali – dei signori Buzzi si presentano due difficoltà: l’area ristretta dei cortili e il prezzo elevato 215 <+>

Lett. n. 2395. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 10 settembre] 1876 Supplica a voler permettere che alcune suore F.M.A. siano inviate nel collegio di Lanzo 217 <+>

Lett. n. 2396. Al papa Pio IX [Torino, anter. 12 settembre 1876] – Dopo l’approvazione della congregazione si ottennero alcuni privilegi ad tempus – chiede di poterli avere in perpetuimi e di poterli stendere a tutte le case salesiane – ne dà le ragioni generali e particolari 217 <+>

Lett. n. 2397. A don Gioachino Berto *Lanzo, 12 settembre [ 18]76 Comunica di mettersi d’accordo con don Bodratto sul da farsi per l’arrivo di mons. Ciccolini 219 <+>

Lett. n. 2398. A don Giovanni Cagliero *Lanzo, 12 settembre 18]76 Informa che sta studiando per il personale d’Italia, Europa e America – per il 1° ottobre avrà la lista dei missionari partenti – per aprile invece il nome delle suore – chiede di intensificare gli sforzi per avere alunni fra i Patagoni 220 <+>

Lett. n. 2399. Ai direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Lanzo, 13 settembre 18]76 Avvisa che don Durando manderà gli articoli corretti – dato il numero elevato di esercitanti, si faranno tre corsi di Esercizi Spirituali 221 <+>

Lett. n. 2400. Al direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Lanzo, 17 settembre [18]76 Trasmette il secondo articolo Sull’Opera di Maria Ausiliatrice riveduto da don Durando – raccomanda la restituzione di una lettera di don Cagliero onde poterla ripubblicare nelle “Letture Cattoliche” 222 <+>

Lett. n. 2401. A don Giulio Barberis [Lanzo, anter. 20 settembre 1876] Prenotazione agli esercizi spirituali di Lanzo per Antonio Buzzetti 223 <+>

Lett. n. 2402. Al cavaliere Francesco Faà Di Bruno *Lanzo, 20 settembre [18]76 – Ha scritto a mons. Lenti Vicegerente per l’ordinazione sacerdotale – assicura preghiere 224 <+>

Lett. n. 2403. Al direttore dell’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Lanzo, 21 settembre [18]76 Spiega le difficoltà sorte con l’arcivescovo di Torino per la stampa del progetto per l’Opera di Maria Ausiliatrice 224 <+>

Lett. n. 2404. Al conte Federico Callori Lanzo Torinese, 23 settembre [18]76 Ringrazia della carità che gli fa sperare in favore dei chierici – assicura preghiere – comunica – di trovarsi a Lanzo per gli esercizi spirituali – annuncia sua prossima visita a Vignale 226 <+>

Lett. n. 2405. Al direttore dell’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Lanzo, 24 settembre 18]76 Spiega di nuovo il pensiero dell’istituzione dell’Opera di Maria Ausiliatrice 227 <+>

Lett. n. 2406. A don Marco Petitti *Lanzo, 26 settembre 18]76 Essendo molto occupato, non può rispondere ai suoi molti quesiti 227 <+>

Lett. n. 2407. Al chierico Enrico Morganti *Torino, 29 settembre [18] 76 Assicura preghiere per l’esenzione dal servizio di leva – futuri programmi scolastici 228 <+>

Lett. n. 2408. All’arcivescovo di Vigevano, Pietro Giuseppe De Gaudenzi – [Torino, poster. 29 settembre 1876] Notizie varie circa l’opposizione di mons. Gastaldi alla morale alfonsiana 229 <+>

Lett. n. 2409. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Lanzo, 5 ott[obre] 1876 Chiarimenti Sull’Opera di Maria Ausiliatrice per ottenere il permesso di stampare i programmi 230 <+>

Lett. n. 2410. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi *Torino, 8 ott[obre] 1876 Chiede aiuto economico, facoltà particolari e appoggio in favore della prossima spedizione missionaria e delle missioni salesiane in Patagonia 231 <+>

Lett. n. 2411. Al cavaliere Marco Gonella *Chieri, 9 ott[obre 18]76 Preoccupato per la preparazione della partenza dei missionari, dilaziona la sua visita 233 <+>

Lett. n. 2412. Al segretario generale del Ministero degli Affari Esteri, comm. Giacomo Malvano – *Torino, 12 ott[obre] 1876 – Avvicinandosi la partenza dei missionari per la repubblica argentina chiede sussidi economici per il viaggio in nave 233 <+>

Lett. n. 2413. Al vicario di Lanzo Teodoro Dalfi *Sulla Ferrovia, 12 ottobre [18]76 Incoraggiamento ad andare avanti nella sua impresa – congratulazioni per l’accettazione della nomina a Vicario di Lanzo 234 <+>

Lett. n. 2414. A don Giovanni Cagliero *Vignale, 13 ott[obre 18]76 Cercano aiuti economici per la prossima spedizione dei missionari – vescovi ed autorità chiedono maestri salesiani per le loro scuole – sviluppo dell’opera salesiana – è stato acquistato un edificio a Nizza Marittima – notizie delle contesse Callori e Bricherasio – saluti per – tutti 235 <+>

Lett. n. 2415. A don Michele Rua *Vignale, 13 ottobre [18]76 Lunga serie di commissioni e informazioni – chiede l’invio di un piccolo Galateo da unirsi al Regolamento – offerta di un paramentale per i missionari – chiede preghiere per una signora malata – permesso per don Canora a direttore spirituale delle suore 237 <+>

Lett. n. 2416. A don Michele Rua Vignale, 16 ottobre [1876] Comunica di spedire la posta urgente a Nizza – ha già raccolto del denaro 239 <+>

Lett. n. 2417. A don Michele Rua *Nizza, 18 ott[obre 18]76 Avvisa del suo arrivo a Torino 240 <+>

Lett. n. 2418. Al chierico Francesco Piccollo [Torino, poster. 18 ottobre 1876] – Gli illustra il nuovo programma da seguire 240 <+>

Lett. n. 2419. Alla marchesa Maria Fassati *Torino, 21 ott[obre] 1876 Richiesta di sussidio per la vestizione di 50 chierici e la spedizione missionaria in America 241 <+>

Lett. n. 2420. A don Giovanni Cagliero *Torino, 31 ott[obre 18]76 Varie disposizioni per le missioni – notizie sullo stato della congregazione e sull’invio di personale in alcune case 242 <+>

Lett. n. 2421. Al Prefetto della S. Congregazione dei Riti, cardinale Luigi Bilio – [Torino], 3 novembre 1876 – Ringrazia per il sussidio che ha ottenuto dal papa e specifica come inviare il denaro – proposta papale circa i Concettini sarà esaminata da un suo rappresentante subito inviato a Roma 243 <+>

Lett. n. 2422. Circolare Torino, 4 novembre 1876 Invito alla cerimonia di congedo dei missionari in partenza per l’America 245 <+>

Lett. n. 2423. Al vescovo di Alessandria Pietro Giocondo Salvai *Torino, 5 novembre [18]76 Chiede la patente di confessione per tre sacerdoti che devono partire per le missioni 246 <+>

Lett. n. 2424. A don Giulio Barberis *Roma, 10 novembre [18]76 Notizie varie – dispensa illimitata delle lettere testimoniali – facoltà illimitata di confessare ai missionari durante tutto il loro viaggio – benedizione del S.to Padre a tutta la congregazione salesiana 247 <+>

Lett. n. 2425. A don Michele Rua Roma, 11 novembre [18]76 Comunica che i missionari sono partiti per Genova-Sampierdarena, e tutto è andato bene – visiterà la casa che il papa metterà a disposizione della congregazione – le case ad Albano, Ariccia e Magliano sono state ben avviate 249 <+>

Lett. n. 2426. Promemoria per eventuale pubblicazione su L’Unità Cattolica – [Torino, anter. 12 novembre 1876] – Breve relazione sulla città di Montevideo – benedizione papale sul Collegio Pio e su tutti quelli che hanno contribuito all’impianto del collegio 249 <+>

Lett. n. 2427. A don Giovanni Cagliero *Genova-Sampierdarena, 13 novembre 1876 Comunica di pagare la somma in oro di fr. 1755 per il viaggio in America sul piroscafo Savoie 251 <+>

Lett. n. 2428. A don Giovanni Cagliero [Genova-Sampierdarena, 14 novembre 1876] – Serie di informazioni e commissioni – i salesiani per l’Argentina sono già partiti – si rende necessario un luogo per un noviziato o studentato – dà indicazione per i cambi di personale – chiede di individuare qualche indio da avviare agli studi ecclesiastici 251 <+>

Lett. n. 2429. A don Michele Rua *[Genova-Sampierdarena], 14 novembre [18]76 Comunica di dare al coadiutore Rossi il denaro in oro, che servirà per il viaggio di Bordeaux – partenza da Genova dei missionari che salutano tutti quelli dell’Oratorio 254 <+>

Lett. n. 2430. A don Giovanni Cagliero – [Genova-Sampierdarena], 16 novembre [18]76 ore 4 pom. Ancora non ha ricevuto la cambiale di 9 mila franchi – don Bourlot può fare il parroco a Buenos Aires – sta preparando la partenza delle suore e dei salesiani per marzo 254 <+>

Lett. n. 2431. Al vicario apostolico di Montevideo, mons. Giacinto Vera – [Genova-Sampierdarena], 17 novembre 1876 Annuncia la partenza dei missionari salesiani per Montevideo per dar iniziare al Collegio Pio – indica il nome e le capacità di molti di loro – li affida alla sua benevolenza – distribuzione del personale da parte del superiore locale – si attende consigli e ammonimenti 256 <+>

Lett. n. 2432. Al papa Pio IX Torino, 18 novembre 1876 Ringraziamento per accoglienza ai missionari -accenna alla visita fatta alla casa in Piazza Mastai che il Pontefice stava ristrutturando come noviziato dei Concettini – si dichiara disponibile ad accogliere la proposta papale 258 <+>

Lett. n. 2433. Al vescovo di Vigevano Pietro Giuseppe De Gaudenzi – *Torino, 21 novembre [18]76 Informa che il papa è ben lieto di riceverlo – prega di non dimenticarsi di chiedere l’onorificenza per il teol. Belasio – è in partenza per Borgo S. Martino – invito a fargli visita 260 <+>

Lett. n. 2434. A don Angelo Rocca Torino, 21 novembre 1876 Accusa ricevuta della sua lettera e ne corregge alcuni difetti di lingua – ammonimenti spirituali 261 <+>

Lett. n. 2435. Al segretario dei Brevi Apostolici, mons. Domenico Jacobini – [Borgo San Martino], 22 novembre 1876 Domanda le facoltà per i nuovi missionari di godere dei favori e grazie spirituali che si concedono ai missionari apostolici – chiede anche arredi e utensili sacri per le chiese in America latina 262 <+>

Lett. n. 2436. Al chierico Giovanni Battista Rinaldi – *Torino dal serbatoio della mia Musa, 27 novembre [18]76 Alcuni versi apportatori di serenità animatrice per il chierico sovraccarico di lavoro ad Albano Laziale 263 <+>

Lett. n. 2437. Al chierico Felice Toselli *Taurini, 29 novembris 1876 – Lo incoraggia a perseverare nella vocazione, osservando e praticando le costituzioni 265 <+>

Lett. n. 2438. A don Nicolao Cibrario *Torino, 29 novembre [18]76 Serie di informazioni e di commissioni – comunica che don Rua sta provvedendo per l’invio di un maestro – dopo la S. Messa di Natale partirà per la Liguria – si occuperà della costruzione della chiesa del Torrione 265 <+>

Lett. n. 2439. A don Giovanni Cagliero *Torino, 30 novembre [18]76 Serie di informazioni – la spedizione per Montevideo subirà qualche ritardo – il S. Padre con un decreto ha messo i Concettini sotto la sua autorità per fame dei salesiani – aumentano le vocazioni nella congregazione 266 <+>

Lett. n. 2440. Al ministro dell’interno Giovanni Nicotera [Torino, primi di dicembre 1876] Chiede per l’avvocato Carlo Comaschi, insigne benefattore, il favore di essere fregiato della croce mauriziana 268 <+>

Lett. n. 2441. Al ministro dell’interno Giovanni Nicotera [Torino, fine novembre 1876] Chiede per il sottotenente Luigi Tesio, insigne benefattore, il titolo di barone 270 <+>

Lett. n. 2442. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 2 dicembre [18]76 È molto occupato per l’apertura di nuove case e per le missioni – tuttavia la ricorda sempre nelle preghiere 271 <+>

Lett. n. 2443. Alla contessa Uguccioni Girolama *Torino, 4 dicembre [18]76 Assicura preghiere – chiede notizie sulla sua famiglia 272 <+>

Lett. n. 2444. Al direttore delle Ferrovie dell’Alta Italia [Paolo Amilhau] – [Torino, 4 dicembre 1876] – Chiede di continuargli il favore di concedere l’abbonamento gratuito su tutta la rete ferroviaria dell’Alta Italia 273 <+>

Lett. n. 2445. Al ministro dei Lavori Pubblici Giuseppe Zanardelli Torino, 4 dicem[bre] 1876 Supplica per un biglietto di favore per sé e per un compagno per le Ferrovie italiane 274 <+>

Lett. n. 2446. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 9 dic[embre] 1876 Lettera di presentazione di una lettera ricevuta da Roma ed indirizzata all’arcivescovo 275 <+>

Lett. n. 2447. Alla signora Zeglia Cesconi *Torino, 15 dicembre [18]76 Si compiace per il buon esito degli esami del figlio Victor e per la serenità riacquistata – nel prossimo viaggio a Nizza e Marsiglia si fermerà a Cannes per una visita alla madre e alla sorella 276 <+>

Lett. n. 2448. Alla marchesa Anna Natta d’Alfiano *Torino, 16 dic[embre 18]76 Ringrazia per l’offerta ricevuta – promette preghiere – annovera la marchesa tra i Cooperatori salesiani 277 <+>

Lett. n. 2449. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – *Torino, 16 dicembre 1876 – Risponde a due domande: se ha ottenuto qualche dispensa per le testimoniali degli Ordinari secondo il Decreto Romani Pontifices e se ha accettato giovani espulsi dal seminario di Torino 277 <+>

Lett. n. 2450. A don Giovanni Battista Lemoyne [Torino, 18 dicembre 1876] Comunica di essere stato chiamato dal papa a Roma, con un salesiano da lasciare colà per – la direzione dei Concettini – prega di avvisare don Scappini di prepararsi per la partenza 280 <+>

Lett. n. 2451. Al commendatore Giovanni Battista Gazzolo *Torino, 20 dicembre [18]76 Non si hanno ancora notizie dei missionari – chiede informazione per l’acquisto di un terreno vicino alla chiesa di Buenos Aires 281 <+>

Lett. n. 2452. A don Giovanni Battista Accornero *Torino, 27 dicembre 1876 Proposta della contessa Bricherasio per un prete a Fubine 282 <+>

Lett. n. 2453. A don Giovanni Cagliero [Torino, 31 dicembre 1876] Ancora non ha potuto parlare con il console Gazzolo per il suo terreno – sarà di nuovo a Roma su chiamata del S. Padre – la congregazione cresce a meraviglia – invia i saluti di alcune famiglie 283 <+>

Lett. n. 2454. A don Francesco Cerutti * [Torino], 31 dicembre [18]76 – Lo informa che avrà uno studente liceista in più 284 <+>

Lett. n. 2455. Al cardinale Raffaele Monaco La Valletta [Torino, 31 dicembre 1876] – Nel desiderio di aprire anche a Roma una casa per i Figli di Maria presenta al neo nominato cardinal Vicario di Roma uno schema di progetto 285 <+>


1877

Lett. n. 2456. A don Michele Rua [Torino], 1 gennaio [18]77 Consegna di un manoscritto ed una copia de II Giovane Provveduto al precettore dei figli – del conte di Pamparato 289 <+>

Lett. n. 2457. Al ministro della Pubblica Istruzione Michele Coppino *Roma, 4 gennaio 1877 Domanda esami straordinari di abilitazione all’insegnamento nei ginnasi 289 <+>

Lett. n. 2458. Alla contessa Girolama Uguccioni *Roma, 7 [gennaio 18]77 Nel suo viaggio di ritorno a Torino intende fermarsi un paio di giorni a Firenze – chiede se – può ospitarlo – manda la benedizione del papa a tutta la sua famiglia 291 <+>

Lett. n. 2459. A don Giovanni Bonetti *Roma, 9 [gennaio 18]77 Manda una letterina per i chierici Zemo e Laureri, ed una speciale benedizione ad altri allievi 292 <+>

Lett. n. 2460. Al signor Andrea Boassi *Roma, 10 [gennaio 18]77 Ringraziamento per l’interessamento all’opera dell’Oratorio – suggerisce di raccomandare all’imperatore don Pedro e l’imperatrice del Brasile una casa salesiana 293 <+>

Lett. n. 2461. A don Michele Rua Roma, 11 [gennaio 18]77 Chiede interventi correttivi circa “il teatrino” del momento – attende il suo libretto ferroviario a Genova-Sampierdarena – in serata avrà un’altra udienza con il papa 293 <+>

Lett. n. 2462. A don Giovanni Battista Francesia Roma, 12 [gennaio 18]77 Racconta l’udienza avuta col S. Padre il quale manda l’apostolica benedizione a lui ed a – don Albera – importanza dei Figli di Maria per le missioni 294 <+>

Lett. n. 2463. A don Michele Rua [Roma, poster. 12 gennaio 1877] Comunicazioni varie – buona accoglienza ricevuta dal papa che manda la sua benedizione a – tutti i salesiani, agli ammalati, alle benefattrici 296 <+>

Lett. n. 2464. A don Michele Rua [Roma, poster. 12 gennaio 1877] Comunicazioni varie – chiede di mandargli alcuni scritti che ha dimenticato e di comunicargli se ha ricevuto risposta del ministro della Guerra e dell’Interno riguardo ima sua richiesta – attende notizie circa l’arcivescovo 297 <+>

Lett. n. 2465. Al papa Pio IX [Roma, 13 gennaio 1877] Richiesta di onorificenza al console Giovanni Gazzolo e al sig. Felice Faya 298 <+>

Lett. n. 2466. A don Michele Rua [Roma, 13 gennaio 1877] – Invia alcune lettere da consegnare di persona – buona accoglienza ricevuta dal papa il quale manda la sua benedizione a tutti i salesiani 299 <+>

Lett. n. 2467. A don Giovanni Cagliero *Roma, 14 [gennaio] 1877 Spero che i nuovi missionari siano già arrivati – parla delle proposte per un Vicariato in Patagonia e in India fattegli dal Papa, che invia la benedizione apostolica a tutti i salesiani d’America 299 <+>

Lett. n. 2468. A don Giovanni Cagliero [Roma, 14 gennaio 1877] – Spera che i confratelli siano già arrivati – parla nuovamente delle proposte per un Vicariato – in Patagonia fattegli dal papa – invia la benedizione apostolica a tutti i salesiani d’America 301 <+>

Lett. n. 2469. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Roma, 14 gennaio 1877 Appena avrà l’udienza del card. Berardi, presenterà i suoi ossequi – promette di fare quanto potrà per ottenere un Oratorio maschile ed uno femminile a Chieri – presenta omaggi di mons. Canossa 302 <+>

Lett. n. 2470. Al Procuratore dei Concettini mons. Luigi Fiorani [Roma, 15 gennaio 1877] – Dopo aver esaminato lo stato attuale dei Concettini offre il servizio puramente religioso – allega un suo promemoria 303 <+>

Lett. n. 2471. A don Michele Rua [Roma, poster. 15 gennaio 1877] Biglietto di avviso che riceverà un vaglia bancario diretto a Giuseppe Rossi 307 <+>

Lett. n. 2472. Al coadiutore Giuseppe Buzzetti *Roma, 20 [gennaio 18]77 Esprime il suo compiacimento per la lettera che gli ha inviato – prega di salutare il suo complesso musicale, da cui vuol sentire una suonata al suo rientro 307 <+>

Lett. n. 2473. A don Giuseppe Bologna Roma, 22 [gennaio 18]77 Poesia in cui fa particolare allusione allo studio delle lingue intrapreso dal destinatario 308 <+>

Lett. n. 2474. Al chierico Edward Mackiernan *Roma, 22 [gennaio 18]77 Lamenta il ritardo nello scrivergli 309 <+>

Lett. n. 2475. A don Michele Rua *[Roma], 22 [gennaio 18]77 Informazioni e richieste varie – chiede di dire agli artigiani che ha letto la lettera scritta per loro da don Branda al papa che manda la sua benedizione – dice a don Lazzero che sta lavorando per lui 310 <+>

Lett. n. 2476. A don Giulio Barberis Roma, 23 [gennaio 18]77 Commissioni varie – invia la lettera dei missionari per la stampa – racconta dell’udienza papale – chiede l’immediato invio del decreto dell’Opera di Maria Ausiliatrice 311 <+>

Lett. n. 2477. A don Giovanni Battista Branda *Roma, 25 [gennaio 18]77 Si rallegra per le notizie che gli ha inviato – gli comunica che il papa dopo aver ascoltato la lettura della sua lettera manda a tutti gli artigiani una speciale benedizione – fa sapere ad Arietti che è meglio non abusare della misericordia del Signore 312 <+>

Lett. n. 2478. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, li febbraio 1877 Presenta il progetto di un canale sotterraneo atto allo scolo di tutte le acque pluviali delle proprietà circostanti, eseguito dall’ing. Spezia – chiede di interessarsi per l’esecuzione 312 <+>

Lett. n. 2479. A don Giovanni Cagliero *Torino, 13 febbraio 1877 Informazioni varie – reduce dal suo viaggio a Roma, lo informa sui benevoli sentimenti e – i disegni del Papa Pio IX nei riguardi dei salesiani – serie di commissioni da fare 313 <+>

Lett. n. 2480. Al teologo Luigi Botto *Torino, 17 febbraio 1877 Accetta di accogliere il ragazzo Eugenio Cottino – disponibile ad acquistare il collegio di Lanzo a certe condizioni 315 <+>

Lett. n. 2481. A don Nicolao Cibrario *Torino, 20 feb[braio 18]77 Comunica il suo arrivo a Bordighera – prega di invitare a pranzo mons. Viale per un colloquio 316 <+>

Lett. n. 2482. A don Giulio Barberis *[Nizza Marittima], 28 febbraio [18]77 Invia la lettera dei missionari corretta per la stampa – è in partenza per Marsiglia da dove scriverà a don Rua 317 <+>

Lett. n. 2483. A don Giovanni Battista Lemoyne [Nizza Marittima], 28 febbraio [18]77 Alcune osservazioni sull’opera Una speranza ossia il passato e l’avvenire della Patagonia 318 <+>

Lett. n. 2484. Al papa Pio IX [Torino, fine febbraio 1877] Supplica per ottenere che l’Associazione dei divoti di Maria Ausiliatrice di Torino possa aggregare a sé altre confraternite dello stesso nome e tenore anche oltre i confini diocesani fissati nel 1870 318 <+>

Lett. n. 2485. Al generale Alfonso La Marmora *Marsiglia, 3 marzo 1877 – In ringraziamento per l’offerta inviata all’Oratorio assicura preghiere per la sua salute 319 <+>

Lett. n. 2486. A don Michele Rua [Marsiglia, 5 marzo 1877] – Serie di comunicazioni e commissioni – ha scritto a don Bertazzi ed al generale La Marmora – ordinazioni per Pentecoste da un vescovo benevolo – non ha ricevuto le lettere da Nizza – andrà a pranzo dal vescovo di Marsiglia insieme a D. Ronchail – trattenimento per – la distribuzione dei premi 320 <+>

Lett. n. 2487. A don Michele Rua [Nizza Marittima], 8 marzo [18]77 Comunica la sua opinione circa il legato Belletrutti in favore della chiesa di S. Secondo 322 <+>

Lett. n. 2488. A don Michele Rua [Alassio, 17 marzo 1877] Manda l’invito per la festa di Maria Ausiliatrice da stamparsi una volta passato alla revisione ecclesiastica – raccomanda a don Berto di stare allegro e buono e di mandargli un paio di ghette a Varazze – avvisa del suo ritorno a Torino 323 <+>

Lett. n. 2489. A don Domenico Ossella Alassio, 17 marzo [18]77 Consiglia di dedicarsi a promuovere vocazioni allo stato ecclesiastico e suggerisce come fare 324 <+>

Lett. n. 2490. A don Giuseppe Ronchail *[Varazze], 23 marzo [18]77 Serie di informazioni e richieste – è in partenza per Genova-Sampierdarena – ha terminato il suo “exposé”, lo darà a copiare e glielo manderà – dà consigli riguardo al suo ruolo di direttore – saluti e ringraziamento per tutti 325 <+>

Lett. n. 2491. Alla signora Eugenia Radice Marietti *Sampierdarena, 24 marzo [18]77 Accusa ricevuta della sua lettera – assicura preghiere per la conservazione della sua salute – avvisa dell’indoratura della statua di Maria Ausiliatrice 327 <+>

Lett. n. 2492. A don Michele Rua *Sampierdarena, 24 marzo [18]77 Serie di informazioni e commissioni – chiede di fare preghiere particolari per mons. Galletti ammalato – problemi circa la chiesa di S. Secondo – disappunto circa i lavori in corso all’Oratorio – saluti a tutti i confratelli 328 <+>

Lett. n. 2493. Al direttore de L’Univers di Parigi Sampierdarena, 24 marzo [18]77 Disponibile ad aiutare il rinnovato periodico parigino L’Univers 329 <+>

Lett. n. 2494. Circolare [Genova-Sampierdarena], marzo 1877 Invito alla lotteria in favore dell’opera di Genova-Sampierdarena 330 <+>

Lett. n. 2495. Ad un vescovo della Curia romana Sampierdarena, 26 marzo [18]77 Chiede un consiglio circa una supplica da fare al S. Padre in favore dei Figli di Maria – accetta un ragazzo tipografo raccomandatogli – parla del bisogno di educazione di giovani – che si fa sentire ovunque 331 <+>

Lett. n. 2496. Alla contessa Carlotta Callori [Torino, 26 marzo 1877] – È felice per la lettera che gli ha mandato – auguri di buone feste 332 <+>

Lett. n. 2497. A monsignor Giuseppe Santo Masnini *Torino, 26 marzo [18]77 Ritornato dal viaggio a Marsiglia, invia due lettere del prevosto di Fubino riguardo un affare della contessa Bricherasio – attende ima risposta sul da farsi 333 <+>

Lett. n. 2498. All’aspirante Tommaso Barale *Torino, 28 marzo [18]77 Attende la sua venuta per parlare dell’intenzione di entrare in congregazione 333 <+>

Lett. n. 2499. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 28 marzo 1877 Unitamente alla congregazione salesiana si associa ai sentimenti di stima e di venerazione manifestati da tutto il clero torinese, in occasione del suo ritorno da Roma 334 <+>

Lett. n. 2500. Al canonico Edoardo Martini [Torino, 28 marzo 1877] Trovandosi in necessità di sacerdoti e missionari propone di andare a rinforzare le file dei missionari o di contribuire alla loro preparazione 335 <+>

Lett. n. 2501. Al coadiutore Tommaso Dell’Antonio *[Torino] casa, 30 marzo [18]77 Risponde che non ci sono difficoltà e di comunicare ogni cosa a don Rua – le religiose vengano in buon numero 336 <+>

Lett. n. 2502. A don Giovanni Cagliero Torino, 31 marzo [18]77 Può preparare le ordinazioni dei chierici Allavena e Rizzo avendo la facoltà di rilasciare le dimissorie – chiede un rapporto sulla congregazione in America in occasione del giubileo papale – lo invita a valutare la possibilità di partecipare al Capitolo generale di settembre – attende notizie sul terreno da acquistare dal console Gazzolo 337 <+>

Lett. n. 2503. A don Giuseppe Ronchail [Torino, Io aprile 1877] – Invia la sua relazione su Nizza e chiede di occuparsi della stampa – altre numerose disposizioni per varie persone dell’Oratorio – ossequi per insigni benefattori 338 <+>

Lett. n. 2504. Al conte Carlo Cays *Torino, 4 aprile [18]77 Allega la lettera di un giovane aspirante allo stato ecclesiastico per averne un parere 339 <+>

Lett. n. 2505. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 8 aprile [18]77 Si scusa del ritardo nel rispondere alla sua lettera – la raccomanda ogni giorno nelle sue preghiere – notizie del suo viaggio a Marsiglia e nelle case in Francia 340 <+>

Lett. n. 2506. A don Giovanni Bonetti *Torino, 9 aprile [18]77 Gli ricorda di raccomandare ai fini vocazionali il piccolo clero, la compagnia del SS. Sacramento, di S. Luigi e dell’immacolata Concezione durante gli esercizi spirituali 341 <+>

Lett. n. 2507. A don Luigi Guanella *Torino, 10 aprile 18[77] Suggerisce alcune regole di vita e di azione per i direttori salesiani 342 <+>

Lett. n. 2508. Alla signora Marianna Moschetti *Torino, 11 aprile 1877 Consigli sul modo di procacciare i fondi necessari per l’erezione di una chiesa a Castagneto – di Pisa 343 <+>

Lett. n. 2509. Circolare Torino, [aprile] 1877 Offre il diploma di Cooperatore Salesiano 344 <+>

Lett. n. 2510. Al signor Carlo Vespignani *Torino, 11 aprile [18]77 Conferma il suo appoggio ad un progetto in favore della gioventù a rischio – ha pregato mons. Cavina di accettare l’incarico di decurione dei Cooperatori 344 <+>

Lett. n. 2511. A don Giuseppe Ronchail *[Torino], 13 ap[rile 18]77 Comunica che i giovani siriani raccomandati dall’avv. Michel possono essere accolti nell’Ospizio di Nizza – invia un’immagine per la marchesa Celebrini 345 <+>

Lett. n. 2512. Al dirigente delle Ferrovie Alta Italia, Giuseppe Poggi *Torino, 26 aprile [18]77 Lettera accompagnatoria di una supplica al direttore delle Ferrovie dell’Alta Italia, che prega di appoggiare con la sua valida protezione 346 <+>

Lett. n. 2513. Al direttore delle Ferrovie dell’Alta Italia, [ingegner Mattia Massa] – *Torino, 26 aprile [18]77 – Stanno per iniziare i lavori di costruzione della Chiesa e scuola di S. Secondo – chiede la concessione di facilitazioni nei prezzi per il trasporto dei materiali 347 <+>

Lett. n. 2514. Al padre provinciale dei Francescani Minori Osservanti, Giovanni Pietro Alberti – *Torino, 28 aprile 1877 – Sospende le trattative per il convento e santuario di Maria SS. della Grazie di Mellea (Farigliano, Cuneo) – dà spiegazioni del suo comportamento al riguardo 348 <+>

Lett. n. 2515. A don Michele Rua [Torino, primi di maggio 1877] – Serie di comunicazioni – accetta all’Oratorio un giovane raccomandato dal vescovo di Alessandria – riguardo alla richiesta del parroco di la Spezia comunica di non avere preti disponibili e neppure i mezzi per l’acquisto di un locale 349 <+>

Lett. n. 2516. Al conte Prospero Balbo *Torino, 1° maggio 1877 Accusa ricevuta di 2.500 franchi dai fratelli Perino e si impegna a restituirla 350 <+>

Lett. n. 2517. Alla contessa Maria Balbo *Torino, 2 maggio [18]77 Firmato il contratto per il convento e la chiesa della Madonna delle Grazie di Nizza Monferrato – chiede il suo aiuto per la raccolta del denaro necessario 351 <+>

Lett. n. 2518. Al canonico Edoardo Martini [Torino, 2 maggio 1877] Comunica alcune notizie in merito all’acquisto del convento dei Cappuccini e annessa chiesa della Madonna delle Grazie in Nizza Monferrato 351 <+>

Lett. n. 2519. Al papa Pio IX *Torino, 3 maggio 1877 Supplica per la dispensa di età a favore dei chierici Evasio Rabagliati e Giovanni Allavena 352 <+>

Lett. n. 2520. Al papa Pio IX *Torino, 5 maggio 1877 Supplica il papa affinché conceda la dispensa al diacono Cagliero Cesare 353 <+>

Lett. n. 2521. Alla signora Francesca Pastore Torino, 6 maggio [18]77 Chiede sostegno economico per pagare la casa di Nizza Monferrato appena comperata per le Figlie di Maria Ausiliatrice 354 <+>

Lett. n. 2522. Al signor [Daniele] Garbari *Torino, 7 maggio 1877 Alcuni consigli riguardo l’apertura di un Istituto simile a quello di Valdocco – obiettivi dell’opera salesiana: formare buoni cristani e onesti cittadini rimanendo estranei all’azione politica 355 <+>

Lett. n. 2523. Alle Figlie di Maria Ausiliatrice di Valdocco *[Torino], 11 maggio [18]77 Invito ad un comportamento maturo e responsabile anche in assenza di don Rua 356 <+>

Lett. n. 2524. Al papa Pio IX *Torino, 11 maggio 1877 Supplica il papa affinché conceda la dispensa al chierico Emilio Rizzo 357 <+>

Lett. n. 2525. A don Giovanni Cagliero *Torino, 12 maggio [18]77 Approva quanto scrittogli sull’avvicinamento dei salesiani agli indi della Patagonia – Rabagliati si prepari al sacerdozio per la prima domenica di luglio – chiede una relazione sui missionari d’America 358 <+>

Lett. n. 2526. [All’architetto Edoardo Arborio Mella] *Torino, 12 maggio 1877 Informa che l’ing. Spezia si è offerto di prestare la sua opera gratuitamente per la chiesa – S. Giovanni – pertanto si avvarrà dei suoi servizi per futuri progetti 359 <+>

Lett. n. 2527. Al canonico Edoardo Martini [Torino, poster. 12 maggio 1877] – Ha ricevuto da don Cerniti la notizia della sua indisponibilità a capitalizzare immediatamente i titoli di valore per l’acquisto della casa delle Figlie di Maria Ausiliatrice di Nizza – propone altre condizioni 360 <+>

Lett. n. 2528. A don Francesco Bodratto [Torino, anter. 14 maggio 1877] Informa della lettera scritta al sig. Benltez in cui raccomanda la protezione dei sacerdoti della Chiesa della Misericordia – trasferimento della casa di Mornese a Nizza Monferrato 361 <+>

Lett. n. 2529. Al signor Francesco Benitez *Taurini pridie idus maji [14 maggio] 1877 Ringrazia per la benevolenza verso i salesiani e raccomanda di aiutare in modo speciale quelli della casa di Buenos Aires – farà celebrare sante Messe speciali per i benefattori all’altare di Maria Ausiliatrice 362 <+>

Lett. n. 2530. All’intendente di Finanza di Torino, B. Albis Torino, addi 17 maggio 1877 Risponde alle osservazioni fattegli a riguardo dell’acquisto della cartiera di Mathi – sostiene – che il suo valore attuale è inferiore a cento mila lire – ne spiega i motivi 363 <+>

Lett. n. 2531. Al canonico Edoardo Martini *Torino, 18 maggio [18]77 Accetta le sue proposte per l’acquisto dello stabile di Nizza – di eventuali altri problemi si occuperà don Cerniti – lo invita di nuovo a Valdocco a festeggiare il giorno di Maria Ausiliatrice 364 <+>

Lett. n. 2532. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 18 maggio 1877 Risponde alla sua lettera circa alcuni fatti pubblicati sugli opuscoli Maria Ausiliatrice, col racconto di alcune grazie. e La Nuvoletta del Carmelo – dichiara di essersi attenuto alle testimonianze ricevute 365 <+>

Lett. n. 2533. Al rettore del seminario irlandese di Roma, Tobia Kirby – [Torino], 21 mag[gio] 1877 Ringrazia dell’offerta ed annuncia la sua prossima visita 366 <+>

Lett. n. 2534. All’avvocato Giuseppe Roggeri *Casa [Torino], 22 maggio [18]77 Avvisa di non sapere ancora quando potrà accettare il suo invito a pranzo 367 <+>

Lett. n. 2535. Ai pellegrini francesi Torino, 23 maggio 1877 Saluta i pellegrini francesi che al loro ritorno da Roma visitano l’Oratorio di Valdocco – grazie per la loro visita all’incomparabile pontefice e la sosta all’Oratorio – auguri di felice ritorno – l’amicizia deve continuare 367 <+>

Lett. n. 2536. Al chierico Luigi Deppert *Torino, 28 magg[io] 1877 Comunica che non occorre farsi terziario francescano per acquistarne le indulgenze in quanto le stesse sono concesse ai Cooperatori salesiani di cui è membro 369 <+>

Lett. n. 2537. Al vicario generale di Magliano Sabina, monsignor Pietro Tondinelli – *Torino, 29 maggio 1877 – Domanda vari schiarimenti riguardo al seminario di Magliano Sabina in vista di una possibile convenzione fra salesiani e la Deputazione responsabile del seminario – avanza l’esigenza di un previo abboccamento personale a Roma 369 <+>

Lett. n. 2538. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 31 maggio [18]77 Al suo ritorno da Genova, dove riceverà l’arcivescovo di Buenos Aires, darà i chiarimenti richiesti riguardo la pubblicazione di fatti soprannaturali 371 <+>

Lett. n. 2539. Al papa Pio IX [Torino], 3 giugno 1877 A nome di tutta la congregazione salesiana presenta le più vive felicitazioni in occasione del suo giubileo episcopale – la società salesiana deve tutto al papa e i salesiani sono a sua completa disposizione “forti nel combattere, intrepidi nel patire, costanti nel lavorare” per – il regno di Dio 372 <+>

Lett. n. 2540. Al conte Carlo Cays Sampierdarena, 3 giugno [18]77 Rapide comunicazioni – raccomanda l’affare delle “Letture Cattoliche” – ricorda di farsi prendere le misure per la talare 373 <+>

Lett. n. 2541. A don Gioachino Berto [Genova-Sampierdarena, 3 giugno 1877] – È in partenza per Roma – chiede di inviargli alcune cose 374 <+>

Lett. n. 2542. Al Segretario di Stato, cardinale Giovanni Simeoni [Roma, primi di giugno 1877] Chiede di far leggere un progetto dell’avvocato Fiore a qualcuno e di fargli sapere al più presto di una possibile udienza con il papa Pio IX 375 <+>

Lett. n. 2543. A don Michele Rua Roma, 8 giugno [18]77 Serie di informazioni e commissioni – assicura preghiere per Bodrato – non ha ancora avuto udienza col papa – la parrocchia della Bocca a Buenos Aires è stata affidata definitivamente – ai salesiani – don Lazzero e don Barberis predicano gli Esercizi Spirituali ai Concettini 375 <+>

Lett. n. 2544. All’intendente di Finanza di Torino, B. Albis [Roma, 11 giugno 1877] – In risposta alla Lett. del 1° giugno dichiara che il valore della cartiera di Mathi indicato nell’atto di acquisto del 26 aprile è addirittura superiore a quello reale – non crede di dover pagare alcuna tassa suppletiva – invito a fare una perizia 377 <+>

Lett. n. 2545. Alla Deputazione del seminario di Magliano Sabina – [Roma, anter. 12 giugno 1877] Promemoria per un capitolato circa un convitto educativo in Magliano Sabina 378 – Serie di commissioni, incarichi ed informazioni – è terminata la pratica per il Seminario di Magliano – dice a D. Berto di aver ricevuto le carte e le lettere inviate – il contratto della palazzina di Cambiano segue bene – saluti per tutti – proposte di nuove case salesiane a Palestrina, a Malines, in Canada 381 <+>

Lett. n. 2547. A don Celestino Durando *Roma, 12 giugno [18]77 Don Rua lo ha informato che è stato pubblicato il decreto per gli esami straordinari per le scuole secondarie – prega di preparare gli alunni idonei 383 <+>

Lett. n. 2548. Al canonico Clement Guiol *Roma, 13 giugno 1877 Dispiaciuto di non essere stato a Valdocco in occasione della sua visita – il papa appoggia il progetto di una fondazione a Marsiglia – viaggi dei pellegrini argentini per l’Italia – solenni celebrazioni giubilari a Roma – benedizione apostolica per mons. Place 383 <+>

Lett. n. 2549. A don Giovanni Battista Francesia *Roma, 13 giugno [18]77 Consiglia di scrivere direttamente all’arciprete di Noli dicendogli le voci che corrono sulla nuova fondazione ed anche il pensiero contrario del Vescovo – avviserà della venuta di mons. Ceccarelli e mons. Lacerda – saluti per i salesiani e incoraggiamenti per i giovani aspiranti 385 <+>

Lett. n. 2550. Alla signora Carolina Gambaro Roma, 16 giugno [18]77 Promette di raccomandarla nella S. Messa 386 <+>

Lett. n. 2551. A don Michele Rua Roma, 16 giugno [18]77 Elenco di richieste – chiede a don Berto di mandargli una veste estiva – invia una lettera da inserirsi nel primo numero del Bollettino Salesiano – non ha ancora avuto udienza col Papa – dice al conte Cays che il corso di teologia dura 7 anni ma probabilmente per lui sarà di 7 mesi 386 <+>

Lett. n. 2552. Al ministro di Grazia e Giustizia e dei Culti, Paolo Onorato Vigliani – [Roma, anter. 20 giugno 1877] Petizione per il condono della pena al detenuto Giovanni Battista Coda – indica i motivi del richiesto atto di clemenza 387 <+>

Lett. n. 2553. Al papa Pio IX *Roma, 20 giugno 1877 Ampia e precisa relazione sulla situazione dei Concettini dopo vari mesi di osservazione – interventi effettuati – risultati raggiunti – problemi reali e prospettive future 389 <+>

Lett. n. 2554. A don Michele Rua *Roma, 20 giugno [18]77 Informazioni e commissioni varie – avvisa che mons. Ceccarelli, l’arcivescovo di Buenos Aires e sette altri argentini passeranno per Torino e sosteranno all’Oratorio 393 <+>

Lett. n. 2555. A don Michele Rua [Ancona] S. Gioanni, [24 giugno] 1877 Si trova presso il card. Antonucci insieme a mons. Aneiros e 5 preti argentini – comunica – che celebrerà una S. Messa per i suoi giovani 395 <+>

Lett. n. 2556. A don Michele Rua [Milano, 25 giugno 1877] Comunica il suo imminente arrivo 396 <+>

Lett. n. 2557. Al Segretario di Stato cardinale Giovanni Simeoni *Torino, 27 giugno 1877 Annuncia la morte di mons. Siboni di Albenga – ripropone dei nominativi per la sua sostituzione 396 <+>

Lett. n. 2558. A don Giovanni Cagliero *Torino, 30 giugno [18]77 Serie di notizie di famiglia – descrive i viaggi fatti con mons. Aneiros, che ha avuto un dissapore con l’arcivescovo di Torino Gastaldi – elenca le nuove fondazioni in cui si occuperanno i salesiani 397 <+>

Lett. n. 2559. A don Michele Rua [Borgo San Martino], 6 luglio [18]77 È in partenza per Genova-Sampierdarena – comunicazioni varie – invia il libretto per la spedizione dei diplomi per i Cooperatori – visto il ritardo del Bollettino Salesiano, consiglia – di farlo cominciare ad agosto 400 <+>

Lett. n. 2560. A don Michele Rua [Alassio], 7 luglio [18]77 Acclude alcune lettere da consegnare – probabilmente partirà per Nizza ed arriverà fino a Marsiglia – invia la benedizione a tutti i suoi giovani 400 <+>

Lett. n. 2561. A don Gioachino Berto *Alassio, 7 luglio [18]77 Gli affida una serie di commissioni da sbrigare in fretta – doni vari per l’arcivescovo di Buenos Aires: vini pregiati e libri 401 <+>

Lett. n. 2562. A don Michele Rua [Alassio, 8 luglio 1877] – Serie di disposizioni da seguire per trovare denaro, trovandosi con molti debiti – è stanco e rimarrà a Marsiglia, mentre tutti gli altri andranno a Lourdes 402 <+>

Lett. n. 2563. A don Luigi Lasagna *Marseille, le 16 luglio 1877 Consigli e incoraggiamenti – arrivo del personale per l’anno nuovo – descrive la visita dell’arcivescovo di Buenos Aires in Italia – facoltà di dare le dimissorie per don Bodrato e – don Cagliero 404 <+>

Lett. n. 2564. Agli allievi del collegio di Villa Colón *Marsiglia, 16 luglio 1877 Ringrazia della loro benevolenza – instaura un grazioso dialogo con loro – il papa manda – loro una speciale benedizione apostolica con indulgenza plenaria 406 <+>

Lett. n. 2565. Al Vicario Apostolico di Montevideo, monsignor Giacinto Vera – *Marsiglia, 16 luglio 1877 – Dispiaciuto per la mancata visita in Italia, ringrazia della bontà usata ai salesiani – chiede notizie confidenziali sulla situazione di Villa Colón 407 <+>

Lett. n. 2566. A don Giuseppe Fagnano [Marsiglia], 16 luglio [187]7 Entusiastica relazione della venuta di 15 argentini in Italia e delle loro visite in varie città – accolti calorosamente nelle case salesiane – elogi dell’arcivescovo per l’opera dei salesiani – in Buenos Aires e in San Nicolás – il chierico Allavena potrà essere ordinato sacerdote 408 <+>

Lett. n. 2567. Agli allievi di San Nicolás de los Arroyos “”Marsiglia, 16 luglio 1877 Esprime la gioia provata al ricevere i loro auguri nel giorno del suo onomastico – racconta della festosa accoglienza data ai vari argentini e all’arcivescovo nelle case salesiane – raccomandazioni spirituali 409 <+>

Lett. n. 2568. A don Michele Rua [Alassio, 23 luglio 1877] Partirà per Varazze insieme a don Francesia – chiede a don Berto se la sua uva sta maturando – invia saluti a tutti – chiede che facciano la S. Comunione per la sua sanità 411 <+>

Lett. n. 2569. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino [?], 17 luglio 1877 Ricorso e proposte per una particolare sistemazione della piazza Maria Ausiliatrice e vie attigue all’Oratorio onde non danneggiare l’importante opera educativa salesiana 412 <+>

Lett. n. 2570. Ad un aspirante salesiano non identificato Sampierd’ Arena, 23 luglio 1877 Ricevuta la domanda per entrare in congregazione ne loda l’intenzione perché tende alla maggior gloria di Dio e salvezza dell’anima – lo invita a venire all’Oratorio di S. Francesco di Sales onde fare una prova e conoscere i superiori e confratelli – i problemi economici sono sempre sormontabili 414 <+>

Lett. n. 2571. A don Giulio Barberis Torino, 31 luglio 1877 Non può recarsi a Lanzo, per cui ogni ascritto che lo desideri può scrivergli a Torino – racconta un sogno avuto nella notte di S. Anna 415 <+>

Lett. n. 2572. A don Giulio Barberis [Torino, primi di agosto 1877] – Per il programma dell’imminente primo numero del Bollettino Salesiano chiede di recarsi a Torino 417 <+>

Lett. n. 2573. Al rettore del seminario irlandese di Roma, Tobia Kirby *Torino, 2 agosto [18]77 Ringrazia dell’offerta ricevuta – dispiaciuto che il vicerettore non sia stato suo ospite a Valdocco – lo invita a passare un po’ di tempo all’Oratorio 418 <+>

Lett. n. 2574. Al vescovo di Frèjus e Toulon José Sebastian Terris *Torino, 3 agosto 1877 Accettazione di due orfanotrofi e proposta di una casa salesiana in Fréjus 419 <+>

Lett. n. 2575. Al cardinale Lorenzo Randi *Torino, 7 agosto 1877 Risponde alle sue lettere riguardo ai Concettini – ribadisce le sue proposte anteriori 420 <+>

Lett. n. 2576. Al governo del Canton Ticino [Torino, 7 agosto 1877] Capitolato tra il governo del Canton Ticino e don Gaetano Pollini per il collegio di Mendrisio 423 <+>

Lett. n. 2577. Al vescovo di Casale Monferrato, Pietro Maria Ferrè [Torino], 9 agosto 1877 Domanda l’extra tempus per alcuni chierici che devono partire per l’America 424 <+>

Lett. n. 2578. Circolare Torino, 11 agosto 1877 Circolare di propaganda per la cartiera di Mathi 425 <+>

Lett. n. 2579. Al sindaco di Albano Pietro Feoli [Torino], 12 agosto 1877 Domanda una sistemazione riguardo l’abitazione dei maestri, il numero e il loro stipendio – al riguardo dà le facoltà al prof. Giuseppe Monateri 425 <+>

Lett. n. 2580. Al vicario di Albano Laziale don Celestino del Frate *[Torino], 12 agosto 1877 Chiede notizie riguardo la direzione delle scuole di Ariccia e di Albano da parte dei suoi maestri – prega di interessarsi per l’apertura di un locale per la dimora dei salesiani 427 <+>

Lett. n. 2581. Al direttore della Gazzetta del Popolo *Torino, 15 agosto 1877 Prega di smentire la notizia data di un suo ex allievo accusato di immoralità 428 <+>

Lett. n. 2582. Al chierico Francesco Rinetti *Casa [Torino], 15 agosto [18]77 Incoraggiamento a seguire la vocazione 428 <+>

Lett. n. 2583. Al papa Pio IX *Torino, 18 agosto 1877 Supplica il papa per la dispensa di età per l’ordinazione di alcuni chierici 429 <+>

Lett. n. 2584. Al cardinale Lorenzo Randi *Torino, 18 agosto 1877 Esprime con precisione il proprio pensiero sull’affare dei Concettini 431 <+>

Lett. n. 2585. Al direttore de L’Unità Cattolica, teologo Giacomo Margotti – *Torino, 20 ag[osto 18]77 – Invito ad un pranzo con due vescovi – invia un articolo per la chiesa di S. Giovanni Evangelista e chiede di pubblicarlo 433 <+>

Lett. n. 2586. Alla signora Carolina Marietti Villa *Torino, 23 agosto [18]77 Felice per la notizia della sua buona salute – ringrazia il padre Cappuccino per l’offerta inviata – assicura preghiere secondo le varie intenzioni 434 <+>

Lett. n. 2587. Al padre domenicano Giovanni Tommaso Tosa [Torino, poster. 24 agosto 1877] Trasmette i documenti riguardo l’affare Perenchio, per avere un suo giudizio prima della stampa – è stato a colloquio con il card. Ferrieri per le questioni con l’arcivescovo di Torino 435 <+>

Lett. n. 2588. Al papa Pio IX [Torino 25 agosto 1877] Supplica per la facoltà di effettuare il contratto di acquisto del convento e della chiesa della Madonna delle Grazie a Nizza Monferrato 437 <+>

Lett. n. 2589. Alla signora Lansetti di Savigliano Torino, 25 agosto [18]77 Attende la concessione della facoltà, indispensabile per la conclusione del contratto di acquisto della casa di Nizza Monferrato 438 <+>

Lett. n. 2590. Circolare ai parroci e sacerdoti [Torino, 26 agosto 1877] – Si comunicano le severe disposizioni dell’arcivescovo per la celebrazione di messe fuori delle chiese della congregazione 439 <+>

Lett. n. 2591. A monsignor Santo Giuseppe Masnini Torino, 30 agosto [18]77 Comunica di fare la pratica di acquisto o di accettazione e di dirgli come dovrà procedere – da parte sua 440 <+>

Lett. n. 2592. A don Luigi Lasagna Torino, 31 ag[osto 18]77 Avvisa di aver acquistato una cartiera ed offre il 20% di sconto ai tipografi di Montevideo – sul costo della carta 440 <+>

Lett. n. 2593. Circolare ai Cooperatori salesiani [Torino, settembre 1877] Presentazione del Bollettino Salesiano 441 <+>

Lett. n. 2594. Circolare ai parroci Torino, 2 settembre 1877 Invito ai parroci a vegliare sulla condotta morale dei ragazzi in vacanza 443 <+>

Lett. n. 2595. Alla signora Lansetti Savigliano *Lanzo Collegio, 8 settembre] 1877 Attende il rescritto da Roma per poter concludere l’acquisto dei locali a Nizza Monferrato 444 <+>

Lett. n. 2596. Alla signora Elena Jackson *Lanzo, 13 settembre] 1877 Ringrazia per la beneficenza che continuamente fa alla congregazione salesiana – notizie sulla prossima spedizione di salesiani e suore per l’America del Sud 445 <+>

Lett. n. 2597. Al segretario di mons. Vera, don Raffaele Yeregui *Lanzo, 13 settembre] 1877 Ringrazia della sua carità per il Collegio Pio in Villa Colón – comunica la partenza di altri missionari – assicura il ritorno di don Cagliero in Argentina 447 <+>

Lett. n. 2598. Al Prefetto della S. Congregazione dei W. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri – [Lanzo], 14 settembre] 1877 Memoriale sulla questione con l’arcivescovo di Torino per la celebrazione delle messe fuori dalle chiese salesiane 448 <+>

Lett. n. 2599. Al vicario di Lanzo mons. Teodoro Dalfi *In terra [Lanzo], 15 sett[em]bre 1877 Dispiaciuto per le sue sofferenze, lo invita a Lanzo 453 <+>

Lett. n. 2600. All’arcivescovo di Lucca Nicola Ghilardi [Lanzo, 20 settembre 1877] Comunica di aver ricevuto la sua lettera relativa all’apertura di una casa a Lucca – promette di provvedere al personale necessario – nel mese di novembre manderà qualcuno a visitare – il locale 454 <+>

Lett. n. 2601. Al teologo giacomo Margotti [Lanzo, 19 settembre 1877] Vestizione da chierico del conte Cays in Lanzo – altre notizie per il giornale 455 <+>

Lett. n. 2602. Alla contessa Carlotta Callori [Lanzo], 20 settembre [18]77 È dispiaciuto per aver ricevuto in ritardo un suo biglietto di invito – assicura preghiere per – lei e per tutta la famiglia 455 <+>

Lett. n. 2603. Dichiarazione *Lanzo, 24 settembre 1877 Dichiarazione per l’acquisto del convento e chiesa dei Cappuccini in Nizza Monferrato 456 <+>

Lett. n. 2604. [Al Vicario apostolico dell’arcidiocesi di Santo Domingo, mons. Rocco Cocchi] – [Lanzo], 25 settembre 1877 Si scusa per non aver risposto subito alla sua lettera – accetta la sua proposta 457 <+>

Lett. n. 2605. Alla contessa Gabriella Corsi Lanzo, 26 settembre 18]77 Chiede la sua collaborazione per trovare il denaro per l’acquisto della chiesa e convento dei Cappuccini a Nizza Monferrato – manda don Bussi che raccomanda alla sua benevolenza 458 <+>

Lett. n. 2606. Al coadiutore Andrea Pelazza Lanzo, 28 settembre 18]77 Comunica che 1000 copie delle Regole della Congregazione saranno sufficienti – continuerà a raccomandare che si facciano le correzioni prima della composizione 459 <+>

Lett. n. 2607. Al Vicario apostolico dell’Uruguay, mons. Giacinto Vera – *Lanzo, 30 settembre 18]77 Ringrazia per il suo sostegno alla casa di Villa Colón – lo informa che don Cagliero non può ancora tornare – in qualità di vescovo lo prega che vigili su tutti i salesiani missionari. 460 <+>

Lett. n. 2608. Al dottor Edoardo Carranza *Lanzo, 30 settembre 18]77 Ringrazia per l’aiuto fornito ai primi missionari salesiani, da parte della conferenza di – S. Vincenzo – ribadisce l’importanza dell’opera da svolgere in favore dei fanciulli abbandonati 461 <+>

Lett. n. 2609. Al signor Enrique Fynn *Lanzo, 30 settembre 18]77 Ringrazia per la donazione dei locali alla congregazione salesiana per la fondazione di Villa Colón – invia la benedizione papale a lui ed al figlio 464 <+>

Lett. n. 2610. Al priore Romolo Finocchio, al Consiglio e ai Confratelli della Misericordia – *Lanzo, 30 settembre 1877 – Ringrazia per la buona accoglienza fatta a don Cagliero ed i suoi compagni – informa che non potrà ritornare subito in Argentina perché dovrà iniziare una nuova missione a Ceilan ed una a Santo Domingo 466 <+>

Lett. n. 2611. Al Presidente del Consiglio dell’Opera di Propagazione della Fede di Lione, Francisque Des Garets Lanzo, 30 settembre 1877 Richiesta motivata di qualche sussidio a favore delle missioni salesiane 468 <+>

Lett. n. 2612. Al Consiglio dell’Opera di Propagazione della Fede di Lione – [Lanzo, 30 settembre 1877] Relazione sulle missioni salesiane nell’America del Sud 469 <+>

Lett. n. 2613. Ad un prevosto non identificato *Lanzo, 30 settembre 18]77 Chiede un aiuto in denaro per una spedizione missionaria, la vestizione di chierici e preti, per l’acquisto della chiesa e convento dei Cappuccini di Nizza Monferrato 472 <+>

Lett. n. 2614. Al direttore Generale delle Scuole Secondarie, comm. Agostino Barberis Lanzo, 1° ottobre 1877 Chiede di poter autorizzare ad esercitare per un triennio gli attuali insegnanti 473 <+>

Lett. n. 2615. Alla contessa Carlotta Callori Lanzo Torinese, 2 ott[obre 18]77 Chiede il suo aiuto – spera di poterla ossequiare una sera a Vignale 474 <+>

Lett. n. 2616. A don Daniele Rademaker *Lanzo Torinese, 3 ott[obre 18]77 Chiede se è disposto ad aiutare ed a ospitare i missionari nel caso in cui ne avessero bisogno 475 <+>

Lett. n. 2617. Al cavaliere Felice Faya *Lanzo, 3 ottobre 1877 Chiede un aiuto economico per le spese dei missionari in partenza e del vestiario di molti sacerdoti e chierici 476 <+>

Lett. n. 2618. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri [Torino], 12 ottobre 1877 Risposta alle accuse verso la congregazione salesiana di mancanza di servizio religioso ad alcuni istituti e pubbliche chiese 477 <+>

Lett. n. 2619. Al conte Carlo Giriodi * Vignale, 21 ott[obre 18]77 Per cercare sussidi di cui ha assolutamente bisogno chiede il suo aiuto – lo informa che andrà a fargli visita 479 <+>

Lett. n. 2620. Al ministro degli Affari Esteri Luigi Amedeo Melegari [Torino, 24 ottobre 1877] Supplica al ministro degli Esteri in favore dei missionari salesiani che devono partire per l’America latina 480 <+>

Lett. n. 2621. Al Segretario Capo del Gabinetto del Min. degli Affari Esteri, comm. Giacomo Malvano *Torino, 24 ott[obre 18]77 Invia la memoria di cui alla Lett. prec 481 <+>

Lett. n. 2622. Al cardinale Lorenzo Randi [Torino, 24 ottobre 1877] Supplica per un sussidio a favore delle missioni dei salesiani nell’America Latina 482 <+>

Lett. n. 2623. Al cardinale Lorenzo Randi [Torino, poster. 24 ottobre 1877] Altra ampia relazione sulle missioni salesiane allo scopo di ottenere il riconoscimento della Santa Sede 483 <+>

Lett. n. 2624. Al ministro degli Affari Esteri francese, onorevole Louis Decazes [Torino, 26 ottobre 1877] – Chiede di concedere passaggi marittimi gratuiti ai missionari in partenza per l’Uruguay e Repubblica Argentina, dimoranti nel “Patronage de S. Pierre” in Nizza Marittima 486 <+>

Lett. n. 2625. Al signor Félix Buxareo *Costigliole Saluzzo, 26 ott[obre 18]77 È felice della buona salute sua e della moglie – lo informa che don Cagliero si recherà a Roma e passerà a salutarli 487 <+>

Lett. n. 2626. A don Daniele Rademaker Costigliole Saluzzo, 26 ott[obre] 1877 Chiede di nuovo notizie riguardo all’imbarco e alla possibile ospitalità dei missionari in partenza da Lisbona 488 <+>

Lett. n. 2627. A don Giuseppe Ronchail *Costigliole Saluzzo, 26 ott[obre 18]77 Informa che sta sollecitando la carità dei benefattori per i missionari – invia saluti ai confratelli 489 <+>

Lett. n. 2628. Al papa Pio IX Torino, 28 ottobre 1877 Tensioni con l’arcivescovo Gastaldi per la vicenda di don Lazzero e don Perenchio (allegate osservazioni giuridiche) – precise richieste per le quali attende risposta 490 <+>

Lett. n. 2629. Al patriarca di Lisbona Ignazio Nascimento Moraes Cardoso Nascimento *Taurini die 31 octobris 1877 Sollecita informazioni su una nave inglese nel porto di Lisbona – chiede ospitalità per i 4 missionari salesiani di passaggio in città 493 <+>

Lett. n. 2630. A don Luigi Lasagna *Torino, 1° novembre 1877 Partenza di due confratelli per il collegio Pio di Villa Colón 494 <+>

Lett. n. 2631. Al papa Pio IX [Torino], 7 novembre 1877 Espone i bisogni e le difficoltà della casa di Vallecrosia presso Ventimiglia 495 <+>

Lett. n. 2632. Al papa Pio IX [Torino], 8 novembre 1877 Chiede di benedire i missionari prima che partano per l’America 497 <+>

Lett. n. 2633. A don Taddeo Remotti *Sampierdarena, 11 novembre 1877 Pensieri spirituali – raccomanda l’ubbidienza nella sua condotta e di promuoverla anche negli altri 498 <+>

Lett. n. 2634. A don Giuseppe Fagnano *Sampierdarena, 14 novembre [18]77 Per celia chiede spiegazioni per la sua assenza agli Esercizi di Lanzo – attende da lui denaro eventualmente disponibile -avvisa che probabilmente dovrà partire per la Patagonia 498 <+>

Lett. n. 2635. A don Domenico Tomatis *Sampierdarena, 14 novembre [18]77 Espressioni di incoraggiamento e di affetto – chiede una sorta di rendiconto quale si fa agli esercizi spirituali 500 <+>

Lett. n. 2636. A don Pietro Vallauri S. Pier d’Arena, 14 novembre [18]77 Gli annuncia una sua visita – spera di poter riverire la sorella che prega di salutargli – i missionari e le suore sono in partenza per l’America 501 <+>

Lett. n. 2637. A don Gioachino Berto Samp. d’Arena, 15 novembre [18]77 Disposizioni per la preparazione di una relazione riguardante l’affare dei Concettini 501 <+>

Lett. n. 2638. A don Giuseppe Ronchail [Genova, 16 novembre 1877] Dispone di occuparsi delle cose di Saint-Cyr di Cannes e della Navarre – manderà un prete in suo aiuto 502 <+>

Lett. n. 2639. Al signor Francesco Vassallo [Genova, 16 novembre 1877] Ringrazia per l’offerta ricevuta 504 <+>

Lett. n. 2640. A don Michele Rua [Torino, 17 novembre 1877] Appunti per redigere la lettera da inviare al sig. Domenico Varetto, riguardo la vendita della cartiera di Mathi 504 <+>

Lett. n. 2641. Al signor Giuseppe Rua *Torino, 20 novembre [18] 77 Comunica che non è in grado di aiutarlo 505 <+>

Lett. n. 2642. A don Gioachino Berto *B[orgo San] Martino, 21 novembre [18]77 Chiede l’invio di una copia di tutte le facoltà e privilegi concessi alla congregazione, su domanda del card. Ferrieri a seguito dei reclami dell’ arcivescovo di Torino 505 <+>

Lett. n. 2643. Al sindaco di Torino Felice Rignon [Torino], 21 novembre 1877 Ricorso per adeguato indennizzo ed ulteriori accordi nel caso si aprisse la via Fiando sui propri terreni – ribadisce la richiesta di costruzione di uno scolo d’acqua di via Cottolengo per poter avviare i previsti fabbricati di piazza Maria Ausiliatrice 506 <+>

Lett. n. 2644. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 22 novembre 1877 A proposito di don Cinzano impedito di celebrare a Pecetta e dei i reclami contro la pubblicazione delle indulgenze ai Cooperatori 508 <+>

Lett. n. 2645. Al vescovo di Vigevano Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Torino, 24 novembre [18] 77 Ringrazia per le pastorali e l’offerta per i missionari – esprime il suo rammarico per non avere a Torino un Ordinario come lui – chiede il da farsi riguardo a due suoi chierici che vogliono farsi missionari 510 <+>

Lett. n. 2646. Al parroco don Giovanni Usuelli *Torino, 26 novembre [18]77 Elenca alcune cose da fare affinché i salesiani possano assumere la direzione e la cura del suo collegio a Milano 511 <+>

Lett. n. 2647. Al Prefetto della S. Congregazione dei Riti, cardinale Luigi Bilio *Torino, 29 novembre 1877 Risposta relativa alla direzione dei Concettali proposta a don Bosco dal papa 513 <+>

Lett. n. 2648. Alla signora Maddalena Vespignani *Torino, 30 novembre [18]77 Notizie del figlio don Giuseppe 516 <+>

Lett. n. 2649. Al coadiutore Bartolomeo Scavini Torino, 1° dicembre [18]77 Consiglia di non lasciare la congregazione e di scrivergli le ragioni che lo disturbano 516 <+>

Lett. n. 2650. Alla contessa Girolama Uguccioni Torino, 5 dic[embre 18]77 Preghiere e benedizione a lei e alla sua famiglia 517 <+>

Lett. n. 2651. Al Prefetto della S. Congregazione dei VV. e RR., cardinale Innocenzo Ferrieri *Torino, 6 dicembre 1877 Invia copia autentica di tutti i favori spirituali e privilegi concessi dalla Santa Sede alla congregazione salesiana 518 <+>

Lett. n. 2652. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 9 dicembre 1877 Si dichiara l’estraneità della congregazione salesiana all’opuscolo in difesa dei salesiani e contro l’arcivescovo 519 <+>

Lett. n. 2653. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 12 dicembre 1877 Ribadisce la sua estraneità a quella della sua congregazione riguardo gli stampati anonimi sulle loro controversie – chiede di comunicargli cosa deve condannare pubblicamente 520 <+>

Lett. n. 2654. Al canonico Clement Guiol *Torino, 12 dicembre [18] 77 Accusa ricevuta della sua lettera – comunica che è costretto a rimandare il viaggio a Marsiglia dovendo recarsi a Roma per trattare con il papa dell’apertura della casa di La Spezia 521 <+>

Lett. n. 2655. Al Direttore delle Ferrovie dell’Alta Italia [ing. Mattia Massa] *Torino, 13 dicembre 1877 Supplica di continuare a concedere la riduzione del 50% sulle tariffe ferroviarie fino al termine della costruzione della Chiesa di S. Giovanni Evangelista 522 <+>

Lett. n. 2656. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 16 dicembre 1877 Lo informa che i lavori per la chiesa di S. Giovanni Evangelista sono cominciati – lo ringrazia per tutto quello che ha fatto – gli chiede ancora la sua protezione per poter andare avanti 523 <+>

Lett. n. 2657. Al conte Cesare Trabucco di Castagnetta *Torino, 17 dicembre 1877 Essendo falliti i suoi buoni uffici presso l’arcivescovo di Torino, comunica la sua partenza per Roma per un colloquio con il S. Padre – ringrazia del suo interesse verso la congregazione salesiana 524 <+>

Lett. n. 2658. All’arcivescovo di Milano Luigi Nazari di Calabiana [Torino, anter. 17 dicembre 1877] Chiede il consenso per l’invio di professori ed assistenti salesiani per l’amministrazione e la cura del collegio di don Usuelli 526 <+>

Lett. n. 2659. Circolare Torino, 18 dicembre 1877 Invito alla distribuzione dei biglietti per la lotteria in favore dell’Ospizio di Genova-Sampierdarena 527 <+>

Lett. n. 2660. Circolare [Roma]-Torino, addì 22 dicembre 1877 Minuta della circolare riservata per la messa natalizia di mezzanotte 528 <+>

Lett. n. 2661. A don Felice Reviglio *Roma, S. Natale [25 dicembre 18]77 Giudica falso quanto dichiarato dall’arcivescovo nel congresso dei parroci torinesi – notizie sulla salute del papa – augurio di buone feste 528 <+>

Lett. n. 2662. A don Michele Rua *Roma, 27 dicembre [18]77 In questo periodo di gravi difficoltà raccomanda silenzio, preghiere ed osservanza delle regole – chiede di preparare catalogo dei soci e biografia dei defunti 530 <+>

Lett. n. 2663. All’avvocato Alfonso Fortis [Roma, poster. 27] dicembre 1877 Consiglio sulla confessione 532 <+>

Lett. n. 2664. A don Michele Rua [Torino, poster. 27 dicembre 1877] Invito a trattare con il cav. Pelazza riguardo alla tipografia salesiana – chiede a don Bonetti di esaminare con Barale la convenienza della ristampa delle Rimembranze 532 <+>

Lett. n. 2665. Al Prefetto della S. Congregazione di Propaganda Fide, cardinale Alessandro Franchi *Torino, 31 dicembre 1877 Memoriale sulle condizioni, le opere e il lavoro dei salesiani nell’America del Sud allo scopo di ottenere l’erezione di una Prefettura e di un Vicariato apostolico 533 <+>

You may also like...