1825: Giovanni frequenta la scuola invernale di Capriglio

1825. Dopo i Santi frequenta ancora la scuola invernale di Capriglio fatta dal prevosto Don Giuseppe Lacqua, saltuariamente per le interferenze di Antonio (MB 1,100).

Giuseppe Lacqua (1764-1847). Don Bosco scrive “Delacqua”. Domestica di Don Lacqua era la zia Marianna Occhiena (1785-1857). Giovanni Bosco manterrà ottime relazioni con Don Lacqua, come documenta la corrispondenza epistolare superstite (cf. Giovanni BOSCO, Epistolario. Volume I: (1835-1863). Introduzione, testi critici e note a cura di Francesco Motto, Roma, LAS, 1991, 48, 73). La maggior parte dei maestri elementari e dei professori di scuola superiore nello Stato sabaudo, fino alla metà del secolo, era costituita da sacerdoti che accanto all’insegnamento assumevano anche la carica di viceparroco o di cappellano nelle chiese dei villaggi.

Posted in cronologia salesiana, famiglia Bosco, studi giovanni bosco | Leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *