Home > Uncategorized > E(m) Vol. terzo (1869-1872) lett. 1264-1714

E(m) Vol. terzo (1869-1872) lett. 1264-1714

image_pdfimage_print

Accedi a Dropbox

1869

Lett. n. 1264. Al cavaliere Pietro Marietti *Torino, 1° gennaio [18]69 Domanda di essere ospitato per un paio di settimane a Roma privatamente, in modo da soggiornarvi in incognito 35 <+>

Lett. n. 1265. Al chierico Bartolomeo Giuganino *Torino, 2 gennaio [18]69 Ringrazia dell’offerta per la chiesa di Maria Ausiliatrice – invia saluti per tutti i conoscenti 36 <+>

Lett. n. 1266. Al cavaliere Giovanni Grassi *Torino, 4 gennaio [18]69 Ringraziamento per la pezza di seta inviata a nome della Società d’incoraggiamento per – la chiesa di Maria Ausiliatrice 36 <+>

Lett. n. 1267. Alla Banca Nazionale [Roma, anter. 7 gennaio 1869] Ringraziamento a nome di tutti i giovani per la somma accordata 37 <+>

Lett. n. 1268. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Firenze, 12 [gennaio 18]69 Trasmette lettera del cavaliere Carlo Canton – allega immaginetta per la figlia – chiede di poterla rivedere prima di partire 38 <+>

Lett. n. 1269. A don Michele Rua Firenze, ore 6 del 14 [gennaio 18]69 Buone notizie – debito da saldare – speranza di ottenere qualche riduzione della tassa sul macinato – preghiere per la famiglia Uguccioni – problemi di pubblicazione di libri di autori proibiti – ordina lettura del libro Avvisi agli ecclesiastici – richieste varie 39 <+>

Lett. n. 1270. Al conte Luigi Cibrario *Roma, 20 gennaio 1869 Udienza e benedizione papale – chiede di versare l’offerta disponibile al segretario dell’arcivescovo di Firenze perché la faccia pervenire urgentemente a Torino 41 <+>

Lett. n. 1271. Al barone Filippo Cappelletti *Roma, 23 [gennaio 18]69 Impossibilitato ad accogliere l’invito a pranzo, si dichiara disponibile per un’altra volta – a cena 42 <+>

Lett. n. 1272. Al papa Pio IX [Roma, 23 gennaio 1869] – Scrive a nome dei suoi alunni che inviano un obolo come «denaro di S. Pietro» 42 <+>

Lett. n. 1273. A don Michele Rua *Roma, 24 [gennaio 18]69 Serie di commissioni da svolgere a Torino – difficoltà e successi della sua visita a Roma – annuncia indulgenza papale e sussidio del conte Cibrario 43 <+>

Lett. n. 1274. Al duca di Sora Rodolfo Boncompagni Ludovisi *Roma, 28 [gennaio 18]69 Avvisa che si recherà a fargli visita e celebrerà la S. Messa per tutta la famiglia 45 <+>

Lett. n. 1275. A don Michele Rua [Roma, 31 gennaio 1869] Ordina la sospensione della stampa del vocabolario di latino – richiama l’importanza della ubbidienza – consigli per la salute 46 <+>

Lett. n. 1276. A don Michele Rua [Roma, febbraio 1869] – Si usino riguardi ad una benefattrice – le feste di carnevale a Roma hanno interrotto gli impegni 47 <+>

Lett. n. 1277. A don Michele Rua *Morlupo, 3 febbraio 18]69 Le difficoltà per l’approvazione della società salesiana sono appianate – lo rassicura circa – la guarigione di un chierico gravemente malato 48 <+>

Lett. n. 1278. Al papa Pio IX *Roma, 12 febbraio 18]69 Accetta la proposta papale di aprire un’opera in Roma presso la chiesa di S. Caio, a condizione di poter avere un mutuo dalla Cassa di Carità delle suore Pallottine 49 <+>

Lett. n. 1279. Al duca di Sora Rodolfo Boncompagni Ludovisi *Roma, 15 febbraio [18]69 Accusa ricevuta dell’offerta per estinguere i debiti contratti per la costruzione della chiesa di Maria Ausiliatrice – espone il bisogno di una somma di denaro per l’acquisto di locali presso la chiesa di S. Caio 51 <+>

Lett. n. 1280. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – *Roma, 17 febb[raio 18]69 Chiede un contributo per l’acquisto di locali presso la chiesa di S. Caio a Roma 52 <+>

Lett. n. 1281. Al segretario dei «Brevi ai Principi» mons. Bartolomeo Pacca – [Roma, 18 febbraio 1869] Avanza candidature per onorificenze pontificie 53 <+>

Lett. n. 1282. Al prelato pontificio mons. Domenico Guadalupi Roma, 19 febb[raio 18]69 Ringraziamenti per l’offerta che ne suscitò delle altre – assicura preghiere 53 <+>

Lett. n. 1283. Al duca di Sora Rodolfo Boncompagni Ludovisi Roma, 20 febbraio [18]69 Accusa ricevuta di offerta secondo particolare intenzione – partecipe delle preoccupazioni, infonde speranza al corrispondente 54 <+>

Lett. n. 1284. Alla società delle Dame Romane *Roma, 20 febbraio] 1869 Ricevuta di 800 lire 55 <+>

Lett. n. 1285. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – Roma, 20 febb[raio 18]69 – Assicura ad un benefattore di ricordarlo nella S. Messa – chiede aiuto materiale e spirituale per realizzare il suo progetto di un’opera salesiana a Roma 56 <+>

Lett. n. 1286. A mons. Salvatore Nobili Vitelleschi *Roma, 24 febbraio 18]69 Comunica le buone prospettive di aprire una casa in Roma 57 <+>

Lett. n. 1287. Al papa Pio IX [Roma, 24 febbraio 1869] Memoria circa il progetto di acquisto di una casa a Roma (v. Lett. 1278) – chiede appoggio – per ottenere un prestito da un’altra istituzione ecclesiastica romana 57 <+>

Lett. n. 1288. A don Michele Rua *Roma, 26 febb[raio] 1869 Buone notizie da Roma circa la congregazione e la nuova casa – commissioni varie 59 <+>

Lett. n. 1289. Al vicario generale capitolare di Acqui Francesco Cavalieri – Roma, 28 febb[raio 18]69 – Difficoltà di procedere a nuove nomine episcopali, compresa quella del destinatario – benedizione papale per l’intera diocesi di Acqui 61 <+>

Lett. n. 1290. Al papa Pio IX [Roma, anter. 2 marzo 1869] Richiesta di indulgenze per la nascente Associazione dei divoti di Maria Ausiliatrice 62 <+>

Lett. n. 1291. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Firenze, 3 marzo [18]69 Accetta l’appuntamento per il giorno dopo 63 <+>

Lett. n. 1292. Al vescovo di Mondo vi Giovanni Tommaso Ghilardi [Torino, 9-13 marzo 1869] Posticipa l’eventuale suo viaggio a Mondovì a causa degli scioperi – promette collaborazione per la Biblioteca ecclesiastica 64 <+>

Lett. n. 1293. Al cavaliere Pietro Marietti *Torino, 16 marzo [18]69 Breve resoconto del viaggio di ritorno da Roma – notizie dei due figli dimoranti a Torino – ringraziamento per la cortesia e la bontà usatagli da tutta la famiglia durante il suo soggiorno a Roma – saluti ai tanti amici di Roma 65 <+>

Lett. n. 1294. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – *Torino, 25 marzo [18]69 – Ringraziamento per la carità usatagli durante il soggiorno a Roma – assicura preghiere per padre Ambrogio – saluti per le nobildonne colà incontrate 66 <+>

Lett. n. 1295. Amons. Francesco Ricci Paracciani *Torino, 31 marzo 1869 Chiede notizie in merito alla domanda presentata al Papa per la spedizione del breve dell’indulgenze a favore della Associazione dei divoti di Maria Ausiliatrice 68 <+>

Lett. n. 1296. Al sindaco di Lanzo Giuseppe Droetti *Collegio-convitto di Lanzo, 2 aprile 1869 Dopo aver visitato il collegio di Lanzo propone di ampliarne i locali per una migliore accoglienza dei giovani in continuo aumento – espone un progetto di convenzione col Comune – che presume non debba trovare difficoltà ad essere accettato dalle competenti autorità 69 <+>

Lett. n. 1297. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – *Torino, 13 ap[rile 18]69 Chiede di spedire ad una persona che ne ha fatto richiesta il progetto dell’educandato 71 <+>

Lett. n. 1298. Alla signora Rosa Gnecco *Torino, 14 aprile 1869 Pensieri di fiducia in Dio – bontà di Dio con chi è generoso con la chiesa di Maria Ausiliatrice 71 <+>

Lett. n. 1299. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Torino], 16 ap[rile 18]69 Raccomandazione a favore del professore Giuseppe Bonzanino 72 <+>

Lett. n. 1300. Al vescovo di Mondovì Giovanni Tommaso Ghilardi Torino, 17 ap[rile 18]69 Spiega l’accaduto a riguardo del maestro proposto alla signora Margherita Quaglia per l’insegnamento nell’ex convento dei cappuccini 72 <+>

Lett. n. 1301. All’arcivescovo di Torino Alessandro Riccardi di Netro – [Torino, anter. 18 aprile 1869] Comunica l’erezione canonica dell’Associazione dei divoti di Maria Ausiliatrice – chiede eventuali modifiche e correzioni 73 <+>

Lett. n. 1302. A don Michele Rua *Mornese, 21 ap[rile 18]69 Differisce ad altro momento l’invito a pranzo – incarichi particolari 75 <+>

Lett. n. 1303. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Torino, 28 ap[rile 18]69 Raccomandazione in favore di mons. Gastaldi, vescovo di Saluzzo 76 <+>

Lett. n. 1304. Al duca Tommaso Gallarati Scotti [Torino], 1° maggio [18]69 Domanda di aiuto economico per l’acquisto del terreno per il nuovo Oratorio di S. Luigi – a Porta Nuova 77 <+>

Lett. n. 1305. Al cardinale Giacomo Antonelli [Torino], 2 maggio [18]69 Richiesta di poter mettere il nome del papa e del cardinale fra gli aggregati all ‘Associazione dei Divoti di Maria Ausiliatrice – continuano le difficoltà per una fondazione salesiana – a Roma 78 <+>

Lett. n. 1306. Alla contessa Virginia Cambray Digny Torino, 2 maggio [18]69 Sentite condoglianze per la morte del figlio – preghiere per la famiglia – ringraziamenti da parte di mons. Gastaldi – riflessione spirituale sulla caducità della vita 79 <+>

Lett. n. 1307. Al cavaliere Giuseppe Brambilla [Torino], 3 maggio [ 18]69 Richiesta di un sussidio straordinario per l’acquisto del terreno su cui ricostruire l’Oratorio – di S. Luigi a Porta Nuova 80 <+>

Lett. n. 1308. Circolare *Torino, 5 maggio 1869 Appello ai benefattori per l’acquisto di un terreno da destinare alla riedificazione dell’Oratorio di S. Luigi a Porta Nuova, essendo divenuto inservibile quello precedente 81 <+>

Lett. n. 1309. Al conte Eugenio De Maistre Torino, 5 maggio [18]69 Richiesta di un sussidio straordinario per l’acquisto del terreno su cui ricostruire l’Oratorio – di S. Luigi a Porta Nuova 82 <+>

Lett. n. 1310. Al marchese Antonio Gerini [Torino], 5 maggio [18]69 Richiesta di un sussidio straordinario per l’acquisto del terreno su cui ricostruire l’Oratorio – di S. Luigi a Porta Nuova 83 <+>

Lett. n. 1311. Al cavaliere Pietro Marietti [Torino], 5 maggio [18]69 Chiede un intervento per conoscere il risultato di una supplica presentata al Cardinal Berardi, onde ottenere dal Papa la facoltà di dare le dimissorie ai propri chierici 84 <+>

Lett. n. 1312. Al cavaliere Giuseppe Brambilla [Torino], 8 maggio [18]69 Ringrazia per l’offerta – auguri per tutta la famiglia – l’educazione familiare, quando è possibile, è sempre migliore di quella collegiale 85 <+>

Lett. n. 1313. Al capo sezione del ministero degli Affari Esteri avv. Carlo Canton – [Torino], 8 maggio [18]69 – Chiede informazioni e consigli per formulare la domanda da inoltrare al governo italiano per ottenere l’ufficiatura della chiesa del S. Sudario di Roma 86 <+>

Lett. n. 1314. Al professore Giuseppe Bonzanino Torino, 9 maggio [18]69 Fallite le speranze di ottenere un’onorificenza 87 <+>

Lett. n. 1315. Al duca Tommaso Gallarati Scotti [Torino], 10 maggio [ 18]69 Ringraziamento dell’offerta – auspicio di abbondanti prodotti della terra, onde possa essere ricca la decima da offrire all’Oratorio di Valdocco 88 <+>

Lett. n. 1316. Al sindaco di Lanzo Giuseppe Droetti *Torino, 12 maggio 1869 Replica alle condizioni poste per l’ampliamento del collegio di Lanzo – avanza altra proposta in merito 89 <+>

Lett. n. 1317. Al papa Pio IX [Torino, anter. 16 maggio 1869] Richiesta delle dimissorie pontificie per il chierico Francesco Bodrato, in assenza, per decesso, – del legittimo Ordinario 90 <+>

Lett. n. 1318. Al presidente del Consiglio dei ministri e ministro degli Affari Esteri, Luigi Federico Menabrea [Torino 18 maggio 1869] Supplica di poter disporre della chiesa del S. Sudario in Roma, con l’impegno di prestarvi – i servizi religiosi 91 <+>

Lett. n. 1319. Al rettore del seminario di Torino Alessandro Vogliotti *Torino, 20 maggio [ 18]69 Notizie dei chierici entrati a Torino-Valdocco prima dei 14 anni e desiderosi di farsi salesiani – volontà di compiacere sempre il superiore ecclesiastico nell’esame vocazionale dei chierici 92 <+>

Lett. n. 1320. Al conte Edoardo Crotti di Costigliole [Torino], 2 giugno [18]69 Chiede un intervento presso il ministro Menabrea a proposito dell’affidamento della chiesa – del S. Sudario in Roma ai salesiani 93 <+>

Lett. n. 1321. A don Almerico Guerra Torino, 6 giugno [18]69 Ringrazia del libro inviatogli – ne chiede dieci copie – si dichiara disponibile a fare qualche correzione per future edizioni 94 <+>

Lett. n. 1322. Al procuratore generale di Torino Lorenzo Eula *Torino, 10 giugno 1869 Invia il decreto di approvazione pontificia della società salesiana – espone le ragioni per cui ha creduto di non sottoporlo al Regio Exequatur – supplica di volerlo esaminare se invece debba fare diversamente 95 <+>

Lett. n. 1323. Alla contessa Luigia Viancino di Viancino [Torino], 14 giugno [18]69 Annuncia sua visita per trattare di persona «affari importanti» – con sé porterà i libri richiesti 97 <+>

Lett. n. 1324. Al Procuratore generale di Torino Lorenzo Eula *Torino, 16 giugno 1869 Formale domanda di concessione del Regio Exequatur al decreto di approvazione della società salesiana, se richiesto dalle leggi vigenti 98 <+>

Lett. n. 1325. Al vescovo di Saluzzo Lorenzo Gastaldi Torino, 16 giugno 1869 Lo informa che don Luigi Chiapale si è allontanato definitivamente dalla casa di Torino-Valdocco – di ingegno e di buoni costumi, talvolta non si controllava nel bere 99 <+>

Lett. n. 1326. Al duca Tommaso Gallarati Scotti [Torino], 24 giugno [ 18J69 Ringrazia per l’offerta inviata per l’acquisto del terreno per il nuovo Oratorio di S. Luigi a Porta Nuova in Torino – assicura preghiere – augura fecondi frutti della terra a servizio – dei poveri 100 <+>

Lett. n. 1327. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Torino], 25 giugno [18]69 Accusa ricevuta di offerta per l’Associazione dei divoti di Maria – ringraziamenti a nome del vescovo Gastaldi per il contributo economico fattogli pervenire – attesa del promesso sostanzioso sussidio da parte del marito specialmente a fronte delle imposte sul macinato – e sui fabbricati 101 <+>

Lett. n. 1328. Al duca Tommaso Gallarati Scotti [Torino], 27 giugno [18]69 – Collocazione nella chiesa di Maria Ausiliatrice del quadro di S. Pietro, cui occorrerebbe apportare qualche modifica – saluti e preghiere 102 <+>

Lett. n. 1329. A don Pietro Vallauri [Torino], 27 giugno [18]69 Invito a celebrare all’Oratorio di Valdocco la messa di S. Pietro o a impartire la benedizione – col SS. Sacramento – saluti ai familiari 103 <+>

Lett. n. 1330. Al prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – *Torino, 30 giugno 1869 Risponde a lettera precedente riguardante l’eredità Bertinetti – dà schiarimenti 104 <+>

Lett. n. 1331. Ad una signora di Firenze non identificata *Torino, 3 luglio [18]69 Ringrazia per il sussidio ricevuto – invita ad aver fiducia in Maria Ausiliatrice contro le conseguenze di una pericolosissima morsicatura alla figlia 105 <+>

Lett. n. 1332. Alla contessa Carolina Gambaro Cataldi [Torino], 3 luglio [18]69 Promette preghiere per la grazia che desidera ottenere – ringrazia per la beneficenza che intende fare alla chiesa di Maria Ausiliatrice 106 <+>

Lett. n. 1333. A don Antonio Sala *Torino, 3 luglio [18]69 Chiede di anticipare la sua venuta a Torino-Valdocco in quanto ha assoluto bisogno di un economo 107 <+>

Lett. n. 1334. A don Francesco Proverà [Torino, 4 luglio 1869] – Gli propone uno scambio di obbedienze con don Bodratto, da Cherasco a Lanzo 108 <+>

Lett. n. 1335. Alla signora Maria Cataldi Spinola *Troffarello, 5 luglio [18]69 Gioia per lo scampato pericolo della figlia – ringraziamento per l’oblazione 109 <+>

Lett. n. 1336. Alla signora Carolina Gambaro Cataldi [Troffarello, 5 luglio 1869] Assicura preghiere per ottenere la grazia richiesta – fiducia nel Signore – saluti alla famiglia 109 <+>

Lett. n. 1337. Al papa Pio IX [Torino, poster. 8 luglio 1869] Chiede la decorazione di commendatore per il barone Fedele Claretta 110 <+>

Lett. n. 1338. Al papa Pio IX [Torino, anter. 16 luglio 1869] Richiesta di dimissorie per il chierico Pietro Guidazio 111 <+>

Lett. n. 1339. Al cardinale Pietro de Silvestri *Torino, 21 luglio 1869 Espone nei dettagli la situazione circa il progettato acquisto in Roma del locale di S. Caio presso il monastero delle Barberine e chiede il suo consiglio 112 <+>

Lett. n. 1340. Al cavaliere Pietro Marietti [Torino], 24 luglio [18]69 Disponibile a seguire i consigli del card. Giuseppe Berardi – comunica di avere incontrato a Lanzo il figlio Alfonso pieno di buona volontà ma sempre cagionevole di salute – promette preghiere 114 <+>

Lett. n. 1341. Al commendatore Giovanni Battista Dupraz [Torino], 26 luglio [18]69 In segno di gratitudine per le offerte ricevute assicura preghiere da parte sua e dei giovani dell’Oratorio 116 <+>

Lett. n. 1342. Ad un teologo non identificato di Cherasco [Torino], 26 luglio [ 18]69 Comunica che non ha risposto alla lettera perché giuntagli in ritardo – precisa comunque che – sul problema in oggetto c’era accordo col municipio – invia programma del collegio perché il cav. Lissone faccia le proprie osservazioni 116 <+>

Lett. n. 1343. Al cavaliere Giuseppe Lissone [Torino, 26 luglio 1869] Suggerimenti onde ottenere il pareggiamento del collegio di Cherasco 117 <+>

Lett. n. 1344. Al cavaliere Edoardo Ferrerò Lamarmora *Torino, 4 ag[osto 18]69 Domanda di poter acquistare un tratto di giardino per la costruzione della chiesa per il nuovo Oratorio di S. Luigi a Porta Nuova – assicura riconoscenza e preghiere 118 <+>

Lett. n. 1345. Alla marchesa Maria Melzi d’Eril Torino, 4 agosto 1869 Rincrescimento per la morte della duchessa Elisa Melzi d’Eril – assicura preghiere per la contessa Revedin Altieri – ringrazia per l’offerta fattagli dalla marchesa 120 <+>

Lett. n. 1346. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Torino], 6 agosto [18]69 Ringrazia per l’offerta – chiede parere se inoltrare o meno istanza di condono dell’imposta sul fabbricato – prega per il figlio – domanda se data la sua posizione non possa fare qualche cosa perché il governo presenzi al Concilio Vaticano I 121 <+>

Lett. n. 1347. Al papa Pio IX [Torino, anter. 13 agosto 1869] Richiesta di dimissorie per undici chierici entrati a Torino-Valdocco poco dopo il compimento dei quattordici anni 122 <+>

Lett. n. 1348. Circolare [Montemagno 15 agosto], Solenne giorno dell’Assunzione di M. SS. 1869 Circolare di formazione ai salesiani inviata ai direttori delle singole case – importanza della confidenza fra superiori e confratelli – conferenze e rendiconti spirituali – fiducia nel Signore che chiama alla vocazione salesiana per la salvezza dell’anima propria e altrui 124 <+>

Lett. n. 1349. A don Francesco Tribone [Montemagno], 15 agosto [18]69 Ringrazia per l’offerta che gli ha inviato – consigli spirituali 127 <+>

Lett. n. 1350. All’arcivescovo di Torino Alessandro Riccardi di Netro *Torino, 27 ag[osto 18]69 Spiega l’autorità che l’Ordinario può esercitare sui salesiani – si dichiara pronto a combattere la contrarietà di alcune persone 128 <+>

Lett. n. 1351. Alla marchesa Maria Melzi d’Eril Torino, 28 agosto 1869 Chiede testimonianze e fonti per eventuale biografia della duchessa Elisa Melzi d’Eril 129 <+>

Lett. n. 1352. Ad un conte non identificato [Torino, 29 agosto 1869] – Invia carte da mandare al Provveditore agli studi di Cuneo per le scuole di Cherasco 130 <+>

Lett. n. 1353. Al cavaliere Pietro Marietti [Torino, 29 agosto 1869] – Invia saluti ed una serie di commissioni 130 <+>

Lett. n. 1354. Al sindaco di Torino Cesare Valperga di Masino *Torino 5 sett[embre] 1869 Lo invita ad un trattenimento musicale all’Oratorio in occasione della distribuzione dei premi – l’invito è estensibile ai partecipanti al congresso pedagogico 131 <+>

Lett. n. 1355. Circolare *Torino, 6 settembre 1869 Invito per la festa della distribuzione dei premi scolastici 132 <+>

Lett. n. 1356. Ad una signora non identificata [Torino], 11 settembre [18]69 Ringrazia dell’offerta ricevuta – continua a pregare secondo la sua intenzione – dà consigli spirituali per momenti di difficoltà familiare 133 <+>

Lett. n. 1357. Al provveditore agli studi di Cuneo Giovanni Battista Biglino – *Troffarello, 14 settembre 1869 Presenta i documenti richiesti per l’apertura di un collegio a Cherasco 134 <+>

Lett. n. 1358. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – *Troffarello, 21 sett[embre 18]69 Ringrazia delle offerte – elogia l’istituto 135 <+>

Lett. n. 1359. Alla superiora delle Suore di Sant’Anna, madre Enrichetta Dominici – *Troffarello, 21 settembre [18]69 Ringrazia per l’offerta 136 <+>

Lett. n. 1360. A don Domenico Belmonte *Troffarello, 22 sett[embre 18]69 Suggerisce il modo di rispondere ai parenti che lo invitano a tornare in famiglia – manifesta il suo proposito di affidargli l’ufficio di prefetto-economo nel collegio di Mirabello, per il miglior svolgimento del quale gli anticipa alcuni suggerimenti 137 <+>

Lett. n. 1361. Al vicario generale di Torino Giuseppe Zappata *Troffarello, 22 settembre 1869 Richiesta di autorizzare don Giovanni Bonetti a ricevere le confessioni 139 <+>

Lett. n. 1362. Al canonico Domenico Curti Troffarello, 23 sett[embre 18]69 Assicura preghiere per lui e per la signora raccomandatagli 139 <+>

Lett. n. 1363. Al papa Pio IX [Torino], 30 settembre 1869 Memoriale per ottenere le facoltà opportune onde accettare il collegio di Cherasco già appartenuto ai Somaschi 140 <+>

Lett. n. 1364. A don Annibale Serra [Torino], 1° ott[obre 18]69 Raccomanda l’amico cavaliere Ghirelli, di cui allega un biglietto 142 <+>

Lett. n. 1365. Al vescovo di Alba Eugenio Galletti Torino, 2 ott[obre 18]69 Invia la memoria per ottenere le facoltà opportune onde accettare il collegio di Cherasco, da inoltrare successivamente alla S. Congregazione dei Vescovi e Regolari – altre informazioni 142 <+>

Lett. n. 1366. Al prelato pontificio mons. Domenico Guadalupi Torino, 3 ott[obre 18]69 Ringraziamento per quanto ha fatto a favore di due chierici 143 <+>

Lett. n. 1367. Al chierico Giovanni Garino *Calliano, 10 ott[obre 18]69 Contento per la scelta sacerdotale, gli dà consigli spirituali 144 <+>

Lett. n. 1368. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia Paolo Amilhau – [Calliano, 10 ottobre 1869] – Ripercorre la storia degli abusi circa le concessioni ferroviarie ai ragazzi di Torino-Valdocco e chiede per lo meno lo sconto concesso a tutte le case di educazione, qualora non fosse più possibile accordare la riduzione del 75% 144 <+>

Lett. n. 1369. Al cavaliere Tommaso Uguccioni Gherardi *Torino, 12 ott[obre 18]69 Provvidenziale offerta – attesa di una sua visita – sosta a Firenze nel progettato viaggio a Roma 146 <+>

Lett. n. 1370. Al prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – [Torino, 18 ottobre 1869] – Ripercorre la storia degli abusi circa le concessioni ferroviarie ai ragazzi di Torino-Valdocco – chiede un intervento a suo favore presso la direzione delle Ferrovie dell’Alta Italia 147 <+>

Lett. n. 1371. Alla superiora del monastero della Visitazione, madre Ignazia Amelia Demonte – *Torino, 27 ott[obre 18]69 Parole di speranza per una nuova fondazione ricca di incognite 149 <+>

Lett. n. 1372. A don Giovanni Battista Lemoyne *Torino, 3 novjembre 18]69 Consigli su come redigere la biografia del chierico Giuseppe Mazzarello 150 <+>

Lett. n. 1373. A don Giovanni Battista Lemoyne [Torino], 4 novembre 1869 Invia modello di risposta che il teologo Federico Albert avrebbe potuto mandare all’arcivescovo di Torino a proposito dell’esame di vocazione dei chierici di Lanzo – informa che si sarebbe recato a Lanzo il giovedì pomeriggio, presumendo già avvenuto all’epoca l’arrivo degli studenti – vocazione del figlio di don Bodrato 151 <+>

Lett. n. 1374. A don Giovanni Battista Francesia [Torino], 9 novembre [18]69 Invia la risposta da mandare al Provveditore degli studi di Cuneo – informa che si recherà a Cherasco dove si fermerà alcuni giorni – raccomanda di aver cura della sua sanità, di quella – di don Proverà e degli altri 152 <+>

Lett. n. 1375. Al segretario del Concilio Vaticano I mons. Joseph Fessler – Torino, 22 novembre 1869 – Richiesta di conferma della possibilità o meno di partecipare al Concilio Vaticano I in qualità di superiore della congregazione salesiana 153 <+>

Lett. n. 1376. Al padre barnabita Salesio Canobbio Torino, 24 novembre [18]69 Richiesta di informazioni circa la documentazione necessaria per il pareggiamento di scuole 154 <+>

Lett. n. 1377. Circolare Torino, 24 novembre 1869 Storia dell’Oratorio di S. Luigi e difficoltà di continuare l’attività nel medesimo luogo – richiesta di aiuti per l’acquisto del terreno per un nuovo Oratorio 154 <+>

Lett. n. 1378. All’avvocato Nicola Galvagno Torino, 24 novembre [18]69 Richiesta di sussidio per l’acquisto di un terreno per il nuovo Oratorio di S. Luigi a Porta Nuova 156 <+>

Lett. n. 1379. Al vicario capitolare di Cremona Luigi Tosi Torino, 26 nov[embre] 1869 Si dichiara favorevole alla riabilitazione pubblica di un sacerdote dopo sette mesi di buona condotta 156 <+>

Lett. n. 1380. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 27 novembre [18]69 Richiesta, in tono scherzoso, di pagare un terzo del costo di un’ordinazione di un libro sul Giubileo 158 <+>

Lett. n. 1381. All’arcivescovo di Torino Alessandro Riccardi di Netro – *Torino, 28 nov[embre] 1869 Lunga spiegazione a proposito della sua decisione di far ordinare il chierico Giuseppe Cagliero a Casale anziché a Torino 159 <+>

Lett. n. 1382. Al canonico Celestino Fissore *Torino, 18 dic[embre 18]69 Chiede un’opinione circa la vertenza coll’arcivescovo di Torino a proposito dell’ordinazione sacerdotale di don Giuseppe Cagliero 162 <+>

Lett. n. 1383. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 20 dic[embre 18]69 Auguri di buon Natale – promessa di preghiere – proposito di fermarsi a Firenze nel previsto viaggio per Roma 163 <+>

Lett. n. 1384. Al barone Carlo Giacinto Bianco di Barbania [Torino, 24 dicembre 1869] – Poesia in versi come augurio natalizio 164 <+>


1870

Lett. n. 1385. A don Michele Rua *Dal vapore [Torino], 20 [gennaio 18]70 Veloci commissioni da bordo del treno per Roma 166 <+>

Lett. n. 1386. All’Economo generale dei benefici ecclesiastici vacanti Pietro Fenolio – *Firenze, 23 [gennaio 1870] Chiede la concessione di un sussidio per i chierici che prestano servizio nella Società Salesiana 166 <+>

Lett. n. 1387. A don Michele Rua [Firenze], 24 [gennaio 18]70 Rapide richieste e comunicazioni 167 <+>

Lett. n. 1388. A don Michele Rua *Roma, 27 [gennaio 18]70 Chiede di mandare alcuni libri a Roma a mons. Gastaldi – altre commissioni 168 <+>

Lett. n. 1389. A don Michele Rua [Roma, inizio febbraio 1870] Osservazioni sull’andamento dell’Oratorio – raccomanda che non si faccia alcuna festa particolare per il suo ritorno a Torino – ricevuti i libri richiesti – chiamato ad assistere il Gran Duca di Toscana in punto di morte – disposizioni per la festa di S. Francesco di Sales 169 <+>

Lett. n. 1390. Al papa Pio IX [Roma, anter. 4 febbraio 1870] Richiesta di indulgenza plenaria e di altri favori per VAssociazione dei Divoti di Maria Ausiliatrice 172 <+>

Lett. n. 1391. A don Giovanni Bonetti *Roma, 8 febbraio 18]70 Annuncia indulgenza plenaria dal papa – dolore per la morte del padre di don Proverà – raccomandazioni per i giovani del collegio 173 <+>

Lett. n. 1392. Alla marchesa Carmes Maria Gondi *Roma, 8 febbraio 1870 Benedizione e indulgenze plenarie concesse a lei e ai parenti dal papa 174 <+>

Lett. n. 1393. Al padre Oratoriano Giulio Metti *Roma, 8 febb[raio] 1870 Comunica che Pio IX gli ha concesso alcuni favori spirituali 175 <+>

Lett. n. 1394. A don Michele Rua *Roma, 8 febbraio 18]70 Notizie varie da Roma – indulgenze plenarie – speciali facoltà concessegli dal papa 175 <+>

Lett. n. 1395. Circolare Torino, [poster. 8 febbraio] 1870 Comunica la concessione papale di alcuni favori spirituali 176 <+>

Lett. n. 1396. Alla contessa Carlotta Callori *Roma, [9 febbraio 1870] Assicura preghiere per la contessa malata e per tutta la famiglia – comunica favori spirituali concessi dal papa alla famiglia della contessa 177 <+>

Lett. n. 1397. A don Giovanni Battista Francesia *Roma, 9 febbraio [18]70 Resoconto dell’udienza col papa che concede indulgenze per tutte le case salesiane 178 <+>

Lett. n. 1398. A don Michele Rua *Roma, 12 febbraio [18]70 Buone notizie da Roma – amorose accoglienze del papa – preghiere per il riposo eterno dell’anima di una benefattrice 180 <+>

Lett. n. 1399. Al cardinale Giacomo Antonelli Roma, 13 febbraio] 1870 Chiede di intervenire perché il papa conceda il titolo di commendatore dell’Ordine di Pio IX – a tre insigni benefattori 181 <+>

Lett. n. 1400. Al giovane Bernardo Musso *Roma, 14 febbraio] 1870 Preghiere, saluti e raccomandazioni 182 <+>

Lett. n. 1401. Al giovane Bernardo Musso [Roma, 16 febbraio 1870] Chiede preghiere 183 <+>

Lett. n. 1402. A don Michele Rua [Roma], 16 febbraio 18]70 Annuncia che proroga il ritorno per il quale però chiede la presenza dei direttori delle case – per importanti comunicazioni – altre commissioni 183 <+>

Lett. n. 1403. A don Giovanni Bonetti *Roma, 17 febbraio [18]70 Notifica di aver ricevuto le lettere e fatte le commissioni – invia saluti alla famiglia Proverà – e ai giovani – annuncia sua partenza per Torino con sosta a Firenze 184 <+>

Lett. n. 1404. A don Giovanni Battista Lemoyne *Roma, 17 febbraio [18]70 Comunica la concessione di varie indulgenze plenarie ai giovani di Lanzo – altre notizie riservate le darà a voce 186 <+>

Lett. n. 1405. Al vicario capitolare di Susa, Giuseppe Maria Sciandra *Roma, 19 febbraio 1870 Richiesta delle dimissorie per il chierico Gioachino Berto 187 <+>

Lett. n. 1406. Al papa Pio IX [Torino, marzo 1870] Istanza per poter accogliere nella congregazione salesiana un frate dei Minori Riformati 188 <+>

Lett. n. 1407. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 1° marzo [18]70 Contentezza per il miglioramento della salute della contessa – notizie del figlio Cesare ammalato ma ben assistito anche spiritualmente – sua confessione 189 <+>

Lett. n. 1408. Alla contessa Carlotta Callori Torino, 6 marzo [18]70 Racconta gli ultimi momenti di vita del figlio Cesare 190 <+>

Lett. n. 1409. Al cardinale Luigi Bilio Torino, 8 marzo 1870 Richiesta di sussidio per l’Oratorio di Torino-Valdocco 192 <+>

Lett. n. 1410. Al canonico Santo Giuseppe Masnini [Mirabello, 11 marzo 1870] Ringrazia per il contributo che offre ai salesiani – chiede la diffusione delle «Letture Cattoliche» e della «Biblioteca Italiana» – informazioni sul giovane di Casale Giacomo Ferrè 193 <+>

Lett. n. 1411. Ad una signora [parmense] non identificata *Torino, 31 marzo [18]70 Ringrazia per l’offerta inviata per la celebrazione di una S. Messa – chiede preghiere per sé – ed i suoi giovanetti 193 <+>

Lett. n. 1412. Al vicario di Lanzo Federico Albert Torino, 1° aprile [18]70 Progetto per ampliare il vecchio collegio di Lanzo con una nuova costruzione 194 <+>

Lett. n. 1413. All’abate Ranieri Sanesi Torino, 6 ap[rile 18]70 – Lo invita a fare una visita all’Oratorio onde trattare con i giovani della tipografia 195 <+>

Lett. n. 1414. Alla contessa Alessandra Tettù di Camburzano *Torino, 6 ap[rile 18]70 Condivide l’opportunità di sospendere il viaggio a Roma per il cattivo stato di salute – continua nelle sue preghiere – invito alla fiducia in Maria Ausiliatrice 196 <+>

Lett. n. 1415. Al canonico Francesco Della Valle *Torino, 7 ap[rile 18]70 Pratica per l’apertura della casa di Alassio 197 <+>

Lett. n. 1416. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – *Torino, 12ap[rile 18]70 Comunica favori spirituali concessi dal papa all’Istituto 198 <+>

Lett. n. 1417. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 15 apjrile 18]70 Notifica un servizio religioso per i bisogni della famiglia – comunica i favori spirituali concessi dal papa – informa circa la partenza di molti giovani per il servizio militare 199 <+>

Lett. n. 1418. Al seminarista Guglielmo Garelli *Torino, 16 aprile [ 18]70 Raccomanda la meditazione e la frequenza alla santa comunione – altri inviti spirituali 199 <+>

Lett. n. 1419. All’intendente di Finanza di Genova *Torino, 17 aprile 1870 Richiesta di acquisto del convento di S. Maria degli Angeli di Alassio per adibirlo a collegio salesiano 200 <+>

Lett. n. 1420. Al presidente del Consiglio dei ministri e ministro dell’Interno Giovanni Lanza – [Torino, anter. 22 aprile 1870] Supplica per ottenere i fogli di via ferroviari per i giovani dell’Oratorio di Torino-Valdocco 201 <+>

Lett. n. 1421. Al reggente la questura di Torino Vincenzo Bignami [Torino, poster. 23 aprile 1870] – Invia parte del regolamento della scuola – si scusa del ritardo nella risposta e porge ossequi 203 <+>

Lett. n. 1422. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 28 aprile [18]70 Annuncia sua prossima visita – parole di consolazione 204 <+>

Lett. n. 1423. A don Domenico Pestarino *Torino, 2 maggio [18]70 Accetta l’invito di fare una visita – altre comunicazioni 205 <+>

Lett. n. 1424. Alla marchesa Maria Melzi d’Eril Torino, 3 maggio 1870 Accusa ricevuta di lettera con elemosina – assicura preghiere 206 <+>

Lett. n. 1425. A don Giovanni Battista Lemoyne [Torino, 9 maggio 1870] Chiede preghiere per la felice conclusione della concessione della chiesa di S. Giovanni della Pigna a Roma – altri progetti e commissioni 207 <+>

Lett. n. 1426. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 15 maggio [18]70 Ringraziamenti per le offerte che la contessa continua a fare – raccomanda un parente – annuncia suo probabile viaggio 208 <+>

Lett. n. 1427. Circolare Torino, [18] maggio 1870 Annuncia la funzione religiosa per le signorine che si erano impegnate nella piccola lotteria della festa di Maria Ausiliatrice 209 <+>

Lett. n. 1428. Al sindaco di Cherasco Felice Galli della Mantica *Torino, 27 maggio [1870] Trattative per gli stipendi del personale e per l’ampliamento dei locali della scuola di Cherasco 210 <+>

Lett. n. 1429. Alla marchesa Carmes Maria Gondi *Torino, 28 maggio 1870 Parole piene di speranza nella triste circostanza della vedovanza – assicura preghiere 211 <+>

Lett. n. 1430. A don Giovanni Bonetti *Torino, 6 giugno [18]70 Fiducia e speranza in Dio nonostante le difficoltà – altre commissioni 212 <+>

Lett. n. 1431. A don Giovanni Bonetti *Torino, 16 giugno [18]70 Informa sul trasferimento del piccolo seminario da Mirabello a Borgo S. Martino 213 <+>

Lett. n. 1432. Circolare [Torino, anter. 17 giugno 1870] – Invito a un trattenimento di beneficenza – richiesta di vendita di biglietti 215 <+>

Lett. n. 1433. Circolare [Torino, poster. 17 giugno 1870] Domanda di consegna del denaro raccolto per la vendita dei biglietti del trattenimento qualora non fosse già stata fatta 216 <+>

Lett. n. 1434. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 18 giugno [18]70 Ringrazia del denaro ricevuto – annuncia che vuole spostare il piccolo seminario di Mirabello a Borgo S. Martino nel palazzo del marchese Scarampi 217 <+>

Lett. n. 1435. Al signor Francesco Nicoletti Torino, 20 giugno [18]70 Non in condizione di vendere i dipinti del corrispondente, è però disponibile a ricevere gratuitamente in collegio uno dei suoi figli maschi 218 <+>

Lett. n. 1436. Al prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – [Torino, poster. 20 giugno 1870] Supplica una mediazione presso il ministero dell’Interno onde conceda l’usuale foglio di via per i giovani dell’Oratorio 219 <+>

Lett. n. 1437. Al canonico Francesco Della Valle *Torino, 21 giugno [18]70 Notizie relative alla pratica per l’apertura della casa di Alassio 220 <+>

Lett. n. 1438. Al barone Feliciano Ricci des Ferres *Torino, 23 giugno 1870 Ringraziamento per l’offerta inviata per la costruzione della nuova chiesa all’Oratorio di – S. Luigi a Porta Nuova di Torino 221 <+>

Lett. n. 1439. Al sindaco di Torino Cesare Valperga di Masino [Torino, luglio 1870] Ringrazia la commissione d’Ornato per l’approvazione della proposta di variazione al piano d’ingrandimento della città a favore della nuova piazza davanti alla chiesa di Maria Ausiliatrice – osservazioni sulle deliberazioni ad un progetto edilizio presentato 221 <+>

Lett. n. 1440. A don Domenico Pestarino Torino, 10 luglio [18]70 Invito per le quarantore assieme al rettore di Casaleggio 224 <+>

Lett. n. 1441. Al prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – *Torino, 12 luglio [18]70 – Non avendo a Torino-Valdocco il corso tecnico, può accettare il giovane raccomandato solo se intenzionato a frequentare il ginnasio – chiede un minimo contributo economico 224 <+>

Lett. n. 1442. Alla contessa Carlotta Callori Torino, 13 luglio [18]70 Serie di informazioni e comunicazioni – malattia di don Carlo Salerio – contratto della nuova casa di Borgo S. Martino – la Storia Ecclesiastica quasi pronta per la stampa 225 <+>

Lett. n. 1443. Al commendatore Luigi Corsanego Merli Torino, 13 luglio [18]70 Parole di rassegnazione e di speranza – importanza della buona stampa 227 <+>

Lett. n. 1444. Alla marchesa Carmes Maria Gondi Torino, 17 luglio [18]70 Ulteriori parole di rassegnazione per la perdita del marito 228 <+>

Lett. n. 1445. A don Giovanni Bonetti Torino, 24 luglio [18]70 Chiede di preparagli diecimila franchi per l’atto notarile dell’acquisto della casa di Borgo – S. Martino 230 <+>

Lett. n. 1446. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Torino, 24 luglio [18]70 Racconta la grazia mariana della guarigione agli occhi della nipote di mons. Gastaldi – invito a visitare la chiesa di Maria Ausiliatrice 230 <+>

Lett. n. 1447. Al provveditore agli studi di Genova Giovanni Daneo *Torino, 26 luglio 1870 Domanda di apertura del collegio di Alassio – allega nominativi dei professori 231 <+>

Lett. n. 1448. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 27 luglio [18]70 Ringraziamento per le preghiere – prudenza nell’affare in corso – augurio di lunga vita per il bene della famiglia e dell’Oratorio – assicura preghiere – informa sul prossimo contratto – di acquisto della casa di Borgo S. Martino 233 <+>

Lett. n. 1449. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 3 ag[osto 18]70 Assicura lunga vita e conseguente aiuto per la costruzione della nuova chiesa dell’Oratorio di S. Luigi a Porta Nuova dedicata a S. Giovanni Evangelista – notifica l’avvenuto contratto di Borgo S. Martino dove si trasferirà il collegio di Mirabello a causa della difficile situazione sanitaria 234 <+>

Lett. n. 1450. Al papa Pio IX [Torino, poster. 3 agosto 1870] Espone la volontà della contessa Carlotta Callori di fare una largizione per la costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista, ma chiede al papa di scrivere di proprio pugno la somma 235 <+>

Lett. n. 1451. Al ministro delle Finanze Quintino Sella *Torino, 15 agosto 1870 Supplica per la riduzione della tassa sul macinato 236 <+>

Lett. n. 1452. All’arcivescovo di S. Francisco Joseph Sadoc Alemany – [Torino, anter. 17 agosto 1870] Condizioni richieste per l’invio dei salesiani a S. Francisco in California 237 <+>

Lett. n. 1453. Al giovane Cesare Tomasset [Torino, poster. 19 agosto 1870] – Avvisi spirituali 238 <+>

Lett. n. 1454. Al papa Pio IX *Datum Taurinii die 20 Augusti 1870 Memoriale per ottenere le facoltà opportune onde accettare il collegio di Alassio 239 <+>

Lett. n. 1455. A mons. Stanislao Svegliati Torino, 22 agosto 1870 Invito a visitare l’Oratorio – allega domanda al papa di poter aprire una nuova casa ad Alassio – altre richieste di apertura di scuole 239 <+>

Lett. n. 1456. Circolare Torino-Valdocco, 27 agosto 1870 Invito a presenziare alla inaugurazione del nuovo organo nella chiesa di Maria Ausiliatrice 240 <+>

Lett. n. 1457. Al presidente del Regio Ospizio di Torino Michelangelo Castelli – Torino, 31 agosto 1870 – Chiede l’aumento della retta per sei giovani a lui indirizzati, dovendoli inviare in altri collegi perché all’Oratorio di Torino-Valdocco non era possibile dare loro un’istruzione adeguata alla loro età 241 <+>

Lett. n. 1458. Al canonico Francesco Della Valle Torino, 6 settembre 18]70 Annuncia la visita di don Angelo Savio – richiesta di sussidi 243 <+>

Lett. n. 1459. Al sindaco di Cherasco Felice Galli della Mantica Torino, 7 settembre 1870 Chiede di sospendere i lavori per una serie di problemi inerenti al collegio 243 <+>

Lett. n. 1460. Al cavaliere Edoardo Ferrerò Lamarmora *Torino, 7 settembre 18]70 Trasmette una lettera del conte Melzi d’Eril – ringrazia della benevolenza 244 <+>

Lett. n. 1461. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 12 sett[embre 18]70 Chiede un intervento economico per evitare che due giovani chierici debbano partire per il servizio militare 245 <+>

Lett. n. 1462. Al cavaliere Pietro Marietti *Torino, 12 sett[embre] 1870 Chiede di recapitare un plico al card. Giuseppe Berardi – ossequi alla famiglia 246 <+>

Lett. n. 1463. Al papa Pio IX *Datum Taurini, die 12 septembris 1870 Richiesta del privilegio di poter dare le dimissorie a giovani entrati all’Oratorio di Torino-Valdocco dopo i 14 anni 247 <+>

Lett. n. 1464. Al commendatore Bartolomeo Bona Lanzo, 13 settembre 1870 Supplica per la revoca della sospensione della riduzione ferroviaria 248 <+>

Lett. n. 1465. Al chierico Pietro Guidazio *Lanzo, 13 settembre [18]70 Raccomanda la pratica dell’ubbidienza ai superiori – altri consigli spirituali 250 <+>

Lett. n. 1466. A don Angelo Savio [Lanzo], 13 settembre 18]70 Manda la procura richiesta con l’autorizzazione a fare ciò che riterrà opportuno – gratitudine verso il canonico Francesco Ampugnani di Alassio 250 <+>

Lett. n. 1467. Alla marchesa Maria Fassati *Torino, 17 settembre 18]70 Richiesta di sussidio per il riscatto di un chierico dalla leva militare 251 <+>

Lett. n. 1468. Al commendatore Giovanni Battista Dupraz Lanzo, 20 settembre 18]70 Chiede di inoltrare una lettera ad una benefattrice – speranza di serenità dopo il grave dissidio politico-militare fra il regno d’Italia e lo Stato Pontificio 253 <+>

Lett. n. 1469. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 25 settembre 18]70 Annuncia prossima sua visita 253 <+>

Lett. n. 1470. A don Michele Rua *Casale, 27 settembre [18]70 Annuncia suo arrivo – comunicazioni per i salesiani dell’Oratorio 254 <+>

Lett. n. 1471. Al conte Luigi Cibrario [Torino, anter. 1° ottobre 1870] Richiesta di decorazione mauriziana per Giuseppe Besio – motivazione della richiesta 255 <+>

Lett. n. 1472. Al conte Luigi Cibrario [Torino, anter. 1° ottobre 1870] Richiesta di decorazione mauriziana per Domenico Cornaglia – motivazione della richiesta 257 <+>

Lett. n. 1473. Al conte Luigi Cibrario [Torino, anter. 1° ottobre 1870] Richiesta di decorazione mauriziana per Giuseppe Zucchi – motivazione della richiesta 259 <+>

Lett. n. 1474. Al cavaliere Pietro Marietti Torino, 11 ott[obre 18]70 Invito a stare tranquillo sia in Roma che in un eventuale viaggio a Torino – chiede notizie – del papa e di altri amici cardinali di Roma 260 <+>

Lett. n. 1475. Circolare *Torino, 12 ottobre 1870 Circolare per la costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 261 <+>

Lett. n. 1476. Alla contessa Alessandra Tettù di Camburzano *Torino, 16 ott[obre 18]70 Ultimi giorni di vita del conte Edoardo Crotti – annuncia la morte dell’arcivescovo – altre informazioni su alcuni giovani 263 <+>

Lett. n. 1477. A don Francesco Cerniti *Torino, 17 ott[obre 18]70 Comunicazioni varie riguardo alle scuole e ai problemi del collegio di Alassio 264 <+>

Lett. n. 1478. Alla marchesa Carmes Maria Gondi *Torino, 19 ottobre [18]70 Nuove parole di consolazione per la morte del marito – richiesta di riscatto dalla leva militare per qualche chierico dell’Oratorio 265 <+>

Lett. n. 1479. Alla contessa Alessandra Tettù di Camburzano *Torino, 28 ott[obre 18]70 Informazioni su un collegio e su un giovane raccomandatogli 266 <+>

Lett. n. 1480. [Al cardinale Giuseppe Berardi] * [Torino], 29 ott[obre 18]70 Trasmette un messaggio profetico con qualche omissis prudenziale – altre informazioni – a voce 267 <+>

Lett. n. 1481. Al papa Pio IX *Torino, 8 novembre 1870 Chiede la dispensa di età a favore del chierico Giulio Barberis 268 <+>

Lett. n. 1482. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – [Torino] 9 novembre [18]70 Presenta la sig.na Carolina Proverà la quale desidera entrare nell’Istituto 269 <+>

Lett. n. 1483. Al prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – [Torino], 9 novembre [18]70 Domanda di interessamento a favore di un chierico chiamato alle armi 270 <+>

Lett. n. 1484. Al papa Pio IX [Torino, anter. 28 novembre 1870] Richiesta di poter celebrare le tre messe della notte di Natale anche nella casa di Alassio 270 <+>

Lett. n. 1485. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Torino, anter. 2 dicembre 1870] – Parole di gratitudine – promette preghiere 271 <+>

Lett. n. 1486. Alla marchesa Girolama Uguccioni [Torino], 2 dicembre [18]70 Si scusa per non aver scritto prima – notifica un servizio religioso per l’intera famiglia – notizie gioiose e tristi dell’Oratorio – pensieri spirituali 272 <+>

Lett. n. 1487. Alla marchesa Carmes Maria Gondi *Torino, 3 dicembre [18]70 Ringraziamento per l’aiuto a riscattare qualche chierico dal servizio militare – assicura preghiere 273 <+>

Lett. n. 1488. Alla contessa Carlotta Callori Torino, 6 dic[embre 18]70 Informa del servizio religioso celebrato secondo le sue intenzioni – rende nota la situazione – dei volumetti in stampa – notifica il ricevimento da parte del papa dell’offerta inviatagli 274 <+>

Lett. n. 1489. Al commendatore Michelangelo Castelli Torino, 6 dicembre 1870 Richiesta di onorificenza mauriziana per due benefattori, Giuseppe Zucchi e Giuseppe Besio 275 <+>

Lett. n. 1490. Alla contessa Maria Luisa Radicati Talice di Passerano Torino, 7 dic[embre 18]70 Annuncio di preghiere per la sua famiglia – personali auguri a ciascun esponente di essa 276 <+>

Lett. n. 1491. Al marchesino Giacomo Durazzo *Torino, 9 dicembre [18]70 Assicura preghiere per la salute della mamma – infonde coraggio con parole di fiducia per tutta la famiglia – annuncia una prossima sua visita 277 <+>

Lett. n. 1492. Al cavaliere Tommaso Vallauri *Torino, 10 dic[embre] 1870 Richiesta di un favorevole annuncio su L’Unità Cattolica della costruzione della chiesa di – S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 278 <+>

Lett. n. 1493. Al ministro della Pubblica Istruzione Cesare Correnti – *Torino, 11 dicembre [18]70 Richiesta di sussidio per le scuole 279 <+>

Lett. n. 1494. Al padre scolopio Giuseppe Mallarini *Torino, 23 dicembre 18]70 Invia il catalogo dei libri con le associazioni della Biblioteca italiana e «Letture Cattoliche» 280 <+>

Lett. n. 1495. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 23 dicembre 1870 Parole in difesa dell’operato di due medici dell’Oratorio in occasione di alcuni casi di vaiolo 281 <+>

Lett. n. 1496. Alla contessa Carlotta Callori [Torino, 24 dicembre 1870] Auguri di buone feste e invito a pranzo all’Oratorio 283 <+>

Lett. n. 1497. All’arcivescovo di Firenze Gioacchino Limberti *Torino, 25 dic[embre 18]70 Assicura una S. Messa con comunione dei ragazzi secondo la sua intenzione 283 <+>

Lett. n. 1498. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Torino, 28 dic[embre] 1870 Accusa ricevimento della lettera – comunica che non possiede i libri richiesti – suggerisce di fare la ripetizione all’ufficio postale dell’eventuale vaglia andato smarrito – ripetuti furti – di denaro inviato per lettera 284 <+>


1871

Lett. n. 1499. A don Giovanni Bonetti [Torino, inizio gennaio 1871] – Gli manda come insegnante del collegio di Alassio il chierico Giovanni Pellegrini – comunica ai giovani che sta organizzando la loro venuta a Torino per la festa di Maria Ausiliatrice 286 <+>

Lett. n. 1500. A don Giovanni Bonetti [Torino, 1° gennaio 1871] – Dopo aver letto il manoscritto sulla Storia Ecclesiastica, suggerisce una serie di correzioni – e modifiche 287 <+>

Lett. n. 1501. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 2 [gennaio 18]71 È dispiaciuto di aver mandato la nota di libri richiesti – invia le prime copie stampate del Cattolico Provveduto – saluti in famiglia .’ 289 <+>

Lett. n. 1502. Al chierico Erminio Borio Torino-Valdocco 16 [gennaio 18]71 – Lo invita a venire all’Oratorio dove avrà maggiore tranquillità e comodità per studiare 290 <+>

Lett. n. 1503. Al conte Francesco Viancino di Viancino *[Torino], 16 [gennaio 18]71 Ringrazia per le osservazioni inviategli sul dizionarietto dei vocaboli geografici pubblicato nel volume della Storia Ecclesiastica – ne terrà conto per una nuova edizione – attende le osservazioni su tutto il volume 291 <+>

Lett. n. 1504. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 18 gennajo 1871 Domanda l’autorizzazione per costruire un muro di cinta dietro l’Oratorio 292 <+>

Lett. n. 1505. Al capo controllo generale e della contabilità centrale delle Ferrovie dell’Alta Italia A. Devaux [Torino, 20 gennaio 1871] – In merito alla riduzione del 50% del prezzo dei biglietti – assicura che si cercherà di evitare ogni abuso al riguardo – chiede che la riduzione si applichi alle altre case 293 <+>

Lett. n. 1506. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Torino], 22 [gennaio 18]71 – È dispiaciuto per la scomparsa di una lettera con denaro inviato dalla contessa 294 <+>

Lett. n. 1507. Alla contessa Carlotta Callori [Torino], 23 [gennaio 18]71 Invia lettera circolare per la nuova chiesa di S. Giovanni Evangelista con la raccomandazione dell’arcivescovo – esaurita l’edizione della Storia Ecclesiastica, se ne prepara subito un’altra – invito all’Oratorio per la festa di S. Francesco di Sales 295 <+>

Lett. n. 1508. Ad un conte non identificato [Torino], 23 [gennaio 18]71 Chiede aiuto per costruire la nuova chiesa di S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 296 <+>

Lett. n. 1509. A don Giovanni Battista Lemoyne *Torino, 31 gennajo 1871 Ricordi confidenziali al direttore della casa particolare di Lanzo 297 <+>

Lett. n. 1510. A don Giovanni Bonetti [Torino, febbraio 1871] Osservazioni successive alla prima revisione della Storia Ecclesiastica 302 <+>

Lett. n. 1511. A don Giovanni Bonetti *Torino, 1° febb[raio] 1871 Ricordi confidenziali al direttore della casa salesiana di Borgo S. Martino 302 <+>

Lett. n. 1512. Al professore Raffaele Piperni [Torino], 4 febbraio [ 18]71 Accetta di partecipare alla diffusione di un’opera a stampa mediante quattro sottoscrizioni – invita a collaborare nella diffusione della buona stampa 303 <+>

Lett. n. 1513. Al teologo Felice Golzio [Torino], 6 febbraio [ 18]71 Invia delle carte riguardanti una vertenza con il vescovo di Mondovì – prega di leggerle prima di consegnarle al teol. Bertagna – chiede di fissargli un’udienza per discuterne 304 <+>

Lett. n. 1514. Al commendatore Giovanni Battista Dupraz Torino, 7 febbraio [ 18]71 Invia la circolare relativa alla costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 305 <+>

Lett. n. 1515. Al sindaco di Cherasco Felice Galli della Mantica [Torino], 9 febbraio 1871 Risponde a due lettere del corrispondente trasmessegli dal direttore del collegio di Cherasco – osserva che esse portano il contratto fuori del senso della Convenzione 305 <+>

Lett. n. 1516. Ai giovani del collegio di Lanzo [Torino], 11 febbraio [ 18]71 Esprime il desiderio di andare a fare il carnevale con loro e racconta una visione avuta durante una «visita» a Lanzo di alcuni giorni prima 307 <+>

Lett. n. 1517. A don Giovanni Battista Lemoyne [Torino], 11 febbraio [18]71 Comunica la data del suo arrivo a Lanzo 309 <+>

Lett. n. 1518. Alla contessa Virginia Cambray Digny *Torino, 12 febbraio [18]71 Accetta il ragazzo raccomandatogli 310 <+>

Lett. n. 1519. Al vescovo di Mondovì Giovanni Tommaso Ghilardi [Torino], 12 febbraio [18]71 Avvisa di aver consegnato le carte relative alla vertenza sulla tipografia al teol. Bertagna, – il quale comunicherà il suo parere direttamente al teol. Eula 310 <+>

Lett. n. 1520. Al signor Biagio Foeri [Torino], 15 febbraio ] 1871 Dovendo far fronte ad un’eccezionale spesa per l’ampliamento dell’edificio in Lanzo supplica la concessione di un lascito 311 <+>

Lett. n. 1521. A don Giovanni Battista Lemoyne [Torino], 4 marzo [ 18]71 – Lo incarica di scrivere la vita di Cristoforo Colombo per le «Letture Cattoliche» 312 <+>

Lett. n. 1522. A don Giovanni Bonetti [Torino], 5 marzo [ 18]71 Consegnato alla tipografia la Storia Ecclesiastica, potrà presto dargli la revisione e il completamento de II Giovane Provveduto – soddisfazione per l’andamento del collegio di Borgo – S. Martino 313 <+>

Lett. n. 1523. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 7 marzo 1871 Richiesta di poter recintare con muro un’area presso l’erigenda chiesa di S. Secondo onde costruirvi un piccolo fabbricato provvisorio da adibire ad oratorio per giovani poveri ed abbandonati 314 <+>

Lett. n. 1524. Al sindaco di Cherasco Felice Galli della Mantica [Torino, 11 marzo 1871] Dichiara di volersi ritirare dall’amministrazione del collegio-convitto di Cherasco 315 <+>

Lett. n. 1525. A don Francesco Cerniti [Torino], 14 marzo [ 18]71 Annuncia l’arrivo di due predicatori per gli esercizi spirituali dei giovani – istruzioni riguardo la tassa della ricchezza mobile – chiede che parli con don Francesco Bodrato di suo figlio Luigi 316 <+>

Lett. n. 1526. Alla signora Geronima De Camilli [Torino], 23 marzo [ 18]71 Ringrazia delle lettere e delle offerte – farà recitare speciali preghiere all’altare di Maria Ausiliatrice e la raccomanderà nella S. Messa 317 <+>

Lett. n. 1527. Al vescovo di Savona Giovanni Battista Cerruti [Torino], 26 marzo [ 18]71 A proposito delle nuove scuole che intende aprire nel convitto-collegio di Varazze – ne chiede l’assenso a norma delle costituzioni salesiane 318 <+>

Lett. n. 1528. Al capo sezione del ministero degli Affari Esteri avv. Carlo Canton – *Torino, 30 marzo [ 18]71 – Gli assicura che quando si trasferirà a Roma lo metterà in contatto con persone di sua fiducia – lo incarica di alcune commissioni – forse farà un viaggio a Firenze 319 <+>

Lett. n. 1529. Al cardinale Giuseppe Berardi Torino, 11 ap[rile] 1871 Notizie su Roma, dolorose sì ma con prove di speranze – causa spirituale della difficile situazione politica del momento – promesse di preghiere per lui e per la sua famiglia – profezia di elevazione al pontificato? 320 <+>

Lett. n. 1530. Al papa Pio IX *Torino, 14 aprile 1871 Promette preghiere – incoraggia – annuncia una prossima situazione difficile seguita però – da un grande trionfo 322 <+>

Lett. n. 1531. A don Giovanni Bonetti [Torino], 19 aprile [ 18]71 Il giovane Emanuele Fassati, guarito, fa ritorno in collegio – bisogno di denaro per riscattare due chierici dalla leva militare 323 <+>

Lett. n. 1532. Alla superiora delle Suore di Sant’Anna madre Enrichetta Dominici – [Torino], 24 aprile [18]71 – Trasmette le costituzioni della società salesiana perché le adatti al nascente Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice 325 <+>

Lett. n. 1533. A don Giovanni Battista Lemoyne *[Torino], 27 aprile [ 18]71 Consiglia di pregare e pazientare in merito alla condotta di qualche giovane 326 <+>

Lett. n. 1534. Al cavaliere Luigi Giacosa [Torino], 28 aprile [ 18]71 Lettera di presentazione dell’avv. Carlo Comaschi di Milano 326 <+>

Lett. n. 1535. Alla contessa Girolama Uguccioni [Torino], 30 aprile [ 18]71 Promette di continuare a pregare – la invita a non preoccuparsi di eventuali divisioni fra i fratelli Montauto – auspica una sua visita a Torino-Valdocco in occasione della festa di Maria Ausiliatrice – saluti per tutte le persone amiche di Firenze – qualche difficoltà per il riscatto – dei chierici dalla leva militare 327 <+>

Lett. n. 1536. Al senatore Giuseppe Cataldi [Torino], 1° maggio [ 18]71 Richiesta di prestito di una notevole somma di denaro 329 <+>

Lett. n. 1537. Alla madre domenicana Maria Giovanna Nobili Vitelleschi – [Torino], 6 [maggio 18]71 Assicura preghiere 330 <+>

Lett. n. 1538. Al conte Francesco Viancino di Viancino [Torino], 8 maggio [ 18]71 Chiede di correggere due quaderni di una traduzione dal francese fatta in modo letterale – dal cav. Abele Collegno 331 <+>

Lett. n. 1539. Alla contessa Carlotta Callori Torino, 18 maggio [ 18]71 Serie di richieste e notizie 331 <+>

Lett. n. 1540. Al senatore Giuseppe Cataldi Torino – Valdocco, 23 maggio 1871 Ringraziamento per la sua disponibilità ad aiutarlo con un prestito – lo chiede in due rate 332 <+>

Lett. n. 1541. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – [Torino], 2 giugno [ 18]71 – Comunica di avere pregato per i pericoli che minacciavano l’istituto delle Fedeli Compagne di Gesù – invita alla fiducia in Dio 333 <+>

Lett. n. 1542. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 3 giugno 1871 Comunica le condizioni per la costruzione della chiesa nel Borgo di S. Secondo 334 <+>

Lett. n. 1543. Alla contessa Carmes Maria Gondi Torino, 8 giugno [ 18]71 Annuncia suo prossimo viaggio a Firenze – ringrazia dell’offerta ricevuta per i molti bisogni della società salesiana 336 <+>

Lett. n. 1544. A don Giovanni Bonetti Torino, 13 giugno [ 18]71 Preparazione della festa del venticinquesimo di pontificato di Pio IX 336 <+>

Lett. n. 1545. Alla superiora delle Fedeli Compagne di Gesù, madre Eudosia Babin – *Torino, 16 giugno [ 18]71 – Ringrazia dell’offerta e chiede una relazione sulla grazia ricevuta dal Signore per la preservazione delle loro case di Parigi 337 <+>

Lett. n. 1546. Alla contessa Maria Balbo Torino, 16 giugno [18]71 Avviso di una riunione delle signorine firmatarie dell’album da omaggiare al papa – cercherà di essere presente 338 <+>

Lett. n. 1547. Al papa Pio IX *Torino, 16 giugno 1871 Indirizzo di saluto da parte dei giovani degli oratori e delle case salesiane in occasione – del venticinquesimo di pontificato di Pio IX 339 <+>

Lett. n. 1548. Al vescovo di Novara Giacomo Filippo Gentile [Torino], 21 giugno [18]71 – A proposito di un’eventuale opera salesiana a Trecate (Novara) 340 <+>

Lett. n. 1549. Al cavaliere Tommaso Uguccioni Gherardi [Torino], 21 giugno [ 18]71 Avvisa che nel viaggio a Roma si fermerà a Firenze brevemente nell’andata, più a lungo – nel ritorno 341 <+>

Lett. n. 1550. Al signor Francesco Nicoletti Roma, 25 giugno [18]71 Riserva un posto in collegio per il figlio – espone le basi di un contratto per la stampa di una – sua opera 342 <+>

Lett. n. 1551. Alla contessa Virginia Cambray Digny [Roma, 29 giugno 1871] Comunica che ha chiesto una speciale benedizione al papa per lei e per tutta la sua famiglia 343 <+>

Lett. n. 1552. A don Michele Rua [Roma], 1° luglio [18]71 Ha avuto due udienze dal papa – chiede di dire a don Angelo Savio di promuovere la costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista – dà disposizioni per la festa di S. Luigi 344 <+>

Lett. n. 1553. Al senatore Giuseppe Cataldi Torino, 7 luglio [ 18]71 Rinnova la richiesta del prestito promesso: v. Lett. 1536 e 1540 345 <+>

Lett. n. 1554. Al diacono Pio Casetta *Torino, 8 luglio [ 18]71 – A proposito della guarigione della cognata – assicura preghiere 346 <+>

Lett. n. 1555. Al barone Roberto Ricci des Ferres *Torino, 10 luglio [ 18]71 Celebrazione della S. Messa secondo la sua intenzione – acclude un biglietto per il padre 346 <+>

Lett. n. 1556. Alla signora Lucini Torino, 12 luglio [ 18]71 Chiede un sussidio per poter riscattare alcuni chierici dalla leva militare 347 <+>

Lett. n. 1557. A don Raffaele Cianetti [Torino], 18 luglio [ 18]71 Assicura preghiere per il sacerdote raccomandatogli, ma chiede che lui stesso non cessi – di pregare per vari mesi 348 <+>

Lett. n. 1558. A don Francesco Tribone Lanzo-Torino, 24 luglio [ 18]71 Ringrazia per l’offerta che gli ha inviato – assicura preghiere per la completa guarigione degli occhi – lo informa che sono già stati riscattati alcuni chierici 348 <+>

Lett. n. 1559. A don Giovanni Bonetti *Torino, 27 luglio [ 18]71 Avvisa del suo arrivo a Borgo S. Martino 349 <+>

Lett. n. 1560. Al sindaco di Cherasco Felice Galli della Mantica Torino, 29 luglio 1871 Conferma la disdetta dall’amministrazione del collegio-convitto di Cherasco 350 <+>

Lett. n. 1561. Al provveditore agli studi di Genova Giovanni Daneo Lanzo, 8 agosto [ 18]71 Domanda la facoltà di aprire il collegio-convitto di Varazze in base al programma e all’elenco del personale insegnante che allega 351 <+>

Lett. n. 1562. A don Giovanni Battista Lemoyne Sant’Ignazio [Lanzo], 11 agosto [ 18]71 Annuncia l’arrivo del teol. Golzio al collegio di Lanzo – si raccomanda per una buona ospitalità 353 <+>

Lett. n. 1563. Al padre dottrinario Andrea Barrera *S. Ignazio (Lanzo), 12 agosto [18]71 Chiede se può collaborare alla stesura di uri breve profilo biografico della marchesa Carlotta Antonelli, come richiesto dalla marchesa Luisa Cavalletti Cappelletti, di cui allega la lettera 354 <+>

Lett. n. 1564. Ad un conte non identificato S. Ignazio (Lanzo), 12 agosto [ 18]71 Ringrazia delle lettere e offerte ricevute – promette di pregare secondo le sue intenzioni 355 <+>

Lett. n. 1565. Alla contessa Gabriella Corsi *Sant’Ignazio [Lanzo], 12 agosto [ 18]71 In ringraziamento per l’aiuto nel riscattare un certo numero di chierici dalla leva militare, celebrerà una S. Messa all’altare di Maria Ausiliatrice – si faranno pure preghiere secondo – la sua intenzione 355 <+>

Lett. n. 1566. Alla marchesa Maria Fassati Sant’Ignazio [Lanzo], 12 agosto [18]71 Auguri di buon onomastico e sinceri ringraziamenti per i sussidi concessi per il riscatto – dei chierici dal servizio militare 357 <+>

Lett. n. 1567. A don Michele Rua [Sant’Ignazio, Lanzo], 12 agosto [ 18]71 Chiede di stabilire insieme a don Proverà e don Cagliero il periodo in cui fare gli esercizi spirituali – gli propone di tenere lui le meditazioni 358 <+>

Lett. n. 1568. Alla signora Luigia Vittadini Radice Fossati – *Sant’Ignazio (Lanzo), 12 agosto [ 18]71 Ringrazia dell’offerta destinata alla chiesa di M. A. ed assicura preghiere secondo la sua intenzione 358 <+>

Lett. n. 1569. A don Giovanni Battista Lemoyne *Sant’Ignazio [Lanzo], 13 agosto [18]71 Domanda l’invio di una copia della Storia Ecclesiastica 359 <+>

Lett. n. 1570. Alla contessa Gabriella Corsi S. Ignazio [Lanzo], 18 agosto [ 18]71 Avvisa del cambiamento della data del suo arrivo e della sua disponibilità ad accogliere – i benefattori 360 <+>

Lett. n. 1571. A don Michele Rua [Nizza Monferrato, poster. 21 agosto 1871] Avvisa che riceverà titoli e obbligazioni da don Branda – dà disposizioni dei pagamenti – da effettuarsi 361 <+>

Lett. n. 1572. A don Giovanni Battista Lemoyne [Nizza Monferrato, 24 agosto 1871] Avvisa che a Torino hanno scarsità di intenzioni di S. Messe 361 <+>

Lett. n. 1573. A don Michele Rua *Nizza [Monferrato], 24 agosto [ 18]71 Chiede che, nel caso sia stato trovato il sacco smarrito, gli si mandi la minuta di una lettera d’accompagnamento dei programmi dei vari collegi, in esso contenuta 362 <+>

Lett. n. 1574. A don Michele Rua [Nizza Monferrato], 25 agosto [ 18]71 Comunica la prossima venuta all’Oratorio di un ispettore scolastico – arrivo di don Cagliero – che immediatamente predica 363 <+>

Lett. n. 1575. A don Michele Rua *Nizza [Monferrato], 27 agosto [ 18]71 Invia per la stampa la circolare d’accompagnamento ai programmi 364 <+>

Lett. n. 1576. Al parroco della Certosa di Rivarolo Ligure, Giuseppe Oggero – Torino, 30 agosto 1871 Pensieri spirituali – fiducia in Dio – annuncia sua visita autunnale 364 <+>

Lett. n. 1577. Circolare *Torino, lì. settembre 1871 Invia programmi delle case salesiane ai parroci della Liguria – dichiara la sua disponibilità – ad accogliere aspiranti allo stato ecclesiastico 365 <+>

Lett. n. 1578. All’arciprete Pietro Giuseppe De Gaudenzi *Torino, 4 settembre [ 18]71 Prega di chiedere al vicario generale l’invio di una petizione al papa per la nomina di un vescovo nella diocesi di Vercelli 366 <+>

Lett. n. 1579. A don Michele Rua *Sestri Ponente, Villa Cataldi, 6 settembre [ 18]71 Chiede di mandare 300 copie dei programmi del collegio di Varazze al sindaco o al parroco e di inviarne pure una copia con lettera di accompagnamento ai parroci delle diocesi di Savona, di Genova e di Sarzana 367 <+>

Lett. n. 1580. Al sindaco di Torino Felice Rignon Lanzo, 10 sett[embre] 1871 Ringrazia per averlo autorizzato a costruire la chiesa di S. Secondo – avanza alcune richieste preventive 368 <+>

Lett. n. 1581. A don Michele Rua Firenze, 11 settembre 1871 Messaggio telegrafico 369 <+>

Lett. n. 1582. Al cardinale Giacomo Antonelli [Roma, 12 settembre 1871] Propone alcuni ecclesiastici per un’eventuale nomina episcopale 369 <+>

Lett. n. 1583. A don Michele Rua *Roma, 13 settembre [18]71 Avvisa del suo ritorno a Torino – chiede di calcolare il costo della tassa sul macinato in tutte – le case e il numero dei giovani inviati da autorità di governo ovvero figli di impiegati statali 371 <+>

Lett. n. 1584. Al padre cappuccino Felice M. Pastore da Triora *Firenze, 15 settembre [18]71 Si difende dall’accusa di voler disporre in maniera non conveniente della chiesa dei cappuccini di Varazze 372 <+>

Lett. n. 1585. Al chierico Giuseppe Giulitto *Lanzo, 26 settembre [ 18]71 – Gli dà il permesso di andare in vacanza per una settimana 373 <+>

Lett. n. 1586. Al vescovo di Savona Giovanni Battista Cerruti – [Castelnuovo d’Asti, inizio di ottobre 1871] Chiede alcune facoltà per i salesiani che si recano ad aprire il convitto e le nuove scuole a Varazze 374 <+>

Lett. n. 1587. Al cavaliere Tommaso Uguccioni Gherardi Castelnuovo d’Asti, 2 ott[obre 18]71 Non può ricevere a Torino il giovane raccomandato, in quanto non raggiunge l’età stabilita – caso mai in altri collegi salesiani – tutti i giorni lo ricorda nella S. Messa assieme alla – sua famiglia 375 <+>

Lett. n. 1588. Alla contessa Carlotta Callori [Castelnuovo d’Asti], 3 ottobre [ 18]71 Annuncia sua prossima visita – comunica che si trova a Castelnuovo per riposarsi 376 <+>

Lett. n. 1589. Al capo sezione del ministero degli Affari Esteri, avv. Carlo Canton – [Castelnuovo d’Asti], 3 ottobre [ 18]71 Gli trasmette nominativi ed indirizzi di due persone che lo possono ospitare in occasione del viaggio a Roma 377 <+>

Lett. n. 1590. Al giovane Vittorio Cesconi *Castelnuovo D’Asti, 3 ott[obre 18]71 Ringrazia per la lettera – lo invita a fermarsi come suo ospite qualche giorno in caso di passaggio da Torino – gli comunica che gli ha inviato alcune pubblicazioni della tipografia – di Valdocco 378 <+>

Lett. n. 1591. Al padre cappuccino Felice M. Pastore da Triora – Castelnuovo d’Asti, 5 ottobre [ 18]71 A proposito della casa aperta a Varazze e di quella eventuale di Sestri Levante 379 <+>

Lett. n. 1592. Al signor Giuseppe Canale *Torino, 16 ottobre [ 18]71 Raccomanda don Francesco Cerruti ed un suo professore, che si fermeranno a Genova per qualche ora – chiede accordi per un incontro 380 <+>

Lett. n. 1593. A don Giovanni Battista Francesia [Torino, metà ottobre 1871] – Gli manda come confessore don Giuseppe Cagliero, cui ha raccomandato di promuovere la compagnia del SS. Sacramento e la frequente comunione – desidera inoltre che anche – don Cuffia diventi confessore 380 <+>

Lett. n. 1594. Al teologo Antonio Bosio Dall’Oratorio [Torino], 20 ott[obre] 1871 Piano e divisione di un volume in votis di Storia Ecclesiastica 381 <+>

Lett. n. 1595. Al cardinale Giacomo Antonelli Torino, 31 ott[obre] 1871 Chiede di non lasciare priva del vescovo la diocesi di Fossano 382 <+>

Lett. n. 1596. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi – [Passerano (Asti), inizio novembre 1871] Trovandosi in casa Radicati, comunica che la notizia del suo trasferimento alla diocesi di Torino fu ben accolta negli uffici della Prefettura – gli propone la nomina del teol. Bertagna come provicario 383 <+>

Lett. n. 1597. Al sindaco di Lanzo Giuseppe Droetti Torino, 4 novembre 1871 Comunica che è favorevole alla sottoscrizione promossa a favore della costruzione della ferrovia da Cirié a Lanzo 384 <+>

Lett. n. 1598. Alla contessa Emma Brancadoro [Torino], 14 novembre [ 18]71 Chiede se può pagare la somma per il riscatto di un chierico dalla leva militare in ringraziamento di grazia ricevuta – assicura preghiere per lei e per tutta la famiglia 385 <+>

Lett. n. 1599. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 14 nov[embre 18]71 La ringrazia per la bontà usatagli – ha dato corso alla proposta di una nomina vescovile suggeritagli – le comunica che il ragazzo da lei raccomandato è stato accettato e promette bene 386 <+>

Lett. n. 1600. Alla contessa Emma Brancadoro *Torino, 2 dicembre [18]71 – La ringrazia per aver riscattato un chierico dalla leva militare – assicura preghiere 387 <+>

Lett. n. 1601. Alla contessa Girolama Uguccioni Genova, 2 dicembre [ 18]71 Comunica che alla vigilia dell’Immacolata si faranno preghiere secondo la sua intenzione – apertura delle case di Varazze (Savona) e di Marassi (Genova) e progetto di apertura di altre – in tutto il mondo 389 <+>

Lett. n. 1602. A un signore non identificato [Varazze, dicembre 1871] Frammento di lettera – augura buone feste natalizie a lui ed alla sua famiglia 390 <+>


1872

Lett. n. 1603. Alla contessa Carlotta Callori [Varazze, 7 gennaio 1872] – La ringrazia della bontà e della sollecitudine nei suoi confronti – le augura ogni bene 391 <+>

Lett. n. 1604. Alla contessa Carlotta Callori [Varazze, metà gennaio 1872] Componimento poetico per ringraziarla del giubbetto rosso che gli ha regalato e del brodo – di carne fattogli pervenire 391 <+>

Lett. n. 1605. Alla signora Zeglia Cesconi *Torino, 29 gennaio [18]72 Ringrazia per le notizie che gli ha inviato sullo stato di salute del figlio Victor – ritiene che l’orario di studio debba essere ridotto finché il ragazzo non si sia ristabilito – sarà seguito negli studi da don Mantovani 393 <+>

Lett. n. 1606. Alla contessa Carlotta Callori *Alassio, 9 febbraio [18]72 Riferisce circa il proprio stato di salute – buone prospettive di tornare presto a Torino – spera – che anche la contessa guarisca al più presto 394 <+>

Lett. n. 1607. A don Michele Rua *Alassio, 9 febbraio [18]72 Annunzia il suo ritorno e le modalità concrete con le quali vuole essere accolto all’Oratorio 395 <+>

Lett. n. 1608. Alla contessa Luigia Viancino di Viancino *Alassio, 9 febbraio [18]72 Ringrazia per le preghiere fatte durante la sua malattia – spera di far ritorno a Torino per la settimana successiva – invoca su tutta la famiglia la benedizione di Dio e chiede preghiere 396 <+>

Lett. n. 1609. A don Giovanni Bonetti * Varazze, 11 febbraio [18]72 – Comunica la data della sua partenza per Torino 397 <+>

Lett. n. 1610. Al presidente del Consiglio dei ministri e ministro dell’Interno Giovanni Lanza – Varazze, 11 febbraio 1872 – A proposito delle temporalità dei vescovi chiede se gli accordi presi precedentemente siano stati cambiati – domanda ulteriori precisazioni in merito – soddisfazione dell’opinione pubblica per le nuove nomine episcopali ma preoccupazione per la mancanza della concessione delle suddette temporalità 397 <+>

Lett. n. 1611. Alla contessa Carolina Gambaro Cataldi * Varazze, 13 febbraio [18]72 Guarito dopo la lunga malattia, promette di celebrare le S. Messe richieste all’altare di Maria Ausiliatrice – assicura preghiere per la salute della mamma – prega per tutta la famiglia 399 <+>

Lett. n. 1612. Ad una signora ligure non identificata * Varazze, 14 febbraio [18]72 Ringrazia dell’offerta inviata, tramite don Francesco Tribone, dalla sig.ra Geronima De Camilli – continuerà a pregare all’altare di Maria Ausiliatrice secondo le sue intenzioni 400 <+>

Lett. n. 1613. Alla contessa Girolama Uguccioni Varazze, 14 febbraio [18]72 Migliorata la propria salute – presto inizierà ad occuparsi di nuovo dei propri «affari» – auguri di ogni bene – saluti alle nobili signore conosciute di Firenze 401 <+>

Lett. n. 1614. Al senatore Giuseppe Cataldi *Torino, 24 febb[raio 18]72 Chiede dove consegnare o versare il denaro che ha disponibile per diminuire il debito contratto precedentemente – comunica di essere guarito dalla malattia – ringrazia della carità e augura ogni bene a tutta la famiglia 401 <+>

Lett. n. 1615. Al signor Tranquillo Rossi Torino, 28 febbraio [18]72 Ringrazia per l’offerta ricevuta – auguri di ogni bene a tutta la famiglia 402 <+>

Lett. n. 1616. Alla contessa Geronima De Camilli *Torino, Io marzo 1872 Ha ricevuto a Varazze la sua offerta, parte della quale ha consegnato a don Albera per l’Ospizio di Marassi – assicura preghiere secondo le sue intenzioni 403 <+>

Lett. n. 1617. A don Francesco Tribone *Torino, 1° marzo [18]72 Non potendolo avere ospite per la festa di S. Francesco, spera di incontrarlo in altre occasioni – si raccomanda alla carità delle sue preghiere 404 <+>

Lett. n. 1618. Al chierico Giuseppe Ronchail *Torino, 5 marzo [18]72 Lo consiglia di andare avanti tranquillo nel ricevere le ordinazioni – lo raccomanda al Signore 405 <+>

Lett. n. 1619. Al signor Biagio Foeri [Torino], 13 marzo 1872 Supplica un aiuto per l’eccezionale spesa di ampliamento del collegio di Lanzo – non esclude un lascito testamentario 405 <+>

Lett. n. 1620. Circolare [Torino, poster. 15 marzo 1872] Richiesta di offerte per installare l’orologio sul campanile della chiesa di Maria Ausiliatrice 406 <+>

Lett. n. 1621. Al canonico Claudio André di Tortona *Torino, 18 marzo [18]72 Ringrazia delle preghiere fatte per la sua guarigione – rinuncia all’«affare di Villalvernia» – per mancanza di denaro e di energie 407 <+>

Lett. n. 1622. Al chierico Angelo Rigoli *Torino, 18 marzo [18]72 Ringraziamento per le preghiere e richiesta di notizie di Giuseppe Belfanti 408 <+>

Lett. n. 1623. Alla marchesa Nina Durazzo Pallavicini *Torino, 21 marzo [18]72 Richiesta di sussidio di 1.400 lire promesso dal padre a favore della nuova casa di Marassi (Genova) – assicura preghiere 409 <+>

Lett. n. 1624. A don Giovanni Garino *Torino, 21 marzo [18]72 Avvisa che può fare i voti perpetui – manda i saluti al direttore ed a tutti i salesiani 410 <+>

Lett. n. 1625. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Da casa [Torino], 22 marzo [18]72 Esaminato il progetto di contratto per il collegio di Torino-Valsalice, incontra alcune difficoltà per la parte economica – si dichiara tuttavia disposto a trattare – avanza proprie richieste ed esprime alcune perplessità 410 <+>

Lett. n. 1626. Alla signorina Maria Marietti *Torino, 24 marzo [18]72 – Dà alcuni consigli in ordine alla vocazione 411 <+>

Lett. n. 1627. AI conte Giovanni Benadducci Torino, 25 marzo [18]72 Comunica che ha ricevuto la sua lettera, la relazione ed i giornali su una famosa disputa – il tutto è stato letto in privato ed in pubblico – esprime la sua indignazione 412 <+>

Lett. n. 1628. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 27 marzo 1872 Prega di voler mettere a sua disposizione il terreno per la costruzione della chiesa di S. Secondo e di poterlo recintare 413 <+>

Lett. n. 1629. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 28 marzo [18]72 Promette di continuare a pregare per lei e per tutta la sua famiglia – augura buona Pasqua – la invita a fargli visita in occasione della festa di Maria Ausiliatrice 414 <+>

Lett. n. 1630. Alla marchesa Giulia Centurione [Torino, fine marzo 1872] Chiede un aiuto economico per gli orfani della casa di Marassi (Genova) 415 <+>

Lett. n. 1631. Al papa Pio IX [Torino, fine marzo 1872] Chiede di poter anticipare la festa di Maria Ausiliatrice per concomitanza con un giorno – di digiuno 416 <+>

Lett. n. 1632. Al cardinale Giacomo Antonelli *Torino, 4 aprile 1872 Supplica il cardinale di chiedere al papa una benedizione per novelli sposi e loro famiglie – allega elenco di candidati vescovi – assicura preghiere 417 <+>

Lett. n. 1633. Al cardinale Giacomo Antonelli [Torino, 4 aprile 1872] Comunica tre nomi di ecclesiastici per l’eventuale nomina episcopale nelle diocesi vacanti 418 <+>

Lett. n. 1634. Al cardinale Giacomo Antonelli [Torino, 4 aprile 1872] Chiede un titolo onorifico per il barone Gaudenzio Claretta 419 <+>

Lett. n. 1635. All’ex prefetto di Torino Costantino Radicati Talice di Passerano – *Torino, 5 aprile [18]72 – Chiede la cortesia di recarsi all’Oratorio per potergli parlare a proposito della lotteria, sulla quale sarebbe stato interrogato dall’avv. Fiorito 420 <+>

Lett. n. 1636. Al vescovo di Acqui Giuseppe Maria Sciandra *Torino, 5 aprile [18]72 Richiesta di un certificato in favore dell’esenzione dai servizio militare del giovane Giuseppe Boido – invito a celebrare una messa nella chiesa di Maria Ausiliatrice 421 <+>

Lett. n. 1637. Al papa Pio IX [Torino], 8 aprile 1872 Comunica che i nuovi vescovi furono ben accolti da tutta la popolazione – suoi interventi circa lo spinoso problema delle temporalità – ringrazia delle preghiere per la sua guarigione 422 <+>

Lett. n. 1638. Al cavaliere Zaverio Provana di Collegno Di casa [Torino], 15 aprile [18]72 Invito alla riunione per l’organizzazione della fiera in occasione della festa di Maria Ausiliatrice 423 <+>

Lett. n. 1639. Al sindaco di Torino Felice Rignon Torino, 16 aprile 1872 Chiede di appoggiare con l’autorità sua personale e con quella del consiglio comunale la domanda di poter ottenere dal re la dichiarazione di pubblica utilità di una striscia di terreno necessario per la costruzione della chiesa di S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 424 <+>

Lett. n. 1640. Al re Vittorio Emanuele II *Torino, 16 aprile 1872 – Chiede di dichiarare di pubblica utilità la costruzione della chiesa S. Giovanni Evangelista – a Porta Nuova, onde poter procedere all’esproprio di una striscia di terreno che non riesce ad acquistare dal proprietario 425 <+>

Lett. n. 1641. A don Giovanni Bonetti *Torino, 23 aprile [18]72 Consiglia di mostrare al Provveditore agli studi di Alessandria i documenti comprovanti le particolari concessioni fatte al collegio di Borgo S. Martino come piccolo seminario – chiede di correggere una parte delle note per la ristampa della Storia Sacra 427 <+>

Lett. n. 1642. Al chierico Giovanni Tamietti Torino, 25 aprile 1872 Esterna la sua gioia per la decisione di seguire la vocazione salesiana – attende una risposta riguardo ai progetti della sorella 428 <+>

Lett. n. 1643. Al barone Carlo Ricci des Ferres *Torino, 28 aprile [18]72 Chiede un sussidio per il riscatto di un chierico dalla leva militare 428 <+>

Lett. n. 1644. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 28 aprile 1872 In risposta all’invito spedisce dichiarazione di impegno a eseguire la costruzione della chiesa – di S. Secondo in base ai progetti approvati 429 <+>

Lett. n. 1645. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia Paolo Amilhau – [Torino, inizio maggio 1872] – In occasione della festa di Maria Ausiliatrice di Torino supplica che si faccia un particolare ribasso sulle tariffe ferroviarie agli allievi di Alassio, Varazze e Borgo S. Martino 430 <+>

Lett. n. 1646. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia Paolo Amilhau – [Torino, maggio 1872] – Lo ringrazia per la disponibilità a concedere le riduzioni richieste per il trasporto dei materiali edilizi per le due chiese in costruzione in città: S. Secondo e S. Giovanni Evangelista 431 <+>

Lett. n. 1647. A don Giovanni Bonetti *Torino, 8 maggio [18]72 Invia un’altra parte delle note da rivedere per la ristampa della Storia Sacra – assicura che – per il momento ogni contrarietà per il collegio di Borgo S. Martino è sparita 432 <+>

Lett. n. 1648. Al signor Tranquillo Rossi *Torino, 14 maggio [18]72 Ringrazia per l’offerta a favore dei suoi giovani – promette preghiere 433 <+>

Lett. n. 1649. Al conte Francesco Viancino di Viancino Torino, 17 maggio [18]72 Chiedendogli di avere pazienza se non l’hanno accompagnato nel suo studio in occasione della sua visita all’Oratorio, gli conferma che ogni incontro per lui è una festa – passerà comunque a ricambiare la visita 433 <+>

Lett. n. 1650. Al presidente del Consiglio dei ministri e ministro dellTnterno Giovanni Lanza – [Torino], 21 maggio 1872 – Chiede che il problema delle temporalità per i nuovi vescovi venga risolto – si offre come privato mediatore fra le parti 434 <+>

Lett. n. 1651. A due nobili signore milanesi non identificate *Torino, 24 maggio [18]72 Ringrazia per l’offerta ricevuta 435 <+>

Lett. n. 1652. Alla signora Luigia Vittadini Radice Fossati Torino, 24 maggio [18]72 Ringrazia dell’offerta ed assicura di continuare a pregare per la sua salute, per quella del marito e per la sua bambina 436 <+>

Lett. n. 1653. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – *Torino, 30 maggio [18]72 Racconta l’apparizione della Madonna a protezione del monastero di Tor de’ Specchi a Roma 436 <+>

Lett. n. 1654. Al prefetto della Provincia di Torino e presidente del Consiglio scolastico Vittorio Zoppi *Torino, 5 giugno 1872 Di fronte al rischio di dover sostituire gli insegnanti e di chiudere le scuole di Lanzo espone la situazione dei docenti della scuola e supplica il suo appoggio onde poter continuare l’insegnamento 437 <+>

Lett. n. 1655. Al senatore Giuseppe Cataldi *Torino, 11 giugno [18]72 Chiede aiuto economico per realizzare il progetto della casa di Sampierdarena (Genova) 439 <+>

Lett. n. 1656. Alla contessa Carolina Gambaro Cataldi *Torino, 11 giugno [18]72 Chiede aiuto economico per realizzare il progetto della casa di Sampierdarena (Genova) 440 <+>

Lett. n. 1657. Al sindaco di Torino Felice Rignon *Torino, 26 giugno 1872 Ringrazia la commissione d’Ornato per l’approvazione della variante al piano d’ingrandimento della città per la nuova piazza davanti la chiesa di Maria Ausiliatrice – osservazioni sulle deliberazioni – chiede la definitiva approvazione del progetto edilizio presentato 440 <+>

Lett. n. 1658. Al sindaco di Torino Felice Rignon Torino, 1° luglio 1872 Aggiunge un secondo foglio di disegni dimostrativi della facciata della chiesa di S. Giovanni Evangelista a Porta Nuova 442 <+>

Lett. n. 1659. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia Paolo Amilhau – [Torino], 6 luglio [18]72 – Chiede di concedere le promesse agevolazioni per il trasporto dei materiali necessari alla costruzione delle due chiese di S. Secondo e S. Giovanni Evangelista 443 <+>

Lett. n. 1660. A don Francesco Tribone *Torino, 7 luglio [18]72 Non essendosi incontrati a Genova lo invita a Torino per poi recarsi a Lanzo per un breve soggiorno – ha ricevuto l’offerta inviata dalla zia – assicura preghiere a Maria Ausiliatrice 444 <+>

Lett. n. 1661. Alla contessa Emma Brancadoro *Torino, 10 luglio [18]72 Partecipa il suo grazie al Signore per la guarigione della figlia ammalata e per la figlia che deve nascere – chiede eventuale sussidio per coprire l’aumento delle spese dei commestibili 445 <+>

Lett. n. 1662. Al direttore generale delle Ferrovie dell’Alta Italia Paolo Amilhau – * [Torino], 12 luglio [18]72 – Come accordato, invia nota dei materiali per il cui trasporto si chiedono agevolazioni (nota allegata) 446 <+>

Lett. n. 1663. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – Torino, 15 luglio [18]72 Chiede il suo aiuto per il pagamento di una somma – ossequi ai benefattori 447 <+>

Lett. n. 1664. Circolare *Torino, 16 luglio 1872 Richiesta di offerte per la costruenda Chiesa di S. Secondo 448 <+>

Lett. n. 1665. Circolare [Torino, fine luglio 1872] Richiesta di offerte per la fondazione della casa di Sampierdarena (Genova) 450 <+>

Lett. n. 1666. Alla presidente delle Oblate madre Maria Maddalena Galeffi – [Torino], 1° agosto [18]72 – Comunica di mandare il denaro raccolto a mezzo posta e chiede il soccorso delle sue preghiere 451 <+>

Lett. n. 1667. Al vicepresidente delle Ferrovie dell’Alta Italia, marchese Emanuele Lusema di Rorà [S. Ignazio – Lanzo, 6 agosto 1872] Domanda di adoperarsi a suo favore nei confronti del direttore delle Ferrovie dell’Alta Italia onde ottenere una riduzione del prezzo di trasporto di materiali per le due chiese in costruzione 452 <+>

Lett. n. 1668. A don Gioachino Berto *S. Ignazio [Lanzo], 8 agosto [18]72 Invia spiegazioni relative al lavoro da svolgere – chiede di procurarsi una copia della Storia Sacra 453 <+>

Lett. n. 1669. Al sindaco di Torino Felice Rignon [Lanzo, poster. 8 agosto 1872] Rescinde ogni impegno per la costruzione della chiesa di S. Secondo, vista l’impossibilità – di avere spazio e locali per un oratorio 454 <+>

Lett. n. 1670. Al padre dell’istituto Cavanis Giuseppe Da Col – [S. Ignazio – Lanzo], 11 agosto 1872 Lo ringrazia della cortesia usatagli nella lettera che gli ha scritto – cerca di individuare una soluzione per l’eventuale accettazione di un collegio con annesse scuole – lo informa che gli invierà i programmi dei suoi collegi 456 <+>

Lett. n. 1671. Alla contessa Geronima De Camilli [S. Ignazio, Lanzo], 11 agosto [18]72 Accusa ricevuta della sua lettera e gode del miglioramento della sua salute – promette di celebrare la S. Messa secondo la sua intenzione 457 <+>

Lett. n. 1672. Al conte Cesare Luigi Balbo [S. Ignazio – Lanzo], 12 agosto [18]72 Ringrazia della lettera – lo rimprovera amichevolmente per essere partito senza fargli visita – assicura di continuare a pregare per la sua salute e per quella della moglie 458 <+>

Lett. n. 1673. A don Michele Rua *S. Ignazio [Lanzo], 12 agosto [18]72 Manda alcune note da pagare e lo tranquillizza circa la propria salute 459 <+>

Lett. n. 1674. A don Michele Rua *Sant’Ignazio [Lanzo], 14 agosto [18]72 Chiede di inviare la lettera che allega all’avv. Maccia – lo invita ad andare a parlare al medesimo, ma senza prendere alcuna decisione 460 <+>

Lett. n. 1675. A don Giovanni Battista Lemoyne *Sant’Ignazio [Lanzo], 15 agosto [18]72 Avvisa che il giorno dopo avrebbe pranzato in collegio con vari amici 460 <+>

Lett. n. 1676. A don Michele Rua Nizza Monf[errato, 20 agosto 1872] – Lo invita ad andare avanti celermente con i lavori a Lanzo e a far pervenire ai coniugi Viancino l’appello per la distribuzione dei premi col programma di Valsalice – chiede notizie sul lavoro cominciato da don Berto – salute precaria della contessa Corsi 461 <+>

Lett. n. 1677. A don Francesco Tribone *Nizza Monferrato, 22 agosto [18]72 Ringrazia per l’offerta inviata dalla nonna, a cui chiede di ricorrere nuovamente per un aiuto economico al riscatto di 11 chierici dalla leva militare – assicura preghiere a Maria Ausiliatrice 462 <+>

Lett. n. 1678. AI sindaco di Torino Felice Rignon Torino, 26 agosto 1872 – Domanda un sussidio per le scuole elementari per esterni presso la chiesa di Maria Ausiliatrice 463 <+>

Lett. n. 1679. Alla contessa Maria Teresa Balbo [Torino, fine agosto 1872] Promette di raccomandarla all’altare di Maria Ausiliatrice affinché la tenga lontana dai pericoli che possono presentarsi durante il periodo di gravidanza 464 <+>

Lett. n. 1680. Alla contessa Carlotta Callori [Torino, inizio settembre 1872] Assicura preghiere – annuncia una sua possibile visita – saluti alla famiglia 465 <+>

Lett. n. 1681. Alla contessa Carmes Maria Gondi *Torino, 8 settembre [18]72 Gode della salute di tutti, soprattutto della figlia – assicura preghiere – auspica di incontrarla in occasione del suo passaggio da Torino 466 <+>

Lett. n. 1682. Alla contessa Luigia Viancino di Viancino Torino, 30 settembre [18]72 Avvisa del suo arrivo a Bricherasio dove si fermerà alcuni giorni 466 <+>

Lett. n. 1683. A don Michele Rua *Bricherasio, 2 ottobre [18]72 Chiede di mandare un programma del collegio di Lanzo al sig. Cesano di Bricherasio e di tenere un prete libero per celebrare la S. Messa nella villa del conte Viancino 467 <+>

Lett. n. 1684. Alla contessa Carlotta Callori *Torino, 4 ottobre [18]72 Elenco di comunicazioni: ringrazia per l’accoglienza che ha ricevuto – prega per la sua salute e dà notizie della propria – informa don Giacinto che il suo libro verrà stampato – chiede – di riferire al marito che il vino è aumentato di prezzo – auguri di ogni bene ecc 468 <+>

Lett. n. 1685. Al conte Francesco Viancino di Viancino *Castelnuovo d’Asti, 5 ottobre [18]72 Ringrazia per l’elemosina inviata – in segno di gratitudine celebrerà una S. Messa per lui e – la moglie – tempo permettendo partirà per Castelnuovo d’Asti 469 <+>

Lett. n. 1686. Alla contessa Girolama Uguccioni Castelnuovo d’Asti, 9 ottobre [18]72 Costante ricordo di lei e della sua famiglia nella S. Messa – notizie sulla propria salute – apertura di tre nuove case – entrata di nuovi candidati nello stato ecclesiastico – informazioni su due giovani fiorentini – saluti alle nobili benefattrici di Firenze 470 <+>

Lett. n. 1687. A don Michele Rua *Costigliole, 11 ottobre [18]72 Consiglia di lasciare l’Oratorio per prendere un po’ di sollievo recandosi a passare qualche giorno a Nizza Monferrato presso la contessa Corsi 472 <+>

Lett. n. 1688. Al vescovo di Savona Giovanni Battista Cerniti *Cuneo, 12 ott[obre 18]72 Comunica di aver accettato i due ragazzi raccomandatigli 473 <+>

Lett. n. 1689. A don Michele Rua e don Francesco Proverà – [Madonna dell’Olmo-Cuneo], 13 ottobre [18]72 Necessità di un prete per celebrare la S. Messa alla Madonna dell’Olmo (Cuneo) nella festa dei Santi 474 <+>

Lett. n. 1690. Alla contessa Carlotta Callori *Torino – Peveragno, 15 ottobre [18]72 – Ha pregato secondo le sue intenzioni – notizie del proprio stato di salute 475 <+>

Lett. n. 1691. A don Michele Rua *Peveragno, 16 ottobre [18]72 Comunica di procedere all’eventuale trasferimento del personale delle varie case per il nuovo anno scolastico – raccomanda di usare ogni riguardo a don Proverà sofferente – per motivi di impegni deve ritardare il suo ritorno a Torino – invia saluti di vari amici 475 <+>

Lett. n. 1692. Al barone Carlo Ricci des Fenes *Mondovì, 19 ottobre [18]72 – Bloccato a Mondovì per il mal tempo comunica che don Rua lo attende comunque a Torino domenica – spera di incontrarlo lunedì – chiede preghiere per la contessa di Camburzano 477 <+>

Lett. n. 1693. A don Michele Rua *Mondovì, 19 ottobre [18]72 Promette preghiere per la salute della contessa di Camburzano – ripete di fare i trasferimenti – di personale che ritiene necessari 477 <+>

Lett. n. 1694. Al presidente del Comitato per l’inchiesta industriale di Torino – [Torino, poster. 21 ottobre 1872] Precise osservazioni su quanto affermato dal tipografo Favale e dal libraio Vigliardi a proposito di tipografie di Torino appartenenti a due Istituti, fra cui l’Oratorio di Valdocco 478 <+>

Lett. n. 1695. A don Gioachino Berto Torino, 29 ottobre [18]72 Progetto di stampa della biografia del giovane Abrami e di altri giovani in un fascicolo delle «Letture Cattoliche» – il lavoro non manca – saluti a tutta la famiglia Ricci des Ferres 481 <+>

Lett. n. 1696. Circolare *Torino, novembre 1872 Dopo una precedente circolare estiva (Lett. 1665) ne diffonde una seconda per ottenere sovvenzioni a favore della nuova casa di Sampierdarena (Genova) 482 <+>

Lett. n. 1697. Al canonico Giuseppe Gamba *Torino, 4 novembre [18]72 Ringrazia della lettera e delle notizie circa la salute della contessa di Camburzano – promette di pregare per la sua guarigione 485 <+>

Lett. n. 1698. Al sig. Angelo Lago *Torino, 5 novembre [18]72 Consiglia prudenza e discrezione nella vendita della farmacia prima di farsi salesiano 485 <+>

Lett. n. 1699. Al ministro della Guerra Cesare Ricotti Magnani *Torino, 6 novembre 1872 Chiede indumenti invernali per i suoi ragazzi poveri 486 <+>

Lett. n. 1700. Al papa Pio IX *Torino, 8 novembre 1872 Dichiara conforme a verità quanto scrive il diacono Giuseppe Gennaro che desidera di diventare sacerdote 488 <+>

Lett. n. 1701. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi *Torino, 9 nov[embre 18]72 Precisa e minuziosa risposta alla lettera dell’arcivescovo circa la formazione religiosa e le ordinazioni dei salesiani – stupore per il deterioramento, negli ultimi mesi, dei cordiali rapporti coll’arcivescovo – preoccupazioni per il futuro della società salesiana 488 <+>

Lett. n. 1702. Al cardinale Luigi Bilio *Torino, 12 nov[embre 18]72 Propone il prevosto Gioanni Gasti come successore del defunto vescovo di Alessandria 490 <+>

Lett. n. 1703. Al papa Pio IX [Torino anter. 15 novembre 1872] Richiesta di un rescritto per la celebrazione delle S. Messe natalizie in tutte le case salesiane 491 <+>

Lett. n. 1704. Al senatore Giuseppe Cataldi *Torino, 18nov[embre] 1872 Lo ringrazia per i benefici e i favori concessigli e per aver accolto i ragazzi artigiani nella sua villa di Marassi (Genova) – promette preghiere – chiede se è disposto a mettere a disposizione la medesima villa per raccogliere ragazzi aspiranti al sacerdozio e a sostenerli economicamente 492 <+>

Lett. n. 1705. Al chierico Giovanni Tamietti Torino, 18 novembre 1872 Avvisa di averlo trasferito ad Alassio onde provare la sua ubbidienza 493 <+>

Lett. n. 1706. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 23 novembre 1872 Risponde con accuratezza di particolari alle reticenze in merito all’approvazione delle costituzioni salesiane – risponde altresì all’osservazione di mancanza di un regolare noviziato e dello spirito religioso nei salesiani 493 <+>

Lett. n. 1707. A don Giovanni Battista Lemoyne *Torino, 24 novembre [18]72 Preannuncia una visita a Lanzo 495 <+>

Lett. n. 1708. Alla contessa Girolama Uguccioni *Torino, 6 dicembre [18]72 Promette preghiere per il riposo eterno dell’anima del fratello e per la salute di tutta la sua famiglia 496 <+>

Lett. n. 1709. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 8 dic[embre 18]72 Accetta umilmente di prendere parte ad un’Accademia per promuovere lo studio intorno alla Storia Ecclesiastica 497 <+>

Lett. n. 1710. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi [Torino], 20 dicembre 1872 Domanda la sua opinione in merito all’ordinazione del chierico Domenico Bruna 498 <+>

Lett. n. 1711. All’arcivescovo di Torino Lorenzo Gastaldi Torino, 23 dic[embre 18]72 Invia le bozze di una Brevis Notitia sulla società salesiana – allega copia delle costituzioni (di cui unisce nuove bozze) da presentarsi al papa per la definitiva approvazione 499 <+>

Lett. n. 1712. A don Francesco Cerniti [Torino], S. Stefano M[artire] 1872 Ringrazia per i doni che gli ha inviato – esprime il desiderio di recarsi ad Alassio – chiede se il mutuo con il municipio si farà – domanda notizie del salesiano coadiutore Marcello Rossi 499 <+>

Lett. n. 1713. Ai giovani del collegio di Lanzo *[Torino] S. Stefano, dicembre 1872 Strenna per il nuovo anno per i sacerdoti, i maestri, gli assistenti e gli allievi – a tutti raccomanda «illimitata confidenza col direttore» 500 <+>

Lett. n. 1714. Al conte Eugenio De Maistre Torino, 28 dicembre [18]72 Ringrazia per l’offerta ricevuta per la celebrazione di S. Messe – invia, per mezzo di don Rua, una cassetta di datteri per la sua famiglia 501 <+>

You may also like...